Fiati e d’intorni : Albert Mangelsdorff ★

0

19920710_albert_mangelsdorff_magdeburg2Mangelsdorff è nato a Francoforte il 5 settembre 1928.
Da bambino ricevette lezioni di violino e fu autodidatta alla chitarra oltre a conoscere il trombone.
Suo fratello, Emil Manglesdorff, aveva una collezione di dischi jazz, ma durante il periodo nazista l’entusiasmo di Albert per la musica dovette essere frenato.
Mangelsdorff fece il suo debutto discografico nel 1952, suonando con Hans Koller.
Nello stesso decennio, ha anche lavorato con piccoli gruppi e la Dance Hesse Radio Orchestra per tutto il decennio.
Come rappresentante tedesco della Newport Jazz Festival International Band nel 1958, collaborò con i musicisti americani Gerry Mulligan e Louis Armstrong . Mangelsdorff registrò in maniera prolifica negli anni ’60, includendo sessioni con il suo quintetto, suo fratello e con il pianista John Lewis.  Al momento della sua esibizione da solista alle Olimpiadi di Monaco nel 1972, suonava più free jazz.
“Ha trasformato il trombone solista – un concetto finora sconosciuto nel jazz – una realtà attraverso la multifonia, il soffio e il canto simultanei di note e fisicamente impegnativi nel suo fiato; il metodo ha aperto nuove e vaste dimensioni come armonie e accordi”. In seguito ha lavorato con la NDR Big Band, Old Friends (guidata da Manfred Schoff) e lo United Jazz + Rock Ensemble.
Muore a Francoforte il 25 luglio 2005.

Fiati e d’intorni : Slide Hampton

1

A-372549-1471915295-5691.jpegPrimi anni :
Slide Hampton è nato a Jeannette, in Pennsylvania. Laura e Clarke “Deacon” Hampton hanno cresciuto 12 bambini, hanno insegnato loro a suonare strumenti musicali e hanno iniziato con loro come una band di famiglia. La famiglia venne per la prima volta a Indianapolis nel 1938. Gli Hamptons erano una famiglia molto musicale in cui madre, padre, otto fratelli e quattro sorelle suonavano tutti strumenti.
Le sue sorelle includevano Dawn Hampton e Virtue Hampton Whitted. Slide Hampton è uno dei pochi suonatori di trombone per mancini. Da bambino, a Hampton fu dato il trombone allestito per suonare con la mano sinistra o all’indietro; e poiché nessuno lo ha mai dissuaso, ha continuato a suonare in questo modo.
All’età di 12 anni, Slide suonò nella band jazz della sua famiglia Indianapolis, The Duke Hampton Band. Nel 1952, all’età di 20 anni, si esibiva alla Carnegie Hall con la Lionel Hampton Band. Ha suonato con la band R&B di Buddy Johnson dal 1955 al 1956, poi è diventato un membro della band di Maynard Ferguson (1957-1959), dove ha suonato e arrangiato, fornendo eccitazione su melodie popolari come “The Fugue”, “Three Little Foxes”. Nel 1958, registrò con maestri di tromboni la versione classica di Melba Liston, “Melba Liston and Her ‘Bones”. Man mano che la sua reputazione cresceva, iniziò presto a lavorare con band guidate da Art BlakeyTadd Dameron nel 1969, Barry Harris, Thad Jones, Mel Lewis e Max Roach, contribuendo con composizioni e arrangiamenti originali. Nel 1962, formò lo Slide Hampton Octet, con i suonatori di fiati  Freddie Hubbard e George Coleman. La band ha fatto un tour negli Stati Uniti e in Europa e registrato su diverse etichette.
(continua)

Fiati e d’intorni : Frank Rehak

1

frank-rehak-albumsFrank Rehak (nato il 6 luglio 1926 a New York City; morto a Badger, California, il 22 giugno 1987) era un trombonista jazz. Ha iniziato a suonare il piano e il violoncello prima di passare al trombone. Era un membro della band di Gil Evans e ha lavorato con il collega Miles Davis.
È anche apparso con Davis nella trasmissione “The Sounds of Miles Davis”.
Ebbe un matrimonio fallimentare con la balleria del night club Jerri Gray.  Aveva anche una dipendenza da eroina, che combinata con altri problemi finanziari ha portato al suo ritiro dalla musica e alla sua oscurità relativa. Nel tentativo di affrontare questi problemi, trascorse del tempo a Synanon, il che portò alla sua menzione nell’autobiografia di Art Pepper .

Fiati e d’intorni : Al Grey

11

hqdefaultAl Gray è nato ad Aldie, in Virginia, ed è cresciuto a Pottstown, in Pennsylvania. Durante la seconda guerra mondiale prestò servizio nella Marina degli Stati Uniti, dove iniziò a suonare il trombone. Poco dopo la sua dimissione, si unì alla band di Benny Carter, poi alle band di Jimmie Lunceford Lucky Millinder e Lionel Hampton.
Negli anni ’50 faceva parte delle big band di Dizzy Gillespie e Count Basie.
Ha diretto band negli anni ’60 con Billy Mitchell e Jimmy Forrest. Più tardi nella vita ha registrato con Clark Terry e J. J. Johnson.
Lo stile dei primi tromboni di Grey è stato ispirato da Trummy Young. Ha sviluppato un suono selvaggio, forte e pieno. Gli assoli consistevano spesso in frasi brevi e pronunciate con sincopia con tempismo preciso. Quando suonava con lo stantuffo, tuttavia, produceva i riempimenti più morbidi e modellava le risposte melodiche alla voce principale. Questo aspetto della sua esecuzione può essere ascoltato con grande effetto in risposta alla voce di Bing Crosby sull’album del 1972 Bing ‘n’ Basie.

Fiati e d’intorni : Cutty Cutshall

0

6d82c5426dca7bd9e3ca5ff9eb29e4da--new-music-noodlesRobert Dewees “Cutty” Cutshall (29 dicembre 1911 – 16 agosto 1968) era un trombonista jazz americano.Cutshall ha suonato a Pittsburgh all’inizio della sua carriera, facendo il suo primo grande tour nel 1934 con Charley Dornberger. Si unì all’orchestra di Jan Savitt nel 1938, poi suonò con Benny Goodman nei primi anni ’40. Più tardi nel decennio ha lavorato frequentemente con  Billy Butterfield e ha lavorato come freelance a New York City. Iniziò a lavorare con Eddie Condon nel 1949, un’associazione che sarebbe durata oltre un decennio. Cutshall era in tournée con Eddie Condon nel 1968 al momento della sua morte, avvenuta in una stanza d’albergo.
I crediti di Cutshall includono il lavoro con Peanuts Hucko, Bob Crosby, Ella Fitzgerald e Louis Armstrong.

Fiati e d’intorni : Britt Woodman

0

britt-woodman-20131024134715Britt Woodman (4 giugno 1920 a Los Angeles – 13 ottobre 2000 a Hawthorne, California) era un trombonista jazz americano.
È noto soprattutto per il suo lavoro con  Duke Ellington e Charles Mingus.
Conosceva Mingus fin dall’infanzia, ma prima ha lavorato con Phil Moore e Les Hite.  Dopo il servizio nella seconda guerra mondiale, suonò con Boyd Raeburn prima di unirsi a  Lionel Hampton nel 1946. Durante gli anni ’50 lavorò con Ellington. Come membro della band di Ellington può essere ascoltato in Such Sweet Thunder (1957), Ella Fitzgerald canta il Duke Ellington Song Book (anche 1957), Black, Brown e Beige (1958) ed Ellington Indigos (1958).Nel 1960 lasciò Ellington per lavorare in un’orchestra da fossa.
In seguito ha lavorato con Mingus e può essere ascoltato nell’album Mingus Mingus Mingus Mingus Mingus (1963). Negli anni ’70 ha diretto il suo ottetto e ha lavorato con il pianista Toshiko Akiyoshi.
Nel 1989, faceva parte del personale per l’album Epitaph dedicato alla musica precedentemente non registrata di Charles Mingus.
Steve Turre, tra gli altri, lo ha citato come un’influenza.

Fiati e d’intorni : Lawrence Brown

0

lawrence-brownLawrence Brown è nato il 3 agosto 1907 a Lawrence, nel Kansas. Quando Brown aveva circa sei o sette anni nel 1914, la sua famiglia si trasferì a Oakland, in California. Iniziò a suonare il violino in giovane età, ma presto si stancò e si dedicò a suonare la tuba nella sua banda di scuola.
Brown proveniva da una famiglia molto musicale: suo padre era un predicatore nella chiesa episcopale afroamericana, dove cantava spesso parte dei suoi sermoni. La madre di Brown suonava l’organo e il piano. Brown ha scoperto il trombone mentre faceva il lavoro di bidello nella chiesa di suo padre. Ha dichiarato che voleva replicare il suono del violoncello su un trombone e ha iniziato la sua carriera con Charlie Echols e Paul Howard. Nel 1932 Brown si unì a Duke Ellington. Il suo grande comando tecnico dello strumento, con il suo “tono cremoso, dal vibrato nevrotico e gamma ampia” è stato presentato ogni anno con la band di Ellington in composizioni come “Blue Cellophane” e “Golden Cress”.Lasciò la band di Ellington nel 1951 per unirsi a una band guidata dall’ex sideman di Ellington Johnny Hodges , dove rimase fino al 1955. Dopo aver lasciato Hodges, Brown prese posizione per cinque anni con la CBS come session player. Nel 1960, raggiunse Ellington e rimase con lui fino al 1970. Dopo aver lasciato la band di Ellington per la seconda volta all’età di 63 anni, Brown smise di esibirsi completamente.Ha ricoperto molti ruoli nella Ellington Orchestra – come balladeer, solista tecnico e capo sezione. La sua ballata altamente melodica e il suo stile tecnico veloce hanno ispirato i trombonisti da Tommy Dorsey a Bill Harris.
Brown era sposato con l’attrice Fredi Washington. È morto a Los Angeles, in California.

Fiati e d’intorni : Bennie Green

0

06PLAYLIST3-popupBennie Green (16 aprile 1923 – 23 marzo 1977) era un trombonista jazz americano.
Nato a Chicago, nell’Illinois, Green ha lavorato nelle orchestre di Earl Hines e Charlie Ventura e registrato come capofila negli anni ’50 e ’60.
Secondo il critico Scott Yanow di Allmusic, lo stile di Green era a cavallo tra musica swing e soul, rendendolo uno dei pochi trombonisti degli anni ’50 e ’60 non influenzato dal suono pioneristico di J.J.Johnson.
Green si è trasferito a Las Vegas dove ha suonato in band alberghiere nell’ultimo decennio della sua carriera, anche se ha fatto apparizioni occasionali in festival jazz. Muore il 23 marzo 1977.

Fiati e d’intorni : Ray Sims

0

Ray C. Sims (18 gennaio 1921, Wichita – 2000) era un trombonista jazz americano. Era il fratello di Zoot Sims.
I Sims suonarono in bands  nei primi anni ’40, poi registrarono con Anita O’Day e Benny Goodman poco dopo la fine della seconda guerra mondiale.
Ha lavorato con Les Brown (1947-1957) e Dave Pell (1953-1957), poi con Harry James (1957-1969), e ha lavorato anche come sideman alla fine degli anni ’50 con Charlie Barnet, Bill Holman e Red Norvo. Negli anni ’70 ha nuovamente suonato con James e con Corky Corcoran; verso la fine del decennio ha registrato con suo fratello Zoot.

Fiati e d’intorni : Big Bill Bissonette

0

biBig Bill Bissonnette (5 febbraio 1937 – 26 giugno 2018)  era un trombonista  jazz, batterista e produttore discografico.
Era un forte sostenitore del jazz di New Orleans interpretato da veterani musicisti afroamericani. Negli anni ’60, guidò il suo gruppo, la Easy Riders Jazz Band, formò la sua etichetta, Jazz Crusade,  e organizzò tour nordici per Kid Thomas Valentine, George Lewis e Jim Robinson. Ha prodotto oltre 100 sessioni jazz registrate per Jazz Crusade ed è apparso come trombonista o batterista in oltre 50 sessioni di registrazione di jazz di New Orleans.
La Easy Riders Jazz Band fu una delle band di revival più acclamate degli anni ’60.  Bissonnette portò Sammy Rimington negli Stati Uniti. Durante la sua carriera, ha lavorato con Alvin Alcorn, Red Allen, Jimmy Archey, Polo Barnes, Albert Burbank, Alex Bigard, Don Ewell, Pops Foster, George Guesnon, Edmond Hall, Bob Helm, Tuba Fats Lacen, George Lewis, Fred Lonzo, Alcide Pavageau, George Probert, Kid Sheik, Zutty Singleton, Victoria Spivey, Gregg Stafford, Michael White e Kid Thomas Valentine.
Bissonnette è arrivato al primo posto come “New Young Artist” nel sondaggio Jazzology Jazz del 1965.
Oltre 30 anni dopo è stato  inserito al n. 5 tra tutti i trombonisti jazz nello stesso sondaggio. Dopo un periodo senza musica, pubblicò il suo libro di memorie, The Jazz Crusade, nel 1992, riattivò la sua etichetta e riprese a suonare. Trascorse gran parte degli anni ’90 a documentare la scena jazz britannica con la sua serie di album “Best of the Brits”.
Si ritirò nel 2006 e morì una dozzina di anni dopo, a giugno 2018 all’età di 81 anni.