Gli organisti : Milt Buckner

0

A-149051-1533931437-6859.jpegMilton Brent Buckner è nato a St. Louis, nel Missouri. I suoi genitori lo incoraggiarono ad imparare a suonare il piano, ma entrambi morirono quando lui aveva nove anni. Milt e suo fratello Ted furono mandati a Detroit dove furono adottati dai membri della band Earl Walton:  il trombonista John Tobias, il batterista George Robinson (Milt) e il reedplayer Fred Kewley (Ted).
Buckner ha studiato pianoforte per tre anni dall’età di 10 anni, poi a 15 anni ha iniziato a scrivere arrangiamenti per la band, lui e suo fratello hanno iniziato a diventare attivi nel mondo del jazz di Detroit negli anni ’30.
Buckner ha suonato prima a Detroit con i raccoglitori con McKinney e poi con Cab Calloway. Nel 1941 si unì alla big band di Lionel Hampton, e per i successivi sette anni prestò servizio come pianista e arrangiatore del personale.
Buckner faceva parte di una Variety Revue del 1950 organizzata da Lionel Hampton al famoso concerto Cavalcade of Jazz tenutosi a Wrigley Field a Los Angeles e prodotto da Leon Hefflin, Sr. il 25 giugno 1950.
Ha guidato una sua big band di breve durata per due anni, ma poi è tornato da Hampton nel 1950.
Nel 1952 ha formato il suo trio e ha aperto la strada all’uso dell’organo Hammond elettrico.
Ha suonato spesso in Europa alla fine degli anni ’60. La sua ultima sessione in studio ebbe luogo a Parigi il 4 luglio 1977.
Milt Buckner è anche molto conosciuto per l’uso della sua canzone “The Beast” nel menu del titolo del popolare videogioco Battlefield: Bad Company, che ha avuto un enorme successo in parte grazie all’uso della buona musica e all’introduzione di molti fan alle meraviglie del blues e del jazz.Buckner è morto a Chicago, nell’Illinois, all’età di 62 anni.

Gli organisti : Brian Auger

0

13023e9119f5c82200cd37379551ff12abef7c7bNel 1965, Auger ha suonato in “For Your Love” dei The Yardbirds come musicista di sessione. Nello stesso anno, Auger formò il gruppo The Steampacket con Long John Baldry, Julie Driscoll, Vic Briggs e Rod Stewart. A causa di problemi contrattuali non c’erano registrazioni ufficiali fatte dalla band; nondimeno, alla fine del 1965 furono deposte nove tracce per uso promozionale e pubblicate su CD dalla Repertoire Records nel 1990 (su licenza di Charly Records), nonché 12 tracce dal vivo dal vivo al Municipio di Birmingham, il 2 febbraio 1964. Stewart lasciò all’inizio del 1966 e subito dopo la band si sciolse.Con Driscoll e la band Trinity, ha continuato a registrando una cover di “Road to Cairo” di David Ackles e “This Wheel’s on Fire” di Bob Dylan, che è apparso su Dylan Covered. Nel 1969 Auger, Driscoll e Trinity si esibirono negli Stati Uniti sullo speciale NBC 33⅓ Revolutions Per Monkee.
Nel 1970, ha formato l’ensemble di fusione jazz Brian Auger Oblivion Express poco dopo aver abbandonato l’abortivo comune di jazz rock “Wassenaar Arrangement” in un piccolo sobborgo dell’Aia. Oblivion Express ha coltivato i talenti di numerosi musicisti famosi, tra cui i batteristi dei Average White Band Robbie McIntosh e Steve Ferrone, nonché il chitarrista Jim Mullen. Nel 1971 ha prodotto ed è apparso sull’unico album di Mogul Thrash, Mogul Thrash. Due membri di quella band, Roger Ball e Malcolm Duncan, formeranno la Average White Band.
Auger andò in tournée con Kim Simmonds, Gregg Errico e  Tim Bogart a metà degli anni ’80 in una band che chiamarono Maestro. Nessun album è risultato da questa collaborazione e tour. Nel 1986, ha suonato le tastiere per il cantante italiano Mango nell’album Odissea.
Nel 1989, Auger è stato direttore musicale della serie retrospettiva di film in tredici Villa Fantastica realizzata per la TV tedesca. Una registrazione live della serie, Super Jam (1990), comprende Auger al pianoforte, Pete York alla batteria, Dick Morrissey al sassofono tenore, Roy Williams al trombone, Harvey Weston al basso   e Maria Muldaur.
Auger è andato in tournée con Eric Burdon nei primi anni ’90 e ha registrato l’album live Access All Areas con lui nel 1993. Oblivion Express è stato ripreso nel 2005 con registrazioni e tournée. Nel gruppo c’erano Brian Auger, suo figlio Karma Auger alla batteria, sua figlia Savannah Auger alla voce e Derek Frank al basso.Nel 2012, Auger ha pubblicato Language of the Heart, uno dei pochi album da solista della sua carriera, prodotto da Tea. Presenta Jeff “Skunk” Baxter e Julian Coryell alle chitarre.Nel 2014, Auger è stato invitato dal produttore Gerry Gallagher a registrare con El Chicano e Alphonse Mouzon, David Paich, Alex Ligertwood, Ray Parker Jr., Lenny Castro, Vikki Carr, Pete Escovedo, Peter Michael Escovedo, Jessy J, Salvador Santana , Marcos J. Reyes, Siedah Garrett, Walfredo Reyes Jr. e Spencer Davis. Questo importante progetto di registrazione è previsto per il rilascio nel 2019.Nel 2014 Brian Auger e Oblivion Express hanno suonato al festival KJAZZ di Los Angeles e hanno suonato in tournée in Giappone e in Europa con Karma Auger alla batteria, figlia Ali Auger alla voce, Alex Ligertwood alla voce, Yarone Levy alla chitarra, Les King al basso e Travis Carlton al basso

Gli organisti : Jimmy McGriff

0

41uoFTG4KxLPrimi anni :
Nato a Germantown, in Pennsylvania, negli Stati Uniti, McGriff ha iniziato a suonare il pianoforte all’età di cinque anni e dai suoi ragazzi aveva anche imparato a suonare vibrafono, sax contralto, batteria e upright.
Il suo primo gruppo fu come bassista in un trio di piano. Quando si arruolò nell’esercito degli Stati Uniti, McGriff prestò servizio come poliziotto militare durante la guerra di Corea. In seguito divenne un ufficiale di polizia a Filadelfia per due anni.
La musica continuava a distogliere l’attenzione di McGriff dalle forze di polizia. Il suo amico d’infanzia, l’organista Jimmie Smith, aveva iniziato a guadagnare una notevole reputazione nel jazz per i suoi album Blue Note (i due suonarono insieme una volta nel 1967) e McGriff rimase incantato dal suono dell’organo mentre Richard “Groove” Holmes suonava al matrimonio di sua sorella. Holmes divenne l’insegnante e l’amico di McGriff e registrarono insieme in due occasioni nel 1973 per due dischi della Groove Merchant.McGriff acquistò il suo primo organo Hammond B-3 nel 1956, trascorse sei mesi a studiare lo strumento, quindi studiò alla Juilliard School di New York. Ha anche studiato privatamente con Milt Buckner, Jimmy Smith e Sonny Gatewood. Fu influenzato dall’energia e dalle dinamiche dell’organista Buckner e dell’apolomb diplomatico di Count Basie, e da organisti locali come Howard “The Demon” Whaley e Austin Mitchell.
(continua con l’analisi della discografia)
Discografia :
I’ve got a woman– 1962

Gli organisti : Freddie Roach

0

dc61aa9a261dc235d55c7aa83d15a43e--roaches-jazz-bluesFreddie Roach (11 maggio 1931 – 3 ottobre 1980) era un organista americano soul jazz  nato nel Bronx, New York, Stati Uniti.
Era uno dei pochi leggendari organisti jazz che hanno fatto la storia negli anni ’60, l’epoca d’oro dell’organo Hammond. Roach fece il suo debutto discografico nel 1960 con il sassofonista  Ike Quebec negli album Heavy Soul e It Might as Well Be Spring e suonò con Willis Jackson. Dal 1962 al 1964 ha registrato 5 album come leader per l’etichetta Blue Note Records e ha anche registrato con Donald Byrd sull’album I’m Tryin ‘to Get Home. La scrittura originale di Roach, le linee di basso costanti e la mano destra altamente musicale lo distinguono. Dal 1966 al 1967 ha registrato altri tre album come leader per la Prestige Records, che hanno una vena più commerciale rispetto alle sue date Blue Note. Lasciò il business della musica nel 1970 e si dedicò al teatro, alla sceneggiatura e al cinema. Secondo quanto riferito, si è trasferito in California per l’industria cinematografica, dove ha subito un attacco di cuore ed è morto nel 1980.Roach era un organista soul, sicuramente influenzato da Jimmie Smith, ma con un suono distinto e un concetto abbastanza originale, che forse è stato ascoltato meglio in “Good Move” per Blue Note. I suoi album Blue Note sono acclamati dalla critica.

Gli organisti : Mark Stein

0

Mark_Stein_of_Vanilla_FudgeStein è nato e cresciuto a Bayonne, nel New Jersey. Ha iniziato a suonare il piano all’età di quattro anni e in seguito ha provato la fisarmonica. Dopo essere stato esposto al rock and roll negli anni ’50, Stein si sistemò sulla chitarra. Si è fatto strada attraverso varie band nel suo liceo. Mentre si esibiva con uno di questi primi gruppi, ha spiato un “vecchio organo maltrattato sul palco e ha iniziato a suonare su di esso.”
Lo stesso Stein ha influenzato l’organista  Jon Lord della band Deep Purple. Lord, in  un’intervista del 1989, ha dichiarato “[era solito ascoltare Mark Stein dei  Vanilla Fudge alla fine degli anni sessanta. Era una fonte utile di trucchi per Hammond.

Gli organisti : Atsuko Hashimoto

0

hashimoHashimoto suonò l’organo per la prima volta all’età di quattro anni, iniziando con canzoni popolari e standard jazz. Prima di scegliere di specializzarsi nel jazz, ha studiato musica classica per diversi anni. A 18 anni, ha iniziato a lavorare per Hammond in Giappone, dimostrando organi e tenendo lezioni come istruttore certificato Hammond.
Nel 1991, Hashimoto divenne la suonatrice di organo domestico al Don Shop di Osaka. L’anno successivo, ha partecipato al suo quartetto di organi all’Osaka Jazz Festival e al Naniwa Arts Festival. Queste apparizioni hanno portato a collaborazioni con Makoto Ozone e Terumasa Hino.Nel 1999, Hashimoto ha debuttato negli Stati Uniti, suonando nei club di New Orleans e Jazz al Pearl’s di San Francisco, dove si è esibita con Bruce Forman alla chitarra e Vince Lateano alla batteria. Nel 2000, ha fatto un tour in Giappone con Jack Mc Duff e la sua band, e nel settembre dello stesso anno ha condiviso il conto con il Dr. Lonnie Smith al Blue Note Osaka. Nel 2001 Atsuko tornò in California, suonando al San Jose Jazz Festival, The Baked Potato in Studio City e il Kuumbwa Jazz Center di Santa Cruz. Ha suonato al Summit del Jazz Organ 2001 con Yutaka Hashimoto e Fukushi Tainaka.Nel 2002, mentre era in tournée in Giappone con Diana Krall, Jeff Hamilton ha ascoltato per la prima volta altri musicisti sull’elettrificante Atsuko Hashimoto “tenuta in tribunale” presso il Don Shop, incantando il pubblico mentre suonava jazz dopo ore. Dopo il suo set a Osaka, Hamilton è andato a sentirla suonare e dopo alcune canzoni, ha chiesto ed è stato invitato a sedersi con lei sul palco per una “jam”. Hamilton ha affermato che l’esperienza ha risolto in lui il desiderio di fare un tour e registrare con Hashimoto. Hashimoto e Hamilton hanno registrato due CD insieme, in tournée per supportare le registrazioni.
Nel 2003, al 40 ° Naniwa Arts Festival di Osaka, Atsuko ha ricevuto lo Shoji Nakayama Jazz Award, il Progressive Musician’s Prize e il premio sia dal governatore della Prefettura di Osaka sia dal sindaco della città di Osaka.Il Club Manhattan di Osaka ha ospitato Atsuko Hashimoto nel 2004.
suonato sul set come “International Power Trio”. [7] Il giorno successivo, il trio di organi di Atsuko Hashimoto ha suonato al Pasadena Jazz Institute, con Yutaka Hashimoto alla chitarra e Jeff Hamilton alla batteria. Il 22 febbraio 2008 Atsuko Hashimoto e Jeff Hamilton si sono uniti al sassofonista tenore Red Holloway al Lionel Hampton Jazz Festival dell’Università dell’Idaho.
(continua con l’analisi della discografia)

Gli organisti : Graham Bond

0

ab3a2d7d614dbfdae59d65fa99058c60Graham John Clifton Bond (28 ottobre 1937 – 8 maggio 1974) era un musicista e cantante rock / blues inglese, considerato un padre fondatore del ritmo inglese e del boom del blues degli anni ’60.Bond era un innovatore, descritto come “una figura importante e poco apprezzata del primo R&B britannico”,  insieme a Cyril Davies e Alexis Korner. Jack Bruce, John McLaughlin e Ginger Baker ottennero per la prima volta un posto di rilievo nel suo gruppo, la Graham Bond Organization. Bond è stato votato New Jazz Star in Gran Bretagna nel 1961.
È stato uno dei primi utenti della combinazione di organo Hammond / Leslie in rhythm and blues britannico  ha “diviso” l’Hammond per portabilità – ed è stato il primo artista rock a registrare usando un Mellotron,  con il suo There A Bond Between Us LP. Come tale ha avuto una grande influenza sui successivi tastieristi rock: Jon Lord dei Deep Purple ha detto “Mi ha insegnato, in pratica, la maggior parte di ciò che so dell’organo Hammond”

Gli organisti : Vincent Crane

0

e077b43ffaf1a5e3ca21d3b359dbe65eNato Vincent Rodney Cheesman a Reading, nel Berkshire, era autodidatta al piano boogie woogie  da adolescente prima di frequentare il Trinity College of Music tra il 1961 e il 1964.
Influenzato da Graham Bond, prese l’organo Hammond. Alla fine del 1966 formò il Vincent Crane Combo, che comprendeva il bassista Binky McKenzie, il sax John Claydon e il batterista Gordon Hadler. Nel 1967 ha collaborato con Arthur Brown in The Crazy World of Arthur Brown. Il loro omonimo album di debutto,  The Crazy World of Arthur Brown (1968) conteneva la canzone “Fire”, co-scritta da Crane e un singolo di successo in cima alla classifica nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in Canada, con l’organo di Crane e arrangiamento di ottoni alla ribalta.Durante il loro primo tour negli Stati Uniti nel 1968, Crane ebbe un esaurimento nervoso e tornò nel Regno Unito dove trascorse 3 o 4 mesi nell’ospedale psichiatrico di Banstead. Crane si riunì alla band ma in un successivo tour negli Stati Uniti, la band si disintegrò nel giugno 1969 quando Arthur Brown scomparve temporaneamente in una comune e Crane e il batterista Carl Palmer partirono per formare gli Atomic Rooster,  suonando il loro primo concerto al Lyceum di Londra il 29 agosto a capo di Deep Purple.  Atomic Rooster ebbe successo nel 1971 con due singoli, “Tomorrow Night” e “Devil’s Answer”. Crane è stato l’unico membro costante della band attraverso le loro formazioni che cambiano quasi costantemente e ha scritto la maggioranza del loro materiale.Gli Atomic Rooster pubblicarono il loro primo album omonimo nel 1970, e poi il batterista Carl Palmer lasciò lo stesso anno per formare Emerson, Lake & Palmer.
Crane ha sofferto di disturbo bipolare almeno dal 1968 in poi,  periodicamente richiedendo un trattamento in strutture di trattamento della salute mentale ambulatorial].Ha collaborato con altri musicisti in numerosi album, tra cui Rory Gallagher (Rory Gallagher, 1971), Arthur Brown (Faster Than the Speed ​​of Light, 1979), Peter Green, Richard Wahnfried e Dexys Midnight Runners (Don’t Stand Me Down, 1985). Nel 1983, faceva parte del gruppo blues Katmandu, con Ray Dorset, Len Surtees e Peter Green, che registrarono l’album A Case for the Blues.Crane è deceduto per overdose deliberata di compresse di Anadin nel 1989 all’età di 45 anni.

Gli organisti : Art Neville

0

art-neville-weiand-1200x632Arthur Lanon Neville (17 dicembre 1937 – 22 luglio 2019) era un cantante, cantautore e tastierista americano di New Orleans.Neville è stato un punto fermo della scena musicale di New Orleans per oltre cinque decenni. È stato il fondatore della band funk The meters il cui stile musicale ha dato il tono al funk di New Orleans, co-fondatore della band rock-soul-jazz The Neville Brothers, e successivamente ha formato il gruppo spin-off The Funky Meters.  Si è esibito in numerose registrazioni di importanti artisti di New Orleans e di altri luoghi, tra cui Labelle (in “Lady Marmalade”), Paul McCartney, Lee Dorsey, Robert Palmer, Dr. John e il professor Longhair. Ha ricevuto tre premi Grammy.