Fiati e dintorni : Buddy DeFranco

0

OIP276RRMNXNato a Camden, nel New Jersey, DeFranco è cresciuto a South Philadelphia. Suonava il clarinetto quando aveva 9 anni e nel giro di cinque anni aveva vinto una gara di swing nazionale organizzata da  Tommy Dorsey .
Ha iniziato la sua carriera professionale proprio mentre la musica swing e le big band – molte delle quali erano guidate da clarinettisti come Artie Shaw Benny Goodman – erano in declino. Mentre la maggior parte dei suonatori di clarinetto jazz non si è adattato a questo cambiamento, DeFranco ha continuato con successo a suonare esclusivamente il clarinetto ed è stato uno dei pochi clarinetti bebop.
Nel 1950, DeFranco trascorse un anno con il Septet di Count Basie. Ha quindi diretto una piccola combo nei primi anni ’50 che includeva il pianista  Sonny Clark e il chitarrista Tal Farlow . In questo periodo, DeFranco registrò per MGM, Norgran e Verve; le ultime due etichette erano di proprietà di Norman Granz.
Durante gli anni 1960-64, DeFranco pubblicò quattro album di quartetti innovativi come co-leader con il fisarmonicista Tommy Gumina.
È stato capofila della  Glenn Miller Orchestra dal 1966 al 1974, sotto il nome di “The World Famous Glenn Miller Orchestra, Dircted by  Buddy DeFranco”. Ha anche suonato con Gene Krupa, Art Blakey, Tommy Dorsey, Count Basie, Charlie Barnet, Art Tatum, Oscar Peterson, Lennie Tristano, Dodo Marmorosa, Terry Gibbs  e molti altri, e ha pubblicato decine di album come leader.
DeFranco è morto a Panama City, in Florida, all’età di 91 anni.
Discografia :
Coockin the blues– 1958

Fiati e d’intorni : John LaPorta

0

JohnLaportaNato a Filadelfia, LaPorta ha iniziato a suonare il clarinetto all’età di nove anni e ha studiato alla Mastbaum School di Filadelfia, dove uno dei suoi compagni di classe era Buddy DeFranco. Da adolescente ha suonato nelle band di Filadelfia con Charlie Ventura e Bill Harris. Ha studiato in modo classico con Joseph Gigliotti della Philadelphia Orchestra e Leon Russianoff alla Manhattan School of Music.Dal 1942 al 1944 fu membro della big band di Bob Chester, quindi trascorse i successivi due anni con la Woody Herman Orchestra.
A partire dal 1947 studiò con Lennie Tristano. Con Teo Macero e Charles Mingus è stato membro del Jazz Composers Workshop, cercando di combinare il jazz con la musica classica.
Nel mondo classico, ha lavorato con Boston Pops, Leonard Bernstein, Leopold Stokowski e Igor Stravinsky. Nel jazz ha lavorato con Kenny Clarke, Miles Davis, Dizzy Gillespie, Charlie Parker, Buddy Rich e Lester Young.
Il 12 agosto 1956, La Porta fu invitato al primo concerto jazz in Venezuela al Teatro Nazionale di Caracas, che fu sostenuto dall’Orchestra di Casablanca, Charlie Nagy, Werner Boehm, Walter Albrecht, tra gli altri. Durante la sua permanenza a Caracas, una selezione del repertorio eseguito al concerto è stata pubblicata con il titolo South American Brothers di Fantasy Records,  la prima registrazione jazz in Venezuela.Ha insegnato alla Parkway Music School, poi nelle scuole pubbliche di Long Island, seguito dalla Manhattan School of Music e dal Berklee College of Music. Con il chitarrista Jack Petersen, ha aperto la strada all’uso dei modi greci per insegnare le scale di accordi.Negli anni ’90, lui e sua moglie si ritirarono a Sarasaota, in Florida, dove si esibì al Sarasota Jazz Club e come ospite del Fred Williams Trio. Ha scritto la sua autobiografia, Playing It by Ear. LaPorta è deceduto per complicazioni di ictus il 12 maggio 2004 a Sarasota.

Fiati e d’intorni : Willie T. Lewis

0

Lewis è nato Cleburne, in Texas. È cresciuto a Dallas e ha suonato in spettacoli di varietà da adolescente. Ha frequentato il New England Conservatory of Music, quindi ha suonato nell’orchestra di Will Marion Cook . Quando la band di Cook fu rilevata da Sam Wooding, Lewis viaggiò con lui durante i suoi tour in Europa, Sud America e Nord Africa, rimanendo fino a quando Wooding non sciolse l’orchestra nel 1931.
In seguito Lewis ha creato la sua band, Willie Lewis e His Entertainers, che ha caratterizzato alcuni dei vecchi musicisti di Wooding e ha avuto un grande successo in Europa. Tra quelli che suonavano sotto Lewis c’erano Herman Chittison, Benny Carter, Bill Coleman, Garnet Clark, Bobby Martin e June Cole. Lewis’s Entertainers ha registrato per l’etichetta francese Disques Swing.Nel 1941 Lewis sciolse gli Entertainer e tornò a New York City. Suonò poco dopo questo; trovò un po ‘di lavoro come attore, ma iniziò il barista mentre le sue fortune diminuivano. Muore a New York City, a 65 anni.

Fiati e d’intorni : Sol Yaged

0

sol yagedYaged è nato a Brooklyn, New York e ha iniziato a suonare il clarinetto all’età di 12 anni dopo aver ascoltato le trasmissioni di Goodman per Nabisco nel 1935. Ha studiato con un clarinettista per la New York Philharmonic, ma ha rifiutato una carriera classica per suonare jazz a New York City locali notturni, come Jimmy Ryan e lo Swing Club.
Dopo aver prestato servizio nell’esercito per tre anni durante la seconda guerra mondiale, Yaged ha suonato il clarinetto con gruppi professionali continuamente per oltre 70 anni, con musicisti come Phil Napoleon, Coleman Hawkins, Red Allen e Jack Teagarden. A partire dagli anni ’60, ha iniziato a lavorare principalmente come leader di ensemble a New York City. Negli anni ’90 ha lavorato nella band swing di Felix Endico. Yaged è stato consulente dello stile musicale di Benny Goodman per il film del 1956, The Benny Goodman Story.
Dal 1996 al 1997, ha lavorato sotto la direzione musicale del capofila Jack Vartan allo Stony Hill Inn, nella contea di Bergen, nel New Jersey.

Fiati e d’intorni : Fess Williams

0

fess williamsDa bambino Williams suonava diversi strumenti. Ha ricevuto la sua istruzione formale da N. Clark-Smith alla Tuskegee University. Durante la sua adolescenza si era concentrato sul clarinetto, e subito dopo ha formato la prima di molte band che avrebbe guidato nei prossimi anni.
Dal 1919 al 1923 ha guidato la sua band prima di trasferirsi a Chicago e di entrare in Ollie Powers. Nel 1923 formò un nuovo gruppo per sostenere la varietà Dave e Tressie e viaggiò a New York con loro nel 1924. Lì guidò un trio ad Albany e una band che suonò al Rosemont Ballroom.
Nel 1926 Williams formò la Royal Flush Orchestra. Il famoso  jazz hot è stato residente presso la Savoy Ballroom di Harlem per gran parte della sua vita e registrato sulle etichette Victor, Vocalion, Gennett, Okeh, Brunswick, Champion e Harmony. Williams, Frank Marvin e Perry Smith hanno fornito la voce. Lo sgargiante Williams si esibiva in genere indossando un abito bianco e un cappello a cilindro. Durante questo periodo ha registrato molte delle sue composizioni come Friction, Here ‘Tis e il suo disco più venduto, Hot Town.
Nel 1928 Williams si recò a Chicago dove fece temporaneamente parte della band di  Dave Peyton al Regal Theatre. Chiamando il gruppo Fess Williams e His Joy Boys, ha registrato due parti con loro per la Vocalion Records. La Royal Flush Orchestra continuò a operare in sua assenza e nel 1929 tornò a New York per riprendere le sue funzioni.
La Royal Flush Orchestra registrò il suo ultimo lato nel 1930. Williams rimase attivo come capofila, ma col passare del decennio il suo suono divenne obsoleto. Cadde in disgrazia con il pubblico e alla fine si ritirò dall’esibirsi a tempo pieno per vendere immobili. Ha continuato a dirigere gruppi periodicamente durante gli anni ’40 e oltre.

Fiati e d’intorni : Willie Humphrey

0

Willie HumphreyWillie James Humphrey (29 dicembre 1900 – 7 giugno 1994) era un clarinettista jazz di New Orleans. Willie Humphrey è nato in una famiglia di musicisti, figlio del famoso clarinettista locale e insegnante di musica Willie Eli Humphrey; anche i suoi fratelli Earl Humphrey e Percy Humphrey sono diventati famosi musicisti professionisti.
Dopo essersi stabilito con band di New Orleans come l’Excelsior e la band di George McCullum, Humphrey viaggiò verso nord, suonando con altri musicisti di New Orleans come Lawrence DuhèKing Oliver a Chicago (le foto mostrano Humphrey con la band di Duhé suonare negli spalti per il famigerato World Series 1919). A Saint Louis, nel Missouri, negli anni ’20, fece le sue prime registrazioni.
Tornato a New Orleans, ha suonato per molti anni con le bande Eureka e Young Tuxedo Brass, le band di  Paul Barbarin e Sweet Emma Barrett e la Preservation Hall Jazz Band.
Il suono del clarinetto di Humphrey è rimasto vigoroso e ha continuato a diventare più inventivo nella sua vecchiaia.

Fiati e d’intorni : Achille Baquet.

0

Achille Joseph Baquet (15 novembre 1885 – 20 novembre 1955/1956) era un clarinetto e sassofonista jazz americano. Era uno dei primi musicisti sulla scena jazzistica di New Orleans.
Baquet è cresciuto in una famiglia di musicisti. Suo padre, Théogène Baquet, guidava la Excelsior Brass Band, e i suoi fratelli, Harold e George , erano entrambi musicisti, George era il più famoso dei tre. Achille era nero (“Creole of Color” nella terminologia locale), ma aveva la pelle chiara ed era l’unico membro della famiglia che era in grado di passare per bianco. Ha imparato il clarinetto da Luis Tio e ha suonato con la Reliance Brass Band di Papa Jack Laine e la Happy Schilling Dance Orchestra.
Si pensava che Baquet fosse un membro della Whiteway Jazz Band, ma l’appartenenza a questo ensemble non è mai stata stabilita definitivamente. Jimmy Durante, che assunse la direzione della Original New Orleans Jazz Band, assunse Baquet nel 1918.
I crediti di Baquet come compositore includono “Why Cry Blues”, scritto con Jimmy Durante. Secondo Papa Jack Laine, ha scritto “Livery Stable Blues” con Yellow Nunez

Fiati e d’intorni : Gussie Mueller

0

Mueller di New Orleans, Louisiana, era uno dei migliori clarinettisti con la band di Papa Jack Laine a New Orleans prima di andare a Chicago, Illinois, con la band di Tom Brown all’inizio del 1915. Dopo aver prestato servizio nell’esercito nella prima guerra mondiale, si trasferì in California e si unì al la prima Paul Whiteman Orchestra, con la quale si trasferì a New York City. Ha contribuito a dare alla band Whiteman un tocco di stile jazz Dixieland. Uno dei primi dischi di successo della Whiteman Orchestra, così come una delle poche registrazioni purtroppo in cui Mueller può essere ascoltato in modo prominente, è Wang Wang Blues che Mueller domina in uno stile simile a Larry Shields. Mueller condivide anche il credito del compositore su “Wang Wang”.
Secondo Whiteman, Mueller era riluttante a imparare a leggere la musica, temendo che ciò avrebbe compromesso le sue capacità di “hot player: lasciò  Whiteman nel novembre 1920, dicendo “Non posso suonare quella” bella musica “che suonate tutti voi. E voi venditori non potete mai suonare il blues che vale la pena”. Mueller tornò in California per unirsi al suo vecchio amico Ray Lopez nell’Orchestra Abe Lyman.  Mueller rimase nella zona di Los Angeles e rimase attivo come musicista negli anni ’40, suonando principalmente con le band “Hillbilly”. Si unisce a Whiteman negli studi hollywoodiani del Capitol Record nel 1945, per una ricreazione del famoso Wang-Wang Blues.  Nel disco Mueller replica in dettaglio le sue frasi della registrazione del 1920

Fiati e d’intorni : Larry Shields

0

larry shieldsShields è nato in una famiglia irlandese-americana  a Uptown New Orleans, nello stesso isolato in cui viveva il pioniere del jazz Buddy Bolden. La famiglia di Shields era musicale; i suoi fratelli Harry, Pat (chitarra) ed Eddie (piano) suonavano tutti musica professionalmente.
Shields ha iniziato a suonare il clarinetto quando aveva 14 anni e suonava con le band di Papa Jack Laine. Fu uno dei primi musicisti di New Orleans ad andare a Chicago, prima diretto a nord nell’estate del 1915 per unirsi alla band di Bert Kelly, poi con la band di Tom Brown, prima di unirsi alla Original Dixieland Jass Band (ODJB) nel novembre 1916.  L’anno in cui la band registrò i primi dischi fonografici jazz, spingendo gli Shield a suonare a livello nazionale. In questo periodo, suonava anche occasionalmente con la band di King Watzke.
Dopo aver lasciato gli ODJB nel 1921, suonò con varie band a New York City (incluso brevemente con Paul Whiteman) prima di trasferirsi a Los Angeles, in California, dove rimase per tutti gli anni 1920, guidando la sua band e apparendo brevemente in alcuni film di Hollywood.
Negli anni ’30, Shields tornò a Chicago e si unì al riformato ODJB. Ha poi lavorato per un po ‘al “Nick’s” di New York prima di tornare a suonare a New Orleans e, più tardi, in California. È morto a Los Angeles.

Fiati e d’intorni : Gene Sedric

0

gene sedricIl padre di Sedric suonava il pianoforte ragtime. Ha suonato con Charlie Creath nella sua città natale e poi con Fate Marable, Dewey Jackson, Ed Allen (1922) e Julian Arthur. Si unì all’Orchestra di Sam Wooding nel 1925, e fece tournée in Europa con lui fino al 1931, quando l’unità si dissolse; mentre in Europa ha registrato con Alex Hyde. Tornò a New York City e suonò con Fletcher Henderson e Alex Hill, poi si unì a Rhythm di Fats Waller nel 1934, rimanendo in servizio a Waller fino al 1942. Quando Waller andò in tournée da solista, Sedric trovò lavoro suonando al fianco di Mezz Mezzrow (1937) e Don Redman ( 1938-1939).
Sedric mise insieme il suo gruppo nel 1943, poi suonò con Phil Moore nel 1944 e Hazel Scott nel 1945. Mise insieme un altro ensemble dal 1946 al 1951, suonando a New York. Le associazioni successive includono il tempo con Pat Flowers (1946–47), Bobby Hackett (1951), Jimmy McPartland, Mezzrow  (1953), Conrad Janis (1953) e Dick Wellstood (1961). Sedric registrò con parsimonia come leader, nel 1938, nel 1946, e con Mezzrow nel 1953.
Il regista americano Woody Allen disse di aver preso lezioni da Sedric da giovane, “Ma il clarinetto l’ho  studiato per lo più da solo. Ho chiamato un musicista jazz – un musicista jazz abbastanza noto di nome Gene Sedric, e gli ho chiesto se poteva darmi un po ‘ lezioni. Era solito venire a casa mia e si sedeva in salotto con me e suonava qualcosa e diceva: “Rifallo”. E, e gradualmente, ho imparato come ah, come si suona. “