Vai al contenuto

Buddy Holly

Annunci

Charles Hardin Holley nacque il 7 settembre 1936, conosciuto in ambito musicale come Buddy Holly, è stato un cantautore americano, figura centrale e pionieristica del rock and roll della metà degli anni ’50.
È nato a Lubbock, in Texas, in una famiglia di musicisti durante la Grande Depressione, e ha imparato a suonare la chitarra e cantare insieme ai suoi fratelli.
Il suo stile era influenzato dalla musica gospel, dalla musica country e dagli spettacoli rhythm and blues, che si esibiva a Lubbock con i suoi amici del liceo.
Ha fatto la sua prima apparizione sulla televisione locale nel 1952, e l’anno successivo ha formato il gruppo “Buddy and Bob” con il suo amico Bob Montgomery. Nel 1955, dopo aver aperto per Elvis Presley, decise di intraprendere una carriera nella musica.
Ha aperto per Presley tre volte quell’anno; lo stile della sua band è passato dal country e western al rock and roll.
Nell’ottobre di quell’anno, quando aprì per Bill Haley & His Comets, fu notato dallo scout di Nashville Eddie Crandall, che lo aiutò a ottenere un contratto con la Decca Records.
Le sessioni di registrazione di Holly alla Decca furono prodotte da Owen Bradley, diventato famoso per aver prodotto successi country orchestrati per star come Patsy Cline.
Insoddisfatto dello stile musicale e del controllo di Bradley in studio, Holly passò al produttore Norman Petty a Clovis, New Mexico e registrò un demo di “That’ll Be the Day”, tra le altre canzoni.
Petty divenne il manager della band e inviò il demo alla Brunswick Records, che lo pubblicò come singolo accreditato a “The Crickets”, che divenne il nome della band di Holly.
Nel settembre 1957, durante il tour della band, “That’ll Be the Day” raggiunse la vetta delle classifiche dei singoli negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Il suo successo è stato seguito in ottobre da un altro grande successo, “Peggy Sue”.
L’album The “Chirping” Crickets, pubblicato nel novembre 1957, raggiunse il numero cinque della UK Albums Chart. Holly fece la sua seconda apparizione all’Ed Sullivan Show nel gennaio 1958 e subito dopo fece un tour in Australia e poi nel Regno Unito.
All’inizio del 1959, ha assemblato una nuova band, composta dalla futura star della musica country  Waylon Jennings (basso), il famoso session Tommy Allsup (chitarra) e Carl Bunch (batteria), e ha intrapreso un tour negli Stati Uniti del Midwest dopo uno spettacolo a Clear Lake, Iowa, ha noleggiato un aereo per recarsi al suo prossimo spettacolo, a Moorhead, Minnesota.
Subito dopo il decollo, l’aereo si schiantò, uccidendo Holly, Ritchie Valens, The Big Bopper e il pilota Roger Peterson in una tragedia che in seguito Don McLean chiamò “Il giorno in cui morì la musica” nella sua canzone “American Pie”.
( il 3 febbraio del 1959).
Discografia :
Buddy Holly – 1958
That’ll be the day – 1959

Annunci

Categorie

Le voci

Tag

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

One thought on “Buddy Holly Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: