Vai al contenuto

Le voci : Brian Wilson

Annunci

Brian Douglas Wilson (nato il 20 giugno 1942) è un musicista, cantante, compositore e produttore discografico americano che ha co-fondato i The Beach Boys.
Dopo aver firmato con la Capitol Records nel 1962, Wilson ha scritto o co-scritto più di due dozzine di Top 40 hit per il gruppo. 
Oltre ai suoi approcci poco ortodossi alla composizione pop e alla padronanza delle tecniche di registrazione, Wilson è noto per le sue lotte per tutta la vita con la malattia mentale. Viene spesso definito un genio  ed è ampiamente riconosciuto come uno dei cantautori più innovativi e significativi della fine del XX secolo.
I Beach Boys sono stati formati da Wilson con i suoi fratelli Dennis e Carl, il loro cugino Mike Love e l’amico Al Jardine. Brian, che è cresciuto influenzato dai gruppi vocali rock and roll e jazz degli anni ’50, originariamente ha lavorato come cantautore, produttore, co-cantante, bassista, tastierista e leader de facto della band. Nel 1964, ha subito un esaurimento nervoso e ha smesso di andare in tour con il gruppo, il che ha portato a lavori più personali come Pet Sounds (1966) e Smile incompiuto. Man mano che la sua salute mentale si deteriorava, i suoi contributi alla band diminuivano e nel decennio successivo era noto per il suo stile di vita solitario e l’abuso di sostanze. 
Dopo la rimozione ordinata dal tribunale nel 1992 dalle cure dello psicologo Eugene Landy, Wilson ha iniziato a ricevere cure mediche convenzionali. Dalla fine degli anni ’90, ha registrato e si è esibito costantemente come artista solista.
Wilson è stato il primo artista pop accreditato per aver scritto, arrangiato, prodotto ed eseguito il proprio materiale. È considerato un grande innovatore nel campo della produzione musicale, il principale ideatore del California Sound, uno dei primi produttori di musica d’autore, e tra i primi produttori rock a utilizzare lo studio come proprio strumento. L’insolito controllo creativo che Capitol gli ha dato sui propri dischi ha effettivamente stabilito un precedente che ha permesso ad altre band e artisti di agire come produttori o co-produttori. Il successo di Wilson portò anche a una proliferazione di produttori californiani con idee simili che contribuirono a soppiantare New York come centro di dischi popolari. Lo zeitgeist dei primi anni ’60 è comunemente associato alle sue prime canzoni, e fu una grande influenza sulla musica retrospettivamente definita “sunshine pop” e Flower Power che procedette.
Negli anni successivi, Wilson divenne influente nello spirito del punk rock e fu considerato il “padrino” di un’era di musicisti indie che furono ispirati dalla sua sensibilità melodica, dalle orchestrazioni pop da camera e dalle esplorazioni discografiche. I suoi riconoscimenti includono l’inserimento nella classe 1988 Rock and Roll Hall of Fame e la vittoria dei Grammy Awards per Brian Wilson Presents Smile (2004) e The Smile Sessions (2011). Negli elenchi pubblicati da Rolling Stone, Wilson si è classificato 52 per i “100 Greatest Singers of All Time” nel 2008  e 12 per i “100 Greatest Songwriters of All Time” nel 2015.
Nel 2012, la pubblicazione musicale NME ha classificato Wilson al numero 8 nella sua lista “50 Greatest Producers Ever”, elaborando “pochi considerano quanto le tecniche di studio di Brian Wilson fossero rivoluzionarie a metà degli anni ’60”. 
La sua vita è stata drammatizzata nel film biografico del 2014 Love & Mercy.

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: