Vai al contenuto

Le bands : The Jam

I Jam si sono formati a Woking, nel Surrey, in Inghilterra, nel 1972.
La formazione era fluida in questa fase, composta da Paul Weller al basso e voce solista insieme a vari amici della Sheerwater Secondary School.
Hanno suonato i loro primi concerti al Michael’s, un club locale.
La formazione iniziò a consolidarsi a metà degli anni ’70 con Weller, il chitarrista / cantante Steve Brookes e il batterista Rick Buckler.
Nei loro primi anni, i loro set consistevano in cover delle prime canzoni rock and roll americane di artisti del calibro di Chuck Berry e Little Richard.
Continuarono su questa strada fino a quando Weller scoprì l’album di debutto degli Who My Generation e rimase affascinato dalla musica e dallo stile di vita Mod.
Come ha detto in seguito, “ho capito che diventare un Mod mi avrebbe dato una base e un angolo da cui scrivere, e alla fine lo abbiamo fatto.
Siamo usciti e abbiamo comprato abiti e abbiamo iniziato a suonare cover di Motown, Stax e Atlantic.
Ho comprato una chitarra Rickenbacker, una Lambretta GP 150 e ho cercato di acconciarmi i capelli come quelli di  Steve Marriott intorno al ’66. ”
Alla fine Brookes lasciò la band e non fu sostituito.
Fino a quel momento Weller aveva suonato il basso e Foxton era stato il secondo chitarrista della band; convinse Foxton a occuparsi del basso e sviluppò uno stile di chitarra solista / ritmico influenzato da Pete Townshend e dal chitarrista dei Dr. Feelgood Wilko Johnson.
La formazione di Weller, Foxton e Buckler sarebbe durata fino alla fine della carriera di The Jam.
Per tutto il tempo, la band è stata gestita dal padre di Weller, John Weller, che poi ha gestito la carriera di Paul fino alla morte di John nel 2009.
Nei due anni successivi, i Jam ottennero un piccolo seguito in giro per Londra grazie a concerti minori, diventando una delle nuove luci della nascente scena punk.
In molti modi, tuttavia, si sono distinti dai loro coetanei punk.
Sebbene condividessero una visione da “giovani arrabbiati”, capelli corti, volume schiacciante e ritmi fulminei, i Jam indossavano abiti su misura invece di abiti strappati, suonavano professionalmente dove altri erano sfacciatamente dilettantistici e mostravano chiare influenze rock degli anni ’60 dove altri disdegnavano (almeno apparentemente) tale musica (che aveva avuto una grande influenza sul “rock da stadio” e sul “prog rock” degli anni ’70).
In effetti, la band è stata etichettata da alcuni giornalisti come “revivalisti”. Furono firmati con la Polydor Records da Chris Parry all’inizio del 1977.
(continua)

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: