Vai al contenuto

Le voci : Joan Baez

Annunci

Baez è nata a Staten Island, New York, il 9 gennaio 1941.
Il nonno di Joan, il reverendo Alberto Baez, lasciò la Chiesa cattolica per diventare ministro metodista e si trasferì negli Stati Uniti quando suo padre aveva due anni. Suo padre, Albert Baez (1912–2007), è nato a Puebla, in Messico  ed è cresciuto a Brooklyn, New York, dove suo padre ha predicato e sostenuto una congregazione di lingua spagnola.
Albert considerò per la prima volta di diventare ministro, ma invece si dedicò allo studio di matematica e fisica e conseguì il dottorato di ricerca presso la Stanford University nel 1950. Albert fu in seguito accreditato come co-inventore del microscopio a raggi X.
Il cugino di Joan, John C. Baez, è un fisico matematico.
Sua madre, Joan Chandos Baez (née Bridge), denominata Joan Senior o “Big Joan”, nacque a Edimburgo, in Scozia, nel 1913 come seconda figlia di un prete anglicano inglese che sosteneva di discendere dai Duchi di Chandos .
Nata nell’aprile 1913, è deceduta il 20 aprile 2013.
Baez aveva due sorelle: Pauline Thalia Baez Bryan (1938–2016), che a volte era conosciuta professionalmente come Pauline Marden; e Margarita Mimi Baez Fariña (1945–2001) che era generalmente meglio conosciuta come Mimi Fariña. In varia misura, entrambe le donne erano anche attiviste politiche e musiciste come la sorella. Sono anche noti per essere stati sposati con altri artisti americani – Pauline (brevemente) con il pittore Brice Marden e Mimi con l’autore e musicista Richard Fariña con cui ha collaborato per diversi anni.
La famiglia Baez si è convertita al Quakerismo durante la prima infanzia di Giovanna, e ha continuato a identificarsi con la tradizione, in particolare nel suo impegno per il pacifismo e le questioni sociali. 
Durante la sua crescita, Baez è stata sottoposta a insulti razziali e discriminazioni a causa della sua eredità messicana.
Di conseguenza, è stata coinvolta in una varietà di cause sociali all’inizio della sua carriera.
Rifiutò di suonare in tutti i locali per studenti bianchi che erano segregati, il che significava che quando avrebbe fatto un tour negli Stati del Sud, avrebbe suonato solo nei college neri.
A causa del lavoro di suo padre con l’UNESCO, la loro famiglia si è trasferita molte volte, vivendo in città degli Stati Uniti, così come in Inghilterra, Francia, Svizzera, Spagna, Canada e Medio Oriente, compreso l’Iraq.
Joan Baez è stata coinvolta in una varietà di cause sociali all’inizio della sua carriera, inclusi i diritti civili e la non violenza .
La giustizia sociale, ha affermato nella serie PBS American Masters, è il vero nucleo della sua vita, “incombente più della musica”. Baez trascorse gran parte dei suoi anni formativi nella zona della Baia di San Francisco,  dove si laureò alla Palo Alto High School nel 1958.
La frase di apertura del libro di memorie di Baez And a Voice to Sing With è “Sono nata dotata” (riferendosi alla sua voce, che ha spiegato le è stata data e per la quale non può prendersi alcun merito). 
Un amico del padre di Joan le ha regalato un ukulele.
Ha imparato quattro accordi, che le hanno permesso di suonare rhythm and blues, la musica che stava ascoltando in quel momento.
I suoi genitori, tuttavia, temevano che la musica l’avrebbe condotta in una vita di tossicodipendenza. 
Quando Baez aveva 13 anni, sua zia e il fidanzato di sua zia la portarono a un concerto del musicista folk Pete Seeger , e Baez si trovò fortemente commossa dalla sua musica.
Presto iniziò a praticare le canzoni del suo repertorio e ad eseguirle pubblicamente. Una delle sue prime esecuzioni pubbliche è stata in un ritiro a Saratoga, in California, per un gruppo di giovani di Temple Beth Jacob, una congregazione ebraica di Redwood City, California.
Pochi anni dopo, nel 1957, Baez acquistò la sua prima chitarra acustica Gibson.
Nel 1958, dopo che Baez si diplomò al liceo, suo padre accettò un posto di docente al MIT e si trasferì con la famiglia dall’area di San Francisco a Boston, Massachusetts. 
A quel tempo, era al centro della scena musicale popolare emergente e Baez iniziò a esibirsi vicino a casa a Boston e nella vicina Cambridge.
Si è esibita anche nei club e ha frequentato la Boston University per circa sei settimane.
Nel 1958, al Club 47 di Cambridge, diede il suo primo concerto.
Durante la progettazione del poster per la performance, Baez ha considerato di cambiare il nome della sua performance in Rachel Sandperl, il cognome del suo mentore di lunga data Ira Sandperl, o Maria dalla canzone “They Call the Wind Maria”.
In seguito ha deciso di non farlo, temendo che la gente l’avrebbe accusata di cambiare il suo cognome perché era spagnolo.
Il pubblico era composto dai suoi genitori, sua sorella Mimi, il suo ragazzo e alcuni amici, per un totale di otto clienti.
È stata pagata dieci dollari. Baez è stato successivamente chiesto di tornare e ha iniziato a esibirsi due volte a settimana per $ 25 a spettacolo.
Pochi mesi dopo, Baez e altri due appassionati di folk hanno deciso di registrare un album nella cantina di casa di un amico.
I tre hanno cantato assoli e duetti e un amico di famiglia ha disegnato la copertina dell’album, che è stata pubblicata su Veritas Records lo stesso anno con Folksingers ‘Round Harvard Square.
Baez in seguito incontrò Bob Gibson e Odetta, che all’epoca erano due dei cantanti più importanti che cantavano musica folk e gospel.
Baez cita Odetta come un’influenza primaria insieme a Marian Anderson e Pete Seeger. 
Gibson invitò Baez ad esibirsi con lui al Newport Folk Festival del 1959, dove i due cantarono due duetti, “Virgin Mary Had One Son” e “We Are Crossing Jordan River”. 
La performance ha generato elogi sostanziali per la “Madonna scalza” con la voce ultraterrena, ed è stata questa apparizione che ha portato Baez a firmare con la Vanguard Records l’anno successivo,  anche se la Columbia Records ha cercato di firmarla per prima.
Baez in seguito affermò che sentiva che le sarebbe stata concessa una licenza più artistica per un’etichetta più “low key”. 
Il soprannome di Baez all’epoca, “Madonna”, è stato attribuito alla sua voce chiara, ai capelli lunghi e alla bellezza naturale,  e al suo ruolo di “Madre Terra”. 
(continua)

Categorie

Le voci

Tag

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: