Vai al contenuto

Le bands : Van der Graaf generator

Annunci

La band si è formata nel 1967 all’Università di Manchester, dopo Chris Judge Smith, che aveva già suonato in diversi gruppi R&B britannici mentre era un allievo della Oundle School, tornò da un viaggio a San Francisco e, ispirato alle band che aveva visto , mise insieme un elenco di possibili nomi di band per formare un nuovo gruppo.
Dopo un’audizione insoddisfacente avevano entrambi partecipato in risposta a una pubblicità per formare una band, incontrò il compagno di studi Peter Hammill, che stava suonando alcune delle sue canzoni originali.
Hammill aveva iniziato a scrivere canzoni e poesie all’età di 12 anni mentre era alla scuola di preparazione, e aveva iniziato a suonare in band mentre era allievo al Beaumont College. Fu poi brevemente impiegato come programmatore di computer, durante il quale in seguito dichiarò di aver scritto gran parte del materiale iniziale della band, prima di iscriversi a Manchester.  Smith fu così colpito dalla qualità del materiale originale di Hammill che i due accettarono di formare una band insieme.  Il nome della band venne scelto dalla lista di Smith e si basava su un generatore Van de Graaff, un dispositivo meccanico che produce elettricità statica con escursioni simili a lampi: gli errori di ortografia sono accidentali. Smith ricorda che la ragione potrebbe essere stata la morte di Van de Graaff nel 1967, che è stato ampiamente riportato dai media.
Tra le band che suonavano regolarmente all’università, tra cui  Cream Jimi Hendrix e Pink Floyd, furono particolarmente colpite da  The Crazy World of Arthur Brown e reclutarono un organista, Nick Pearne, per abbinare il formato della band di Arthur Brown.  Insieme a due ballerine, la formazione iniziale era Hammill alla chitarra e alla voce, Smith alla batteria, strumenti a fiato e voce e Pearne all’organo (sebbene inizialmente non avesse uno strumento). 
Secondo Smith, la band inizialmente suonava in due pezzi, con Smith che occasionalmente utilizzava una macchina da scrivere come strumento a percussione; il loro primo concerto in tre pezzi fu nell’unione studentesca, che durò cinque minuti prima dell’esplosione degli amplificatori del gruppo.
La band riuscì a persuadere il collega studente Caleb Bradley a gestirli,  e all’inizio del 1968, la band era riuscita a registrare un demo tape influenzato dal blues e dal jazz,  inviandolo a Lou Reizner, poi il capo britannico della Mercury Records, che ha offerto un contratto discografico al trio di Hammill, Smith e Pearne a maggio.
A questo punto, la band dovette decidere se restare all’università, o lasciare i corsi e trasferirsi a Londra per diventare professionista.
Pearne non voleva abbandonare i suoi studi, così decise di lasciare il gruppo.
Al loro arrivo a Londra, Hammill e Smith si sono incontrati con il tirocinante ingegnere della BBC  e l’organista di formazione classica Hugh Banton, fratello di uno dei loro amici a Manchester.
Nello stesso anno, hanno incontrato Tony Stratton-Smith, che ha accettato di firmare un contratto di gestione con loro a dicembre. 
Grazie a lui, la band acquisì un bassista, Keith Ellis, con il batterista Guy Evans che si unì non molto tempo dopo.
Questa formazione ha registrato una serie di demo per Mercury, prima di registrare un singolo (“People You Were Going To” b / n “Firebrand”) su Polydor Records, che è stato rilasciato nel gennaio 1969. Melody Maker ha detto che il singolo era “one dei migliori dischi della settimana “. 
Ma il singolo è stato rapidamente ritirato sotto la pressione di Mercury, poiché violava il contratto che i membri della band Hammill e Smith avevano firmato l’anno precedente.
Di conseguenza il disco è diventato in seguito un oggetto da collezione, con la rivista per collezionisti di dischi che ha valutato il disco per un valore massimo di £ 500 nel 2018.
Tuttavia, l’anno successivo una copia è stata venduta all’asta per più del doppio. 
Smith, sentendosi superfluo ai requisiti, lasciò la band, amichevolmente, poco dopo la registrazione del singolo.
In seguito ha pubblicato demo con il suo tempo in Van der Graaf Generator su un CD, Democrazy.
I restanti 4 membri si sono esibiti per John Peel nel programma radiofonico Top Gear della BBC Radio 1 a novembre, e hanno suonato diversi concerti in Inghilterra nei mesi successivi.
Nel frattempo, Mercury si rifiutò di lasciare che la band registrasse, e allo stesso tempo Stratton-Smith si rifiutò di lasciare che anche gli altri membri della band firmassero per Mercury, poiché non pensava che l’accordo fosse giusto per la band (solo Hammill era rimasto di i tre originali che avevano firmato con Mercury).
Inoltre, alla fine di gennaio 1969, il furgone e l’attrezzatura della band furono rubati.  Il furto ha aggravato le loro difficoltà finanziarie.
Sebbene la band fosse in tournée con successo, che includeva un concerto a febbraio alla Royal Albert Hall a sostegno di Jimi Hendrix,  si sciolse a giugno dopo aver suonato un concerto finale al Pop & Blues Festival di Nottingham il 10 maggio. con attrezzatura presa in prestito.
John Peel, che stava presentando lo spettacolo, ha annunciato la rottura al pubblico.
Nel luglio 1969, Hammill aveva iniziato a esibirsi da solista al Marquee Club di Londra e, poiché non c’era un gruppo, decise di registrare quello che doveva essere il suo primo album da solista ai Trident Studios il 31 luglio e il 1 ° agosto, con Banton, Evans ed Ellis come musicisti di sessione.
Tuttavia, attraverso un accordo elaborato da Stratton-Smith, l’album, The Aerosol Grey Machine, fu pubblicato nel settembre 1969 da Mercury con il nome del gruppo in cambio del loro rilascio dal loro contratto.

 

L’album è stato inizialmente pubblicato solo negli Stati Uniti con quasi nessuna promozione, quindi le vendite erano minime, ma il gruppo ha deciso di riformarsi a metà della sessione di registrazione.
Ellis si era già impegnata a unirsi a Juicy Lucy ed è stata rimpiazzata dall’ex compagno di band di Evan in The Misunderstood, Nic Potter.
La band aveva apprezzato anche i contributi del flautista Jeff Peach all’album e voleva reclutare un ulteriore strumentista. “C’è sempre stata l’idea di avere un altro strumento melodico”, ricorda Evans. “Lui [Banton] suonerà un assolo, certo, e gli darà davvero qualcosa, ma non vuole farlo tutto il tempo.”
Peach è stato contattato per diventare un membro a tempo pieno, ma ha abbandonato dopo una prova perché non pensava che il suo stile si adattasse alla band.
La posizione è stata infine occupata dal sassofonista e flautista David Jackson, che aveva precedentemente suonato in una band chiamata Heebalob con Smith.  Hammill aveva già partecipato con Heebalob al Plumpton National Jazz Festival il 9 agosto e, impressionato dal modo di suonare di Jackson, lo invitò a unirsi alla band, in parte perché aveva anche bisogno di un coinquilino che lo aiutasse a pagare l’affitto. 
(CONTINUA)

 



andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: