Vai al contenuto

Le bands : The Remains

Annunci

The Remains si sono formati nel 1964 alla Boston University, dove tutti e quattro i membri erano studenti del primo anno che vivevano nello stesso dormitorio di Kenmore Square.
Il cantante-chitarrista Barry Tashian e il tastierista Bill Briggs erano di Westport, nel Connecticut, il batterista Chip Damiani di Wolcott, nel Connecticut, e il bassista Vern Miller di Livingston, nel New Jersey. Cominciarono a suonare r & b e cover rock’n’roll, così come alcuni originali di Tashian, a The Rathskeller, una taverna dall’altra parte della piazza rispetto al loro dormitorio. Presto, i fan si sono messi in fila da Kenmore Square a Fenway Park per vederli, e la direzione ha dovuto sgombrare uno scantinato in disuso per accogliere la folla.
La band divenne un popolare spettacolo dal vivo in tutta la Nuova Inghilterra e apparve nel programma televisivo della CBS The Ed Sullivan Christmas Show del 1965.
Dopo aver firmato con Epic Records, si godettero successi locali con un originale orecchiabile e vibrante di Tashian, “Why Do I Cry”, e la loro versione hard-drive del classico di 
Bo Diddley Willie Dixon “Diddy Wah Diddy”.
Nel 1965  si trasferirono a New York City, dove apparvero al The Ed Sullivan Show, e poi, dopo circa un anno, si trasferirono in California. Hanno registrato un album, The Remains, apparso su “Hullabaloo” della NBC TV, e hanno pubblicato il singolo soul e hard-rock “Don’t Look Back”.
Nel 1966 arrivò l’opportunità che avrebbe potuto esporre la band a livello nazionale, ma si rivelò invece il loro ultimo hurrah: gli fu offerto un periodo di tre settimane come atto di apertura per i The Beatles, su quello che sarebbe diventato il tour finale dei Fab Four .
Immediatamente prima del tour, il batterista Chip Damiani lasciò la band, per essere sostituito dal futuro batterista dei Mountain  N.D Smart.
Disse Tashian in un’intervista del 2012: “Siamo sempre stati noi quattro e abbiamo suonato centinaia e centinaia di concerti mentre noi quattro e all’improvviso questo grande tour si avvicina e boom! Dobbiamo suonare con un nuovo batterista che non aveva la stessa sensazione di Chip.
Voglio dire, era un bravo batterista ma non era la stessa band.
Mi sembrava solo che la fiamma stesse bruciando senza il nostro batterista originale. “
La band si sciolse alla fine del 1966 ed Epic pubblicò il suo album ddebutto omonimo con poca fanfara. 
(continua)

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: