Vai al contenuto

I bandleader : Paul Whiteman ★

Annunci

Paul Samuel Whiteman (28 marzo 1890 – 29 dicembre 1967)  era un capogruppo, compositore, direttore d’orchestra e violista americano.
Come leader di una delle band da ballo più popolari negli Stati Uniti negli anni 1920 e nei primi anni 1930, Paul Whiteman produsse registrazioni che riscossero un enorme successo, e gli avvisi di stampa spesso lo definirono il “Re del Jazz”.
Le sue registrazioni più popolari includono “Whispering”, “Valencia”  e “Parade Of The Wooden Soldiers”. Whiteman ha diretto un ensemble di solito di grandi dimensioni ed ha esplorato molti stili musicali, come la fusione di musica sinfonica e jazz, come nel suo debutto di Rhapsody in Blue di George Gershwin.
Whiteman ha registrato molti standard jazz e pop durante la sua carriera, tra cui “Wang Wang Blues”, “Mississippi Mud”, “Rhapsody in Blue”, “Wonderful One”, “Hot Lips ” Mississippi Suite “,” Grand Canyon Suite “e” Trav’lin ‘Light “. Ha co-scritto il classico jazz del 1925 “Flamin ‘Mamie”.
La sua popolarità svanì nell’era della musica swing della metà degli anni ’30, e negli anni ’40 visse semi-ritirato dalla musica.
Ha vissuto un risveglio ed è tornato negli anni ’50 con la sua serie televisiva di rete, Goodyear Revue di Paul Whiteman, che è durata tre stagioni. Ha anche ospitato il talent show della ABC del 1954 On the Boardwalk con Paul Whiteman.
Il ruolo di Whiteman nella storia del primo jazz è alquanto controverso. I detrattori suggeriscono che la sua musica riccamente orchestrata fosse jazz solo nel nome, privo della profondità improvvisativa ed emotiva del genere e cooptato le innovazioni dei musicisti neri. I difensori notano che l’amore di Whiteman per il jazz era genuino. Ha lavorato con musicisti neri quanto era possibile durante un’era di segregazione razziale. Le sue band includevano molti dei più apprezzati musicisti bianchi dell’epoca, e i suoi gruppi gestivano mirabilmente il jazz come parte di un repertorio più ampio.
Il critico Scott Yanow dichiara che l’orchestra di Whiteman “ha suonato un ottimo jazz … La sua band di danza superiore ha usato alcuni dei musicisti più tecnicamente qualificati dell’epoca in uno spettacolo versatile che includeva di tutto, da melodie pop e valzer a opere semi-classiche e jazz. Molte delle sue registrazioni (in particolare quelle con Bix Beiderbecke) sono state ristampate numerose volte e sono più gratificanti di quanto i suoi detrattori inducano a credere. “

Nella sua autobiografia,  Duke Ellington dichiarò: “Paul Whiteman era conosciuto come il Re del Jazz, e nessuno si è ancora avvicinato portando quel titolo con più certezza e dignità.

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: