Vai al contenuto

Le voci : Annie Ross

Annunci

È nata a Mitcham, Londra, figlia dei vaudevilliani scozzesi John “Jack” Short e Mary Dalziel Short (nata Allan). Suo fratello era intrattenitore e produttore teatrale e regista scozzese Jimmy Logan.  All’età di quattro anni, viaggiò a New York in nave con la sua famiglia; in seguito ha ricordato che “hanno ottenuto il biglietto più economico, che era proprio nelle viscere della nave”.Poco dopo essere arrivata in città, ha vinto un contratto simbolico con MGM attraverso un concorso radiofonico per bambini condotto da Paul Whiteman. Successivamente si trasferì con sua zia, la cantante e attrice scozzese-americana Ella Logan, a Los Angeles, e sua madre, suo padre e suo fratello tornarono in Scozia. All’età di sette anni, cantò “The Bonnie Banks o ‘Loch Lomond” in Our Gang Follies del 1938, e interpretò la sorella del personaggio di Judy Garland in Presenting Lily Mars (1943). All’età di 14 anni, ha scritto la canzone “Let’s Fly”, che ha vinto un concorso di songwriting ed è stata registrata da Johnny Mercer e The Pied Pipers. Alla fine della decima elementare, lasciò la scuola, cambiò nome in Annie Ross e andò in Europa, dove iniziò la sua carriera di cantante. Ha cambiato il suo cognome in Ross durante il viaggio in aereo a Prestwick; in un’intervista del 2011, ha detto: “Mia zia era molto fantasiosa e ha detto che avevo una nonna irlandese di nome Ross, quindi è da lì che veniva il cognome”
Nel 1952, Ross incontrò il proprietario della Prestige Records Bob Weinstock, che le chiese di scrivere i testi di un assolo jazz in modo simile a King Pleasure, una pratica che in seguito sarebbe stata conosciuta come vocalese.
Il giorno successivo, gli ha presentato “Twisted”, un trattamento dell’omonima composizione del sassofonista  Wardell Gray del 1949, un classico esempio del genere.
La canzone, pubblicata per la prima volta nel 1952 (in seguito raccolta nell’album King Pleasure Sings / Annie Ross Sings), fu un successo underground e le portò a vincere il premio New Star della rivista Down Beat.
Nel febbraio 1956, la rivista musicale britannica NME riferì che la versione di Ross della canzone “I Want You to Be My Baby” fu bandita dalla BBC a causa del testo “Come upstair and have some lovin'”.
Ha registrato sette album con Lambert, Hendricks & Ross tra il 1957 e il 1962.
Il loro primo, Sing a Song of Basie (1957), doveva essere interpretato da un gruppo di cantanti assunti da Jon Hendricks  e Dave Lambert con Ross chiamato solo come consulente vocale.
È stato deciso che il trio avrebbe dovuto tentare di registrare il materiale e sovraincidendo tutte le voci aggiuntive, ma le prime due tracce sono state registrate e ritenute insoddisfacenti, quindi hanno abbandonato l’idea del doppiaggio.
L’album risultante fu un successo e il trio divenne un successo internazionale. Nel corso dei cinque anni successivi, Lambert, Hendricks e Ross fecero tournée in tutto il mondo e registrarono album come Lambert, Hendricks e Ross! (aka The Hottest New Group in Jazz, 1959), Sing Ellington (1960), High Flying (1962) e The Real Ambassadors (1962), scritti da Dave Brubeck e con Louis Armstrong e Carmen McRae.
Ross lasciò il gruppo nel 1962  e nel 1964 aprì una discoteca a Londra. Annie’s Room ha ospitato Joe Williams , Nina Simone, Stuff Smith, Blossom Dearie, Anita O’Day, Jon Hendricks e Erroll Garner.
I suoi ruoli cinematografici in età adulta includevano Liza nel film Straight On till Morning (1972), Claire in Alfie Darling (1976), Diana Sharman in Funny Money (1983), Vera Webster in Superman III (1983), Mrs. Hazeltine in Throw Momma da the Train (1987), Rose Brooks in Witchery (1988), Loretta Cresswood in Pump Up the Volume (1990), Tess Trainer in Short Cuts di Robert Altman (1993) e Lydia in Blue Sky (1994). È anche apparsa come Granny Ruth nei film horror Basket Case 2 (1990) e Basket Case 3: The Progeny (1991). Ha anche avuto una piccola parte in The Player di Robert Altman nel 1992. [
Ha fornito la voce parlante per Britt Ekland in The Wicker Man (1973) e la voce cantata di Ingrid Thulin in Salon Kitty (1976). Sul palco, è apparsa in Cranks (1955; Londra e New York City), The Threepenny Opera (1972), The Seven Deadly Sins (1973) alla Royal Opera House, Kennedy’s Children (1975) all’Arts Theatre, Londra, Side by Side by Sondheim, e nella produzione di Joe Papp de I Pirati di Penzance (1982). 

Categorie

Le voci

Tag

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: