Vai al contenuto

Fiati e d’intorni : Michael Brecker

Annunci

Michael Brecker è nato a Filadelfia e cresciuto a Cheltenham Township, un sobborgo locale.
Nato e cresciuto in una famiglia ebrea, suo padre Bob (Bobby) era un avvocato che suonava il piano jazz e sua madre Sylvia era una ritrattista.
Michael Brecker è stato esposto al jazz in tenera età da suo padre.
È cresciuto come parte della generazione di musicisti jazz che hanno visto la musica rock non come un nemico ma come un’opzione musicale praticabile.
Brecker iniziò a studiare clarinetto all’età di 6 anni, poi si trasferì al sassofono contralto in terza media, stabilendosi con il sassofono tenore come il suo strumento principale nel suo secondo anno.
Si è laureato alla Cheltenham High School nel 1967 e ha trascorso quell’estate al Berklee College of Music di Boston. Dopo un anno all’Università dell’Indiana, nel 1969 si trasferisce a New York City, dove si ritaglia una nicchia come solista jazz dinamico ed eccitante.
Ha lasciato il segno per la prima volta all’età di 20 anni come membro della band jazz-rock Dreams, una band che includeva suo fratello maggiore, il trombettista Randy Brecker, il trombonista Barry Rogers, il batterista Billy Cobham, il tastierista Jeff Kent e il bassista Doug Lubahn.
I Dreams ebbero vita breve, durarono solo dal 1969 al 1972, ma  Miles Davis fu visto ad alcuni concerti prima della sua registrazione.
La maggior parte dei primi lavori di Brecker è caratterizzata da un approccio informato tanto dalla chitarra rock quanto dal sassofono R&B. 
Dopo Dreams, ha lavorato con Horace Silver e poi Billy Cobham prima di tornare a lavorare con suo fratello Randy per formare i Brecker’s brothers.
La band seguì le tendenze jazz-rock dell’epoca, ma con maggiore attenzione agli arrangiamenti strutturati, un beat più pesante e un’influenza rock più forte.
La band rimase insieme dal 1975 al 1982, con successo e musicalità costanti.
Nel 1977 ha fondato il jazz club Seventh Avenue South con suo fratello Randy.
Brecker era molto richiesto come solista e sideman.
Si è esibito con band i cui stili andavano dal jazz mainstream al rock mainstream. Complessivamente, è apparso in oltre 700 album, sia come membro della band che come solista ospite.
Ha messo la sua impronta in numerose registrazioni pop e rock come solista.
I suoi assoli ospiti in primo piano con James Taylor e Paul Simon sono esempi di quel filone del suo lavoro.
Altre importanti collaborazioni jazz e rock includevano il lavoro con  Steely Dan,  Lou Reed, Donald Fagen, Dire Straits, Joni Mitchell, Eric Clapton, Billy Joel,  John Lennon, Aerosmith, Dan Fogelberg, Frank Sinatra,  Frank Zappa, Bruce Springsteen, Roger Daltrey, Parliament/Funkadelic, Cameo, Yoko Ono, Todd Rundgren, Chaka Khan, Orleans, Blue Oyster Cult, The Manhattan Transfer, Average White Band, Players Association, Everything but the Girl, Patti Austin, Art Garfunkel, Carly Simon, The Brothers Johnson, Karen Carpenter e T-Square.
Brecker ha anche registrato o suonato con importanti personalità del jazz durante la sua era, tra cui Herbie Hancock, Chick Corea, Chet Baker , George Benson, Quincy Jones, Charles Mingus, Jaco Pastorius , McCoy Tyner , Pat Metheny, Elvin Jones, Claus Ogerman,Billy Cobham,Horace Silver, Mike Stern, Mike Mainieri, Max Roach, Steps Ahead, Dave Holland, Joey Calderazzo, Kenny Kirkland, Bob James, Grant Green , Don Cherry , Hubert Laws, Don Alias, Larry Goldings, Bob Mintzer, Gary Burton , Yusef Lateef, Steve Gadd, Dave Brubeck, Charlie Haden, John Abercrombie, Vince Mendoza, Roy Hargrove e Spyro Gyra.

Annunci

Brecker ha suonato il sassofono tenore in due album di Billy Joel.
Nel 1983, Brecker ha suonato su tre tracce dell’album An Innocent Man (“Careless Talk”, “Tell Her About It” e “Keeping The Faith”).
Nel 1986, ha suonato in “Big Man on Mulberry Street” nell’album The Bridge.
Durante i primi anni ’80, era anche un membro della Saturday Night Live Band della NBC.
Brecker può essere visto sullo sfondo con occhiali da sole sportivi durante la parodia di James Brown di Eddie Murphy.
Dopo un periodo di co-guida del gruppo stellare Steps Ahead con Mike Mainieri, Brecker ha registrato un album da solista nel 1987.
Quell’album di debutto dal titolo omonimo ha segnato il suo ritorno a un ambiente jazz più tradizionale, evidenziando il suo talento compositivo e presentando l’EWI Wind Instrument), che Brecker aveva precedentemente suonato con Steps Ahead. Nel 1987 ha presentato il suo nuovo album solista al JVC Newport Jazz Festival, incorporando l’EWI. Brecker ha continuato a registrare album da leader per tutti gli anni ’90 e 2000, vincendo numerosi Grammy Awards.
È andato in tour nel 2001 con un gruppo collaborativo, Hancock-Brecker-Hargrove. Questo tour è stato dedicato ai pionieri del jazz John Coltrane e Miles Davis. Brecker ha reso omaggio a Coltrane eseguendo il pezzo caratteristico di Coltrane, “Naima”.
Il CD del concerto del tour, Directions in Music: Live At Massey Hall (2002), ha vinto un Grammy nel 2003.

Annunci

Durante l’esibizione al Mount Fuji Jazz Festival nel 2004, Brecker ha avuto un forte dolore alla schiena.
Poco dopo, nel 2005, gli è stata diagnosticata la sindrome mielodisplastica (MDS). Nonostante una ricerca ampiamente pubblicizzata in tutto il mondo, Brecker non è riuscito a trovare un donatore di cellule staminali corrispondente.
Alla fine del 2005, è stato il destinatario di un trapianto sperimentale di cellule staminali di corrispondenza parziale.
Alla fine del 2006 sembrava che si stesse riprendendo, ma il trattamento si è rivelato non essere una cura.
Ha fatto la sua ultima esibizione pubblica il 23 giugno 2006, suonando con Hancock alla Carnegie Hall.
Brecker è morto per complicazioni della leucemia a New York City. Il suo funerale si è tenuto il 15 gennaio 2007 a Hastings-on-Hudson, New York.

Annunci

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: