Vai al contenuto

Fiati e d’intorni : Booker Ervin ★

Annunci

Ervin è nato a Denison, in Texas, negli Stati Uniti. Ha imparato a suonare il trombone in giovane età da suo padre, che suonava lo strumento con Buddy Tate .
Dopo aver lasciato la scuola, Ervin si unì all’Aeronautica degli Stati Uniti, di stanza ad Okinawa, durante il quale prese da autodidatta il sassofono tenore.  Dopo aver completato il suo servizio nel 1953, studiò al Berklee College of Music di Boston. Trasferitosi a Tulsa nel 1954, suonò con la band di Ernie Fields.
Dopo i soggiorni a Denver e Pittsburgh, Ervin si trasferì a New York City nella primavera del 1958, inizialmente facendo un lavoro diurno e suonando jam session di notte.
Ervin lavorò quindi regolarmente con Charles Mingus dalla fine del 1958 al 1960, ricongiungendosi a vari acts guidati dal bassista in vari periodi fino all’autunno del 1964, quando partì per l’Europa. Durante la metà degli anni ’60, Ervin ha diretto il suo quartetto, registrando per la Prestige Records con, tra gli altri, l’ex pianista associato a Mingus Jaki Byard , con il bassista  Richard Davis Alan Dawson alla batteria.
In seguito, Ervin incise per la Blue Note Records e suonò con il pianista Randy Weston con il quale registrò tra il 1963 e il 1966. Weston ha detto: ” Ervin, per me, era allo stesso livello di John Coltrane. Era un sassofonista completamente originale. … Era un maestro …. “African Cookbook”, che ho composto all’inizio degli anni ’60, era in parte intitolato a Booker perché noi (musicisti) lo chiamavamo “Book” e dicevamo ” Cook, Book. ” A volte, mentre suonava, gridavamo: “Cucina, prenota, cucina”. E la melodia di “African Cookbook” si basava sul suono di Booker Ervin, un suono simile al nord dell’Africa.
Avrebbe in qualche modo preso quelle note e le avrebbe fatte intrecciare in modo ipnotico. Quindi, in realtà il Cookbook  è stato influenzato da Booker Ervin. “
Tra l’ottobre del 1964 e l’estate del 1966 Ervin ha lavorato e vissuto in Europa, suonando in Francia, Spagna, Italia, Germania, Norvegia, Svezia, Danimarca e Paesi Bassi. Basandosi a Barcellona, ​​ha partecipato regolarmente al Jamboree Club della città.
Ha registrato e trasmesso all’estero, realizzando album con il suo quartetto, Dexter Gordon e la cantante catalana Nuria Feliu, partecipando a vari programmi radiofonici e partecipando a diversi festival jazz, tra cui un noto guest slot al Festival Jazz di Berlino del 1965.
Nel 1977, questa performance è stata pubblicata come Blues For You sull’album Lament For Booker Ervin (Enja Records).
Dopo essere tornato negli Stati Uniti nell’estate del 1966, Ervin guidò di nuovo i propri abiti in vari jazz club in tutto il paese, e apparve sia al Newport Jazz Festival (1967) che al Monterey Jazz Festival (1966). Nel 1968, è apparso di nuovo in club e festival in Scandinavia, trasmettendo con la Radio Big Band danese. Registrò di nuovo per la Prestige, ma alla fine del 1966 ottenne un contratto con l’etichetta leader della West Coast, Pacific Jazz, per la quale registrò due album, Structurally Sound e Booker ‘n’ Brass (1967), prima di passare alla Blue Note, un’etichetta che amava Pacific Jazz è stato acquistato dalla United Artists alla fine degli anni ’60. Ervin ha registrato due album Blue Note con il proprio nome, In Between e Tex Book Tenor, quest’ultimo rimasto inedito durante la sua vita, inizialmente pubblicato negli anni ’70 come parte di un doppio album condiviso con le registrazioni (su cui Ervin è presente) realizzate sotto il leadership di Horace Parlan (Back from the Gig). Nel 2005, Blue Note è uscito come CD singolo di Tex Book Tenor nella sua serie Connoisseur in edizione limitata.
La sua ultima apparizione registrata avvenne nel gennaio 1969, quando fu ospite di un altro album della Prestige diretto dal polistrumentista adolescente cieco Eric Kloss . Non sono ancora venute alla luce ulteriori registrazioni oltre questo punto.
Ervin morì di malattie renali a New York City nel 1970, all’età di 39 anni.
La maggior parte dei resoconti biografici della morte di Ervin forniscono una data errata. La sua lapide nel cimitero nazionale, East Farmingdale, New York, mostra chiaramente la data del 31 agosto 1970.
Nel 2017, Ervin è stato oggetto di una mini-biografia scritta dal sassofonista e autore inglese Simon Spillett, pubblicata come parte di un pacchetto antologico intitolato The Good Book (Acrobat Records)
Discografia :
The Book cooks – 1960

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: