Fiati e d’intorni : Valaida Snow ★

È nata a Chattanooga, nel Tennessee. Sua madre, Etta, era un’insegnante di musica della Howard University e suo padre, John, era un ministro che era il capo dei Pickaninny Troubadours, un gruppo composto principalmente da interpreti di bambini. Cresciuta per strada in una famiglia dello spettacolo, dove a partire dall’età di 5 anni, ha iniziato a esibirsi con il gruppo di suo padre. A 15 anni ha imparato a suonare violoncello, basso, banjo, violino, mandolino, arpa, fisarmonica, clarinetto, tromba e sassofono. Ha anche cantato e ballato.La sua carriera da solista è iniziata quando si è unita a una reveu popolare chiamata “Holiday at Dixieland”, dopo essere uscita da un matrimonio violento. Ha poi tenuto una residenza in un cabaret di Harlem, che l’ha aiutata a essere scritturata insieme a Josephine Baker nel musical “A Bamville”, a seguito del duraturo musical di successo “Shuffle Along”. Mentre il musical non era di per sé un successo, Baker e Snow hanno entrambi ricevuto recensioni positive.Dopo essersi concentrata sulla tromba, divenne rapidamente così famosa nello strumento che fu chiamata “Little Louis” dopo Louis Armstrong , che la definì la seconda migliore tromba jazz al mondo oltre a se stesso. W.C Handy , che è noto come il padre del blues, le diede il soprannome di “Queen of the Trumpet”. I critici contemporanei Krin Gabbard e Will Friedwald hanno commentato il suo approccio al gioco come Armstrong. Gabbard ha detto che ha sviluppato uno “stile distintamente Armstrongiano” e Friedwald ha detto che “imitava” Armstrong. In una performance del 1928 a Chicago al Sunset Café, Snow suonò la tromba, cantando. Quindi sette paia di scarpe sono state disposte in fila nella parte anteriore del palco, e lei ha ballato in ciascuna coppia per un coro. Le danze e le scarpe da abbinare erano: scarpe morbide, scarpe adagio, scarpe da tip tap, zoccoli olandesi, sandali di paglia cinesi, pantofole turche e l’ultimo paio, stivali russi. “Quando Louis Armstrong ha visto lo spettacolo una sera, ha continuato ad applaudire dopo che gli altri si erano fermati e ha osservato:” Ragazza, non ho mai visto nulla di così eccezionale “.   Nonostante il suo talento, aveva meno opportunità di tenere residenze come capofila nei club di New York o Chicago, come molti suoi colleghi maschi. Invece, è stata prevalentemente in tournée, suonando in concerti negli Stati Uniti, in Europa e in Cina. Nel 1926, andò in tournée a Londra e Parigi con la rivista “Blackbirds” di Lew Leslie e poi dal 1926 al 1929, fece tournée con i Serenaders di Jack Carter a Shanghai, Singapore, Calcutta e Jakarta.
Il suo periodo di maggior successo fu negli anni ’30, quando divenne protagonista a Londra e Parigi. Intorno a questo periodo ha registrato la sua canzone di successo “High Hat, Trumpet and Rhythm”. Si è esibita nello spettacolo Ethel Waters Rhapsody in Black, a New York. A metà degli anni ’30 ha girato film con suo marito, Ananias Berry, della compagnia di ballo dei Berry Brothers. Dopo aver suonato all’Apollo Theater di New York City, ha rivisitato l’Europa e l’Estremo Oriente per altri spettacoli e film. Fu imprigionata in una prigione di Copenaghen durante la seconda guerra mondiale quando i soldati nazisti presero il controllo della Danimarca dove era in tournée. Secondo un programma radiofonico jazz trasmesso il 28/10/2017, ha affermato di essere stata arrestata in Europa, apparentemente in prigione per furto e droghe illegali. Durante un tour in Danimarca nel 1941, disse di essere stata arrestata dai nazisti e probabilmente tenuta a Vestre Fængsel,  una prigione danese a Copenaghen gestita dai nazisti, prima di essere rilasciata in uno scambio di prigionieri nel maggio 1942.  Si diceva che la sua amicizia con un ufficiale di polizia belga l’abbia aiutata a salire su una nave che trasportava diplomatici stranieri. Secondo lo storico jazz Scott Yanow, “non si è mai ripresa emotivamente dall’esperienza”.  Ha sposato Earl Edwards. Negli anni ’50, non fu in grado di riguadagnare il suo precedente successo.Valaida Snow morì di emorragia cerebrale il 30 maggio 1956, a New York City, nel backstage durante un’esibizione al Palace Theatre.

Una risposta a "Fiati e d’intorni : Valaida Snow ★"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...