Le bands : Naked City

Nel caratteristico stile iniziale di Naked City, le canzoni venivano spesso eseguite in tempi sorprendentemente veloci, attingendo al thrash metal e all’enfasi del punk hardcore sull’estrema velocità. Molte canzoni erano piuttosto brevi e in genere cambiavano generi musicali ogni poche misure. Un critico ha descritto la musica della band come “micro-collage strabilianti di hardcore, country, squallido jazz, cover di John Barry e Ornette Coleman, brevi discussioni astratte – un’intera città stipata in esplosioni di due o tre minuti”.  Questa tendenza al rapido cambiamento è stata in parte ispirata da Carl Stalling – uno dei preferiti di Zorn – che ha scritto musica per molti cartoni della Warner Bros., che presentava frequenti cambiamenti di tempo, tema e stile.Il primo album dei Naked City fu distribuito sotto il nome di Zorn da Nonesuch Records e conteneva una foto Weegee di un gangster morto sulla copertina, insieme a macabre illustrazioni di Maruo Suehiro. C’era disaccordo tra Zorn e l’etichetta sulla copertina degli album successivi. Zorn voleva usare immagini esplicite di S&M, immagini di archivi medici del XIX secolo e fotografie di esecuzione, notoriamente di una vittima di Leng Tch’e; Non ha rifiutato. Zorn concluse il suo rapporto con l’etichetta, pubblicando i successivi album dei Naked City su Shimmy Disc e le sue etichette Avant e Tzadik.Nelle versioni successive, la band ha modificato il suo approccio stilistico e il repertorio includendo brani di compositori classici moderni come Alexander Scriabin, Claude Debussy, Charles Ives e Olivier Messiaen, i cui lavori sono presenti nell’album Grand Guignol. Leng T’che presentava un unico brano musicale heavy metal, lungo oltre 31 minuti. Torture Garden era composto da diverse “miniature hardcore” e Absinthe era trame ambient e noise.Zorn interruppe Naked City dopo Absinthe quando sentì “… la necessità di scrivere musica per altri ensemble, in altri contesti, con nuove idee”.  Una breve riunione si è verificata nel 2003 per alcuni spettacoli ai festival jazz europei.

Una risposta a "Le bands : Naked City"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...