Vai al contenuto

Le bands : Soft Machine

I Soft Machine (presenti come The Soft Machine fino al 1969 o 1970) sono stati formati a metà del 1966 da Robert Wyatt (batteria, voce), Kevin Ayers (basso, chitarra, voce), Daevid Allen (chitarra) e Mike Ratledge (organo) in più, solo per i primi concerti, il chitarrista americano Larry Nowlin.
Allen, Wyatt e il futuro bassista Hugh Hopper hanno suonato per la prima volta insieme nel Daevid Allen Trio nel 1963, occasionalmente accompagnato da Ratledge. Wyatt, Ayers e Hopper avevano fondato i Wilde Flowers, le cui incarnazioni includevano membri di un’altra band di Canterbury, i Caravan.Questa prima formazione di Soft Machine è stata coinvolta nei primi sotterranei del Regno Unito, esibendosi all’UFO Club e ad altri club di Londra come lo Speakeasy Club e la Middle Earth. Il loro primo singolo, “Love Makes Sweet Music” (registrato il 5 febbraio 1967, prodotto da Chas Chandler), fu pubblicato da Polydor a febbraio, con il supporto di “Feelin ‘Reelin’ Squeelin” “(gennaio 1967, prodotto da Kim Fowley). Nell’aprile 1967 registrarono sette brani demo con il produttore Giorgio Gomelsky nei De Lane Lea Studios che rimasero inediti fino al 1971 per una disputa sui costi in studio.  Hanno anche suonato nei Paesi Bassi, in Germania e sulla Costa Azzurra. Durante luglio e agosto 1967, Gomelsky prenotò spettacoli lungo la Costa Azzurra con il primo concerto più famoso della band che si svolgese nella piazza del villaggio di Saint-Tropez. Ciò ha portato a un invito ad esibirsi nel trendy “Nuit Psychédélique” del produttore Eddie Barclay, eseguendo un rendering di quaranta minuti di “We Did It Again”, cantando il ritornello ancora e ancora in una qualità simile alla trance. Ciò li rese immediatamente cari della folla parigina “in”, con il risultato di inviti ad apparire negli spettacoli televisivi e alla Biennale di Parigi nell’ottobre 1967. Dopo il loro ritorno dalla Francia, Allen (un australiano) fu negato il rientro nel Regno Unito , quindi il gruppo ha continuato come trio, mentre è tornato a Parigi per formare Gong.
(continua)

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

One thought on “Le bands : Soft Machine Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: