Vai al contenuto

Le bands : Faces

La prima collaborazione tra i futuri Faces fu in una formazione chiamata Quiet Melon, che comprendeva anche il fratello maggiore di Wood, Art Wood e Kim Gardner; registrarono quattro canzoni e suonarono alcuni spettacoli nel maggio 1969, durante una pausa negli impegni di Ronnie WoodRod Stewart con Jeff Beck.
Più tardi quell’estate Wood e Stewart si separarono da Beck e si unirono a Lane, McLagan e Jones a tempo pieno.  Prima di ogni uscita della nuova gamma Faces, Wood e McLagan apparvero nel primo album solista di Stewart nel 1969, An Old Raincoat Won’t Ever Let You Down (noto come The Rod Stewart Album negli Stati Uniti).
Il resto della band di supporto dell’album includeva il batterista Micky Waller, il tastierista  Keith Emerson e il chitarrista Martin Pugh (di Steamhammer, e successivamente Armageddon) e Martin Quittenton (anche lui di Steamhammer).
Con l’aggiunta di Wood e Stewart, la parte “piccola” del nome della band originale fu abbandonata, in parte perché i due nuovi arrivati (rispettivamente a 5’9 “e 5’10”) erano significativamente più alti dei tre ex Small Faces.
Sperando di trarre vantaggio dal precedente successo degli Small Faces, i dirigenti delle case discografiche volevano che la band mantenesse il loro vecchio nome; tuttavia, la band ha obiettato, sostenendo che i cambiamenti di personale hanno portato a un gruppo molto diverso dagli Small Faces.
Come compromesso, negli Stati Uniti il loro album di debutto è stato accreditato agli Small Faces, mentre gli album successivi sono apparsi con il loro nuovo nome.
Il gruppo fece regolarmente tournée in Gran Bretagna, Europa e Stati Uniti dal 1970 al 1975, e fu tra gli artisti dal vivo di maggior incasso in quel periodo;  nel 1974 il loro tour comprendeva anche Australia, Nuova Zelanda e Giappone.
Fecero un tour negli Stati Uniti e in Canada nel 1975.
Tra le loro canzoni di maggior successo c’erano “Had Me a Real Good Time”, il loro successo nel Regno Unito “Stay with Me”, “Cindy Incidentally” e “Pool Hall Richard”. Quando la carriera da solista di Rod Stewart ha avuto più successo di quella del gruppo, la band è stata messa in ombra dal loro cantante.
Un disilluso Ronnie Lane lasciò la band nel 1973;  una delle ragioni addotte in seguito per la sua partenza fu la frustrazione per non avere più opportunità di cantare come voce solista.
(continua)

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: