Vai al contenuto

I pianisti : Ahmad Jamal ★

Primi anni :
Jamal è nato a Pittsburgh, in Pennsylvania. Ha iniziato a suonare il piano all’età di tre anni, quando suo zio Lawrence lo ha sfidato a duplicare ciò che stava facendo al pianoforte.
Jamal ha iniziato l’allenamento formale per pianoforte all’età di sette anni con Mary Cardwell Dawson, che descrive come molto influente.
Le sue radici di Pittsburgh sono rimaste una parte importante della sua identità (“Pittsburgh ha significato tutto per me e lo fa ancora”, ha detto nel 2001) ed è stato lì che è stato immerso nell’influenza di artisti jazz come Earl Hines , Billy Strayhorn Mary Lou Williams e Erroll Garner . Jamal ha anche studiato con il pianista James Miller e ha iniziato a suonare il piano professionalmente all’età di quattordici anni,  a quel punto è stato riconosciuto come un “coming great” dal pianista  Art Tatum.
Alla domanda sulle sue abitudini di pratica da parte di un critico del New York Times, Jamal ha commentato: “Ero solito praticare e praticare con la porta aperta, sperando che qualcuno passasse e mi scoprisse. Non sono mai stato il praticante nel senso di dodici ore al giorno, ma ho sempre pensato alla musica. Penso sempre alla musica.
Jamal iniziò a suonare con la George Hudson’s Orchestra dopo essersi diplomato alla George Westinghouse High School nel 1948.
Si unì a un altro gruppo itinerante noto come The Four Strings, che si sciolse quando il violinista Joe Kennedy Jr. se ne andò.
Nel 1950 si trasferisce a Chicago e si esibisce in modo intermittente con i musicisti locali Von FreemanClaude McLin e solista alla Palm Tavern, occasionalmente affiancato dal batterista Ike Day.
Nato da genitori battisti, Jamal ha scoperto l’Islam nei suoi primi 20 anni. Durante un tour a Detroit, dove c’era una considerevole comunità musulmana negli anni ’40 e ’50, si interessò all’Islam e alla cultura islamica. Si convertì all’Islam e cambiò il suo nome in Ahmad Jamal nel 1950.
In un’intervista con il New York Times qualche anno dopo, disse che la sua decisione di cambiare il suo nome derivava dal desiderio di “ristabilire il mio nome originale”.
Poco dopo la sua conversione all’Islam, spiegò a The New York Times che “recita preghiere musulmane cinque volte al giorno e si alza in tempo per dire le sue prime preghiere alle 5 del mattino. Le dice in arabo secondo la tradizione musulmana” .
Ha realizzato i suoi primi dischi nel 1951 per l’etichetta Okeh con The Three Strings (che in seguito sarebbe stato chiamato anche Ahmad Jamal Trio, anche se Jamal stesso preferisce non usare il termine “trio”): gli altri membri erano il chitarrista Ray Crawford e un bassista, in diversi momenti Eddie Calhoun (1950-1952), Richard Davis (1953-1954) e  Israel Crosby (dal 1954). I Three Strings organizzarono un impegno prolungato al Blue Note di Chicago, ma raggiunsero la fama dopo essersi esibiti agli Embers di New York City dove John Hammond vide suonare la band e li mise sotto contratto alla Okeh Records. Hammond, un produttore discografico che ha scoperto i talenti e migliorato la fama di musicisti come Benny GoodmanBillie Holiday e Count Basie, ha anche aiutato il trio di Jamal ad attirare il plauso della critica.  Jamal ha successivamente registrato per Parrot (1953–55) ed Epic (1955) usando la formazione piano-chitarra-basso.
Il suono del trio cambiò significativamente quando Crawford fu sostituito con il batterista Vernel Fournier nel 1957, e il gruppo lavorò come “House Trio” al Pershing Hotel di Chicago. Il trio ha pubblicato l’album dal vivo, At the Pershing: But Not for Me, che è rimasto nelle dieci classifiche più vendute per 108 settimane. La registrazione della famosa canzone “Poinciana” di Jamal è stata pubblicata per la prima volta in questo album.Forse la registrazione più famosa di Jamal e senza dubbio quella che lo portò alla grande popolarità alla fine degli anni ’50 e nell’età jazz degli anni ’60, At the Pershing fu registrata al Pershing Hotel di Chicago nel 1958. Jamal suonò sul set con il bassista Israel Crosby e il batterista Vernel Fournier. La scaletta ha espresso una variegata raccolta di brani, tra cui “The Surrey with the Fringe On Top” del musical Oklahoma! e la disposizione di Jamal dello standard jazz “Poinciana”. Musicisti e ascoltatori jazz hanno trovato ispirazione anche nella registrazione di At the Pershing, e il trio di Jamal è stato riconosciuto come un nuovo elemento fondamentale nella storia del jazz. Evidente era il suo stile insolitamente minimalista e i suoi vamp estesi,  secondo il recensore John Morthland. “Se stai cercando una discussione secondo cui la piacevole arte tradizionale può assumere uno status radicale allo stesso tempo, Jamal è la tua guida”, ha detto il collaboratore del New York Times Ben Ratliff in una recensione dell’album.
Dopo la registrazione dell’album più venduto But Not For Me, la musica di Jamal è cresciuta in popolarità negli anni ’50 e ha attirato la copertura mediatica per le sue decisioni di investimento relative alla sua “fortuna crescente”.
Nel 1959, fece un tour del Nord Africa per esplorare le opzioni di investimento in Africa. Jamal, che all’epoca aveva ventinove anni, disse di avere una curiosità per la patria dei suoi antenati, fortemente influenzata dalla sua conversione alla fede musulmana. Ha anche affermato che la sua religione gli ha portato la tranquillità della sua razza, che ha giustificato la sua “crescita nel campo della musica che si è rivelata molto redditizia per me”.
Al suo ritorno negli Stati Uniti dopo un tour in Nord Africa , il successo finanziario di Live at the Pershing: But Not For Me ha permesso a Jamal di aprire un ristorante e club chiamato The Alhambra a Chicago.
Nel 1962, The Three Strings si sciolse e Jamal si trasferì a New York City, dove, a 32 anni, prese una pausa di tre anni dalla sua carriera musicale.
Nel 1964, Jamal riprese il tour e la registrazione, questa volta con il bassista Jamil Nasser e registrò un nuovo album, Extensions, nel 1965. Jamal e Nasser continuarono a suonare e registrare insieme dal 1964 al 1972. Unì anche le forze con Fournier (di nuovo, ma solo per circa un anno) e il batterista Frank Gant (1966-1976), tra gli altri. Fino al 1970 suonava esclusivamente il piano acustico. L’ultimo album su cui suonava il piano acustico nella sequenza regolare era The Awakening. Negli anni ’70 suonava anche il piano elettrico; una di queste registrazioni era una registrazione strumentale di “Suicide is Painless”, la colonna sonora del film del 1970 MASH, che fu pubblicata su una ristampa del 1973 dell’album della colonna sonora del film, sostituendo la versione vocale originale della canzone di The Mash. Si diceva che il pianoforte Rhodes fosse un dono di qualcuno in Svizzera. Ha continuato a suonare negli anni ’70 e ’80, principalmente in trio con pianoforte, basso e batteria, ma occasionalmente ha ampliato il gruppo includendo la chitarra.
Ha suonato per le celebrazioni di Capodanno al Blues Alley di Washington, DC, dal 1979 agli anni ’90.
Nel 1986, Jamal fece causa al critico Leonard Feather per aver usato il suo antico nome in una pubblicazione.
Clint Eastwood presentò due registrazioni dell’album But Not For Me di Jamal – “Music, Music, Music” e “Poinciana” – nel film del 1995 The Bridges of Madison County.
Ormai a ottant’anni, Ahmad Jamal ha continuato a fare numerosi tour e registrazioni. Gli album pubblicati di recente includono Saturday Morning (2013),  e l’uscita per CD / DVD Ahmad Jamal con Yusef Lateef Live a L’Olympia (2014) e Marsiglia (2017), con voce in francese.
Jamal è il principale mentore del piano jazz virtuoso Hiromi Uehara, noto come Hiromi.
Discografia :
Count em 88– 1955
Happy Moods– 1960

 

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: