Vai al contenuto

I pianisti : Roosvelt Sykes

Sykes è nato a Elmar, nell’Arkansas, ed è cresciuto vicino a Helena. All’età di 15 anni, ha iniziato a suonare il pianoforte in stile blues barrell. Come molti bluesman del suo tempo, ha viaggiato suonando per il pubblico maschile in campi, segherie  e argini lungo il fiume Mississippi, a volte in coppia con Big Joe Williams, raccogliendo un repertorio di materiale grezzo e sessualmente esplicito.
I suoi vagabondaggi lo portarono infine a St. Louis, nel Missouri, dove conobbe St Louis Jimmy Oden,  lo scrittore dello standard blues “Goin ‘Down Slow”.Nel 1929 fu individuato da un talent scout e inviato a New York City per registrare per la Okeh Records.
La sua prima uscita fu “44 Blues” che divenne uno standard blues e la sua canzone d’autore.
Iniziò presto a registrare diverse etichette con vari nomi, tra cui Easy Papa Johnson, Dobby Bragg e Willie Kelly (per Victor Records dal 1930 al 1933). Durante questo periodo fece amicizia con un altro musicista blues, il cantante Charlie “Specks” McFadden, e lo accompagnò per metà delle sue registrazioni.
Dopo che lui e Oden si trasferirono a Chicago, Sykes trovò il suo primo periodo di fama quando firmò un contratto con Decca Records nel 1934.
Nel 1943, firmò con la Bluebird Records e registrò con suoi Honeydrippers.
Sykes e Oden hanno continuato la loro amicizia musicale negli anni ’60.
A Chicago, Sykes ha iniziato a mostrare una crescente urbanità nel suo songwriting, usando una struttura gospel pop blues a otto battute invece del tradizionale blues a dodici battute. Nonostante la crescente urbanità del suo stile, divenne gradualmente meno competitivo nella scena musicale del secondo dopoguerra. Dopo la scadenza del contratto con la RCA Victor, registrò per etichette più piccole, come la United, fino a quando le sue opportunità si esaurirono a metà degli anni ’50. Sykes lasciò Chicago nel 1954 per New Orleans mentre il blues elettrico stava conquistando i club blues di Chicago. Quando tornò a registrare negli anni ’60, era per etichette come Delmark, Bluesville, Storyville e Folkways, che documentavano la rapida storia del blues.
Ha vissuto i suoi ultimi anni a New Orleans, dove è morto di infarto  il 17 luglio 1983.
Discografia :
The return of Roosvelt Sykes – 1960

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: