Vai al contenuto

I bluesman : Sonny Boy Williamson II

La data di nascita di Miller è contestata. In una performance a parole chiamata “La storia di Sonny Boy Williamson”, che fu successivamente inclusa in diverse compilation, Miller afferma di essere nato a Glendora, nel Mississippi nel 1897. Una dichiarazione contraria parla Alex Ford (pronunciato “Aleck”) nato nella piantagione di Sara Jones nella contea di Tallahatchie, Mississippi.
Un’altra affermazione è che è nato il 5 dicembre 1899.
David Evans, professore di musica e un etnomusicologo all’Università di Memphis, afferma di aver trovato documenti del censimento secondo cui Miller nacque intorno al 1912, avendo sette anni il 2 febbraio 1920, il giorno del censimento.
Tuttavia, è stato affermato che un’affermazione del censimento dell’età senza un certificato di nascita non è una prova affidabile, poiché gli impiegati del censimento spesso commettevano errori, specialmente nelle città rurali dove poche persone potevano leggere o scrivere. La Lapide di Miller in o vicino a Tutwiler, Mississippi, fondata dal proprietario della casa discografica Lillian McMurry dodici anni dopo la sua morte, dà la sua data di nascita l’11 marzo 1908.
Ha vissuto e lavorato con il patrigno del mezzadro, Jim Miller, il cui cognome ha presto adottato, e la madre, Millie Ford, fino ai primi anni ’30. A partire dagli anni ’30, ha viaggiato nel Mississippi e nell’Arkansas e ha incontrato Big Joe Williams, Elmore James e Robert Lockwood, Jr., noto anche come Robert Junior Lockwood, che avrebbe suonato la chitarra nelle sue successive parti del Checker Records. Fu anche associato a  Robert Johnson durante questo periodo. Miller ha sviluppato il suo stile e la sua raffinata personalità scenica durante questi anni. Willie Dixon ha ricordato di aver visto Lockwood e Miller suonare a Greenville, Mississippi, negli anni ’30. Ha intrattenuto il pubblico con novità come l’inserimento di un’estremità dell’armonica in bocca e il gioco senza mani. A quel tempo era spesso conosciuto come “Rice” Miller – un soprannome d’infanzia derivante dal suo amore per il riso e il latte  – o come “Little Boy Blue”. Nel 1941 Miller fu assunto per suonare al King Biscuit Time show, pubblicizzando il marchio King Biscuit di farina da forno sulla stazione radio KFFA di Helena, Arkansas, con Lockwood. Lo sponsor del programma, Max Moore, iniziò a fatturare Miller come Sonny Boy Williamson, apparentemente nel tentativo di capitalizzare la fama del noto suonatore di armonica e cantante di Chicago Sonny Boy Williamson (nome di nascita John Lee Curtis Williamson, morto nel 1948) . Sebbene John Lee Williamson fosse una delle maggiori star del blues che aveva già pubblicato decine di dischi di successo e ampiamente influenti sotto il nome di “Sonny Boy Williamson” dal 1937 in poi, Miller avrebbe in seguito affermato di essere stato il primo a usare il nome. Alcuni studiosi del blues credono che l’affermazione di Miller che nacque nel 1899 fosse uno stratagemma per convincere il pubblico che era abbastanza grande da aver usato il nome prima di John Lee Williamson, nato nel 1914.
(continua)

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: