Vai al contenuto

Le voci : Etta James

Hawkins è nata il 25 gennaio 1938 a Los Angeles, in California, da Dorothy Hawkins, che all’epoca aveva 14 anni. Suo padre non è mai stato identificato. La
James ipotizzò che fosse la figlia del giocatore di biliardo Rudolf “Minnesota Fats” Wanderone, che incontrò brevemente nel 1987.
Sua madre era spesso assente dal loro appartamento a Watts, intrattenendo rapporti con vari uomini, e la James viveva con una serie di genitori adottivi, in particolare “Sarge” e “Mama” Lu.  Si riferì a sua madre come “la signora del mistero”. Ricevette la sua prima formazione vocale professionale all’età di cinque anni da James Earle Hines, direttore musicale del coro Echoes of Eden presso la St. Paul Baptist Church, nel centro-sud di Los Angeles. Sotto la sua guida, ha subito abusi fisici durante i suoi anni formativi, con il suo istruttore che spesso le dava un pugno sul petto mentre cantava per forzare la sua voce a venire dal suo intestino. Di conseguenza, ha sviluppato una voce insolitamente forte per una bambina della sua età.
Anche Sarge, come il direttore musicale del coro, era abusivo. Durante le partite di poker ubriaco a casa, svegliava James nelle prime ore del mattino e la costringeva a botte a cantare per i suoi amici. Il trauma del padre adottivo che l’ha costretta a cantare in queste circostanze umilianti le ha causato difficoltà nel cantare su richiesta durante la sua carriera.
Nel 1950, Mama Lu morì e la madre biologica di James la portò nel quartiere Fillmore di San Francisco.  Nel giro di un paio d’anni, iniziò ad ascoltare doo-wop e fu ispirata a formare un gruppo di ragazze, le Creolettes (così chiamate per la carnagione chiara dei membri).

All’età di 14 anni, ha incontrato il musicista Johnny Otis. Le storie su come si sono incontrati variano. Nella versione di Otis, è venuta nel suo hotel dopo una delle sue esibizioni in città e lo ha convinto a fare un provino. Un’altra storia era che Otis notò i Creolettes esibirsi in un nightclub di Los Angeles e cercò loro di registrare la sua “canzone di risposta” su “Work with Me, Annie” di Hank Ballard. Otis prese il gruppo sotto la sua ala protettrice, aiutandoli a firmare per Modern Records e cambiando il loro nome da Creolettes a Peaches.  Ha anche dato alla cantante il suo nome d’arte, trasponendo Jamesetta in Etta James. James registrò la versione, per la quale le fu dato credito come coautrice, nel 1954, e il disco fu pubblicato all’inizio del 1955 come “Dance with Me, Henry”. Il titolo originale della canzone era “Roll with Me, Henry”, ma è stato modificato per evitare la censura a causa del titolo off-color (rotolo, che implica attività sessuale). Nel febbraio dello stesso anno, la canzone raggiunse il numero uno della classifica Hot Rhythm & Blues Tracks. Il suo successo ha dato al gruppo un posto di apertura nel tour nazionale di Little Richard.

Mentre James era in tour con Richard, la cantante pop Georgia Gibbs registrò una versione della canzone di James, che fu pubblicata con il titolo “The Wallflower” e divenne un successo crossover, raggiungendo il numero uno della Billboard Hot 100, cosa che fece arrabbiare James. Dopo aver lasciato i Peaches, James ha avuto un altro successo R&B con “Good Rockin ‘Daddy” ma ha lottato con i follow-up. Quando il suo contratto con Modern non venne rinnovato nel 1960, firmò  un contratto con Chess Records. Poco dopo è stata coinvolta in una relazione con il cantante Harvey Fuqua, il fondatore del gruppo doo-wop The Moonglows.

Il musicista Bobby Murray è stato in tour con James per oltre 20 anni.
All’inizio del 1955, lei e un aspirante cantante, il diciannovenne Elvis Presley, che all’epoca registrava per i Sun Studios e appassionato fan di King, condivideva un conto in un grande club appena fuori Memphis. Nella sua autobiografia, ha notato quanto fosse colpita dai modi del giovane cantante. Ha anche ricordato quanto l’ha resa felice molti anni dopo quando ha scoperto che era stato Presley a trasferire la sua cara amica Jackie Wilson da una casa di convalescenza scadente a una struttura più appropriata e, come diceva lei, aveva pagato tutte le spese. Presley morì un anno dopo. Wilson ha continuato a vivere per altri dieci anni nel centro di assistenza che Presley ha trovato per lui.

 
(continua)

Categorie

Le voci

Tag

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

2 pensieri riguardo “Le voci : Etta James Lascia un commento

  1. Più mi trovo davanti la storia di Etta… l’antico formulata bionda… più mi viene la pelle d’oca. I suoi anni di formazione vocale credo che oggi non li sopporterebbe nessuno. Ne ha passate ma… che grande cantante! Non c’è ne sono più di voci dimili anche se debbo ammettere che Beyonce con ‘At Last’ è w ad uadi identica.

    Piace a 1 persona

  2. Mado’ Miss Etta è qualcosa di irraggiungibile…
    Ma fecero degli ottimi duetti con lei Cindy Lauper, Beyoncé e Cristina Aguilera.
    Li vidi in uno speciale che la riguardava tempo fa su rai 5…mi sfugge il titolo 🤔

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: