Vai al contenuto

Guitar corner : Steve Vai

Steve Vai, discendente di immigrati italiani, è nato a Carle Place, New York, il 6 giugno 1960. È il quarto figlio di John e Theresa Vai.  Descrisse le sue prime esperienze con la musica come “, all’età di cinque anni ho camminato fino al piano, ho colpito una nota e ho notato che a destra le note vanno più in alto e a sinistra le note si abbassano. In quello stesso momento, ho avuto una piena epifania. Sono stato sommerso dalla realizzazione istintiva di come la musica è stata creata e di come ha funzionato dal punto di vista teorico: l’intero linguaggio della musica era molto ovvio. . Mi sono reso conto che potevo farlo, avrei potuto fare musica e poteva essere quello che volevo. ” Fu un anno dopo, all’età di sei anni, che Vai conobbe la sua prima introduzione alla chitarra, ricordando che “Vidi questo ragazzo di nove anni suonare la chitarra nel mio auditorium della scuola elementare, e quella fu un’altra epifania che Sì. Era il mio primo riconoscimento dello strumento. Quando ho visto quella chitarra e ho visto questo ragazzo suonarlo, sapevo istintivamente che un giorno avrei suonato la chitarra e che sarebbe stato il mio strumento, lo sapevo e basta. Era la cosa più bella che avessi mai visto. ”
Da bambino, Vai è stato influenzato dalla musica che i suoi genitori  ascoltavano in casa. Un album in particolare che cita come il suo “risveglio musicale” era la colonna sonora originale del film del 1961 West Side Story.
All’età di undici anni, Vai è stato introdotto al rock contemporaneo e alla musica progressive dell’epoca, e dopo aver ascoltato l’assolo di chitarra di Heartbreaker dei Led Zeppelin all’età di dodici anni, ha deciso di iniziare a suonare veramente la chitarra.Nel 1973, Vai iniziò a prendere lezioni di chitarra da Joe Satriani, nativo di New York, e suonò in gruppi locali (The Ohio Express, Circus e Rayge) durante gli anni del liceo.  Vai cita artisti come Jimmy Page, Brian May Ritchie Blackmore,Jeff Beck Jimi Hendrix e i chitarristi della fusion jazz Allan HoldsworthAl Di Meola come alcune delle sue maggiori influenze in quel periodo.  Nel 1978, per perseguire ulteriormente il suo interesse per la composizione e la teoria della musica, Vai frequentò il Berklee College of Music di Boston, nel Massachusetts. Mentre era a Berklee, Vai iniziò a lavorare per Frank Zappa come trascrittore e, nel mezzo del suo quarto semestre, si trasferì in California per iniziare la sua carriera come artista di sessione e touring member per Zappa.
Sempre a Berklee, Vai ha incontrato la sua futura moglie Pia Maiocco, con il quale è stato insieme da allora; hanno due figli.  Nel 2003, Vai ha ricevuto un dottorato onorario di musica da Berklee.
Nel 1978, Vai inviò sia una trascrizione notata di “The Black Page” di Frank Zappa, sia una registrazione della sua band del college, Morning Thunder, su Zappa.  Stupito da questo, Zappa rispose mettendo Vai sul suo conto come trascrittore per trascrivere il suo lavoro, che includeva pezzi degli album Joe’s Garage e Shut Up ‘n Play Yer Guitar.  Dopo aver lasciato il Berklee College of Music e essersi trasferito in California, Vai ha fatto l’audizione per il gruppo ed è diventato un membro a tempo pieno della band di Zappa, andando al suo primo tour con Zappa alla fine del 1980. Zappa si riferiva spesso a Vai come al suo “piccolo virtuoso italiano”,  e Vai è spesso elencato nelle note di copertina degli album di Zappa per aver eseguito parti di chitarra “stunt” o “impossibili”. Vai è stato un artista di spicco nell’edizione 1993 di Zappa’s Universe, e nel 2006, è apparso come ospite speciale nel tour Zappa Plays Zappa di Dweezil Zappa; entrambi i progetti hanno vinto il Grammy Award.Dopo essere passato dall’impiego di Zappa nel 1983, Vai acquistò una casa a Sylmar, a Los Angeles, dove costruì il suo primo studio professionale.  Durante questo periodo, Vai formò due band (The Classified e 777) , oltre a scrivere e registrare una grande quantità di musica che inizialmente non era prevista per l’uscita. Da questo materiale, Vai ha compilato il suo primo album in studio Flex-Able. Ha creato la sua etichetta discografica, Akashic Records (in seguito Light Without Heat Records), che ha usato per portare Flex-Able direttamente nei canali di distribuzione.  Flex-Able è stato rilasciato nel gennaio 1984.

Vai ha iniziato la sua ascesa al successo del pubblico nel 1983 quando, poco prima dell’uscita di Flex-Able, la sua composizione “The Attitude Song” è stata pubblicata sulla rivista Guitar Player.  La canzone era centrata su un riff di chitarra principale nell’indicazione del tempo 7/16, suonata su una sezione ritmica centrata in 4/4. Ciascuna sezione successiva della canzone mostrava una serie di tecniche specializzate (come il tapping, le acrobazie con la whammy barr, tecniche di picking, le armonie multiparte e il fraseggio dispari) utilizzate in modi spigolosi ed esagerati che erano unici per una canzone all’epoca.
L’interesse dell’opinione pubblica crebbe ancora di più quando la canzone di Vai “Blue Powder” (una dimostrazione per l’amplificatore Carvin X100b) fu pubblicata anche su Guitar Player, che mostrava il lato virtuoso del processo compositivo di Vai. Sempre nel 1986, Vai è stato scelto nel film di successo Mississippi Adventure nel ruolo del chitarrista del diavolo “Jack Butler”. Nella famosa “scena del duello” tra Vai e il personaggio di Ralph Macchio, Vai ha scritto ed eseguito tutte le parti di chitarra ad eccezione della chitarra slide, che è stata eseguita da Ry Cooder.
Tra un lavoro solista e l’altro, Vai ha sostituito  Yngwie Malmsteen nel giugno 1984 come chitarrista solista degli Alcatrazz, con il quale ha registrato l’album Disturbing the Peace. Vai se ne andò poco dopo il tour successivo per unirsi alla band di David Lee Roth.

Nel 1985, Vai si unì alla band post-Van Halen di David Lee Roth come chitarrista solista, insieme all’ex bassista dei Talas Billy Sheehan al basso; e l’ex batterista di  Maynard Ferguson Gregg Bissonette alla batteria. L’album di debutto del quartetto Eat ‘Em and Smile, pubblicato il 7 luglio 1986, fu sia un successo di critica che commerciale, raggiungendo il numero quattro nella classifica degli album di Billboard 200 e vendendo oltre due milioni di copie. Il direttore della rivista Guitar World Brad Tolinski ha commentato il modo in cui Vai suonò in quel momento, dicendo che “la magia della chitarra di Steve Vai è così profonda che in passato sarebbe stato bruciato come una strega.” Retrospettivamente, Eat ‘Em and Smile è spesso valutato come uno dei più grandi album rock degli anni ’80.  Il tour Eat ‘Em and Smile del gruppo iniziò nell’agosto 1986 e continuò fino a febbraio 1987.
Il successivo album di Roth Skyscraper, pubblicato nel 1988, fu prodotto sia da Roth che da Vai.
Come il suo predecessore, l’album è stato un successo commerciale, raggiungendo il numero sei nella classifica Billboard 200.
Nel 1989, dopo il successo dello Skyscraper Tour, Vai lasciò la band.
È stato sostituito dal chitarrista dei  Cacophony Jason Becker.
Nel 1985, dopo essere entrato a far parte della band di Roth, Vai ha progettato la chitarra JEM, uno strumento unico che incorporava una serie di design innovativi che da allora sono diventati punti fermi in tutta l’industria della chitarra. Vai ha iniziato a lavorare con Ibanez nel 1986 per sviluppare la chitarra e la prima produzione di chitarre Ibanez JEM 777 è stata rilasciata nel 1987.
Dal 1985 al 1990, Vai ha registrato Passion and Warfare nel suo studio casalingo, il suo secondo album solista in studio.
Dopo aver lasciato la band di Roth nel 1989, Vai riscattò il suo contratto con la Capitol Records e firmò con Relativity Records per l’uscita di Passion and Warfare, che fu completata poco dopo aver iniziato a registrare le parti di chitarra per l’album Slip of the Tongue dei Whitesnake, dove lui ha sostituito l’infortunato Adrian Vandenberg.
Al momento della sua uscita nel novembre 1989, Slip of the Tongue ha venduto oltre tre milioni di copie in tutto il mondo, raggiungendo il numero 10 della Billboard 200 mentre Vai si è unito alla band nel loro tour mondiale di tredici mesi.
Nel maggio 1990, Vai ha pubblicato Passion and Warfare attraverso la Relativity Records,  e dopo la sua uscita, l’album aveva raggiunto il numero 18 nella Billboard 200, vendendo oltre un milione e mezzo di copie in tutto il mondo.
Passion and Warfare è valso a Vai una serie di premi come Guitar World e Guitar Player “Best Album” e “Best Rock Guitarist”.
Passion and Warfare è stato citato come uno degli album strumentali più pertinenti pubblicati.

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: