Vai al contenuto

I tastieristi : Peter Bardens

Bardens è nato a Westminster London da Dennis Bardens, romanziere e biografo, ed è cresciuto a Notting Hill. Ha studiato arte alla Byam Shaw School of Art e ha imparato il piano, prima di passare all’organo Hammond dopo aver ascoltato Jimmy Smith. Nel 1965, ha trascorso un breve periodo come tastierista con Them dopo aver lasciato The Cheynes. Dopo aver lasciato Them, formò una band chiamata The Peter B’s, pubblicando un singolo, nel 1966, chiamato “If You Wanna Be Happy” (il lato B era “Jodrell Blues”), una versione strumentale del vecchio standard.
Andò avanti e formò i Looners di Peter B che alla fine si trasformarono in Shotgun Express, una band che suonava musica soul e presentava Rod Stewart,  Peter Green e Mick Fleetwood.
Fleetwood in seguito ha dichiarato che il reclutamento di Barden nella band ha dato il via alla sua carriera musicale.
Dall’agosto 1968 al febbraio 1970, formò i The Village con il futuro Elvis Costello e il bassista di The Attractions Bruce Thomas e Bill Porter (batteria). Hanno pubblicato un singolo “Man in the Moon” / “Long Time Coming”Nel 1970, Bardens registrò The Answer, un album con Peter Green e Andy Gee.
Bardens registrò un album omonimo nel 1971 che fu pubblicato negli Stati Uniti come Write My Name in the Dust prima di formare Camel nel 1972.
Lasciò la band nel 1978 per unirsi alla band di Van Morrison. Ha registrato Wavelength con Morrison ed è apparso nella line-up del tour promozionale dell’album. Alla fine degli anni ’70, Bardens iniziò a esplorare l’elettronica e pubblicò l’album Heart to Heart nel 1979.Bardens ha scritto “Looking for a good time” con Bobby Tench, interpretato come il lato B del singolo “Chain Gang” (1982), che Tench aveva registrato in omaggio a Sam Cooke. Durante quell’epoca, Bardens suonò anche con Alan Parsons Project. Nel 1984, è diventato un membro di Keats (un derivato di Alan Parsons Project) e ha pubblicato un album con loro. Bardens continuò a pubblicare numerosi album elettronici da solista, tra cui Seen One Earth (1987), che trovarono successo nelle classifiche negli Stati Uniti.  Anche il primo singolo dell’album, “In Dreams”, ebbe un successo commerciale. La canzone ha goduto di pesanti airplay su stazioni rock negli Stati Uniti e in Australia, dove la stazione rock Brisbane 4MMM, la stazione radio più popolare del paese in quel momento, l’ha aggiunta alla loro playlist. Nel 1988, lo seguì con Speed ​​of Light (1988) che presentava Mick Fleetwood. “Gold” di questo album è stato pubblicato negli Stati Uniti come singolo e ha riscontrato un certo successo su MTV.Ha pubblicato Water Colours nel 1991 e Big Sky nel 1994. Sempre nel 1994, con il suo ex compagno di band Camel Andy Ward ed ex membri dei Caravan, ha formato la band Mirage per un breve tour europeo. Una successiva versione tutta americana della band, con solo Bardens e il chitarrista Steve Adams della formazione originale, fece più tournée nel 1996.Il suo ultimo concerto, dopo la diagnosi di un tumore al cervello, è stato a Los Angeles nell’estate del 2001. Altri artisti che si sono uniti a lui al suo concerto includevano Mick Fleetwood, John Mayal, John McVie, Sheila E. e Ben Harper.
Bardens morì di cancro ai polmoni a Malibu nel gennaio 2002, all’età di 57 anni  e fu sepolto nell’Hollywood Forever Cemetery.
Un doppio CD Write My Name in the Dust: The Anthology 1963–2002 fu pubblicato dopo la sua morte e includeva brani registrati durante

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: