Vai al contenuto

Fiati e d’intorni : Sam Rivers

Rivers è nato a El Reno, in Oklahoma. Suo padre era un musicista gospel che aveva cantato con i cantanti del  Quartetto di Silverstone, esponendo Rivers alla musica fin dalla tenera età. Suo nonno era Marshall W. Taylor, un leader religioso del Kentucky. Rivers fu di stanza in California negli anni ’40 durante un periodo di permanenza nella Marina. Qui si è esibito semi-regolarmente con il cantante blues Jimmy Whiterspoon. Rivers si trasferì a Boston, nel Massachusetts, nel 1947, dove studiò al Conservatorio di Boston con Alan Hovhaness. Si è esibito con Quincy Jones, Herb Pomeroy, Tadd Dameron e altri.
Nel 1959 Rivers iniziò ad esibirsi con il batterista tredicenne Tony Williams. Rivers fu per un breve periodo membro del  Miles Davis Quintet nel 1964, in parte su raccomandazione di Williams. Questa edizione del quintetto ha pubblicato un singolo album dal vivo, Miles a Tokyo, da uno spettacolo registrato il 14 luglio alla Kohseinenkin Hall. Il mandato di Rivers con il quintetto fu breve: ebbe impegni a Boston, e il suo stile era troppo all’avanguardia per Davis durante questo periodo; fu sostituito da  Wayne Shorter poco dopo.

Rivers è stato messo sotto contratto da Blue Note Records, per il quale ha registrato quattro album come leader e ha fatto diverse apparizioni da sideman. Tra i noti sidemen dei suoi album dei Blue Note c’erano Jaki Byard , che appare in Fuchsia Swing Song,

Herbie Hancock e Freddie Hubbard. È apparso in registrazioni Blue Note di Tony Williams,  Andrew Hill e Larry Young.

Rivers derivava la sua musica da bebop, ma era un musicista avventuroso, esperto di  free jazz.
Il primo dei suoi album dei Blue Note, Fuchsia Swing Song (1964), adotta un approccio a volte chiamato “dentro-fuori”. Qui l’esecutore spesso cancella la struttura armonica esplicita (“uscire”) ma mantiene un collegamento nascosto in modo da poter tornare ad esso senza soluzione di continuità. Rivers ha portato gli strumenti concettuali dell’armonia bebop a un nuovo livello in questo processo, uniti in ogni momento alla capacità di “raccontare una storia”, che Lester Young aveva stabilito come punto di riferimento per l’improvvisatore jazz.

I suoi poteri di compositore erano anche evidenti in questo periodo: la ballata “Beatrice” di Fuchsia Swing Song è diventata uno standard importante, in particolare per i sassofonisti tenore. Ad esempio, è il primo taglio di The State of the Tenor, Vols del 1985 di Joe Henderson. 1 e 2, e  Stan Getz lo registrò durante le sessioni del 1989 alla fine emesse come Bossas & Ballads – The Lost Sessions.

Durante gli anni ’70, Rivers e sua moglie Bea gestivano un loft jazz chiamato “Studio Rivbea” nel quartiere NoHo di New York City. Si trovava in Bond Street a Lower Manhattan ed è stato originariamente aperto come spazio di esibizione pubblica come parte del primo New York Musicians Festival nel 1970.  Il critico John Litweiler ha scritto che “A New York Loft Jazz significava Free Jazz negli anni Settanta” e lo Studio Rivbea era “il più famoso dei loft”. Il loft è stato importante nello sviluppo del jazz perché era un esempio di artisti che creavano i propri spazi di esibizione e si assumevano la responsabilità di presentare la musica al pubblico. Ciò ha permesso che la musica fosse libera da preoccupazioni extra-musicali che sarebbero presenti in una discoteca o in una sala da concerto. Una serie di registrazioni fatte nel loft furono pubblicate con il titolo Wildflowers sull’etichetta Douglas.

Rivers è stato anche reclutato da Clifford Thornton per dirigere un gruppo studentesco di world music / free jazz presso la Wesleyan University nel 1971.

Durante quest’era Rivers continuò a registrare, inclusi diversi album per Impulse !: Streams, registrati dal vivo a Montreux, Hues (entrambi i dischi contengono diverse esibizioni di trio successivamente raccolte su CD come Trio Live),

l’album del quartetto Sizzle e il suo primo disco big-band , forse il suo lavoro più noto di questo periodo è la sua apparizione alla con Dave Holland, in compagnia di Anthony Braxton e Barry Altschul.
Discografia :
Fuchsia Swing song– 1964
Contours– 1965

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: