Vai al contenuto

Le bands : King Crimson

Nell’agosto del 1967, i fratelli  Michael Giles (batteria) e Peter Giles (basso), che erano stati musicisti professionisti in varie bande giovanili sin dalla loro adolescenza nel Dorset, in Inghilterra, cercavano un organista cantante per unirsi al loro nuovo gruppo.
Il musicista del Dorset Robert Fripp – un chitarrista che non ha cantava – ha risposto e il trio ha formato la band Giles, Giles & Fripp. Basato su un formato di canzoni pop eccentriche e strumentali complessi, la band ha registrato diversi singoli senza successo e un album, The Cheerful insanity of Giles, Giles & Fripp .
La band è rimasta al limite del successo, con diverse sessioni radiofoniche e un’apparizione televisiva, ma non ha mai segnato il successo che sarebbe stato cruciale per una svolta commerciale.
Tentando di espandere il loro suono, i tre reclutarono  Ian McDonald su tastiere, ance e fiati. McDonald ha portato con sé la sua allora ragazza, l’ex cantante dei Fairport Convention Judy Dyble il cui breve mandato con il gruppo è terminato quando i due si sono separati.
McDonald ha coinvolto il paroliere, roadie e artista Peter Sinfield, con cui aveva scritto canzoni – una collaborazione iniziata quando McDonald aveva detto a Sinfield, riguardo alla sua band del 1968 Creation, “Peter, devo dirti che la tua band è senza speranza , ma scrivi delle parole fantastiche. Ti piacerebbe riunirti in un paio di canzoni? “
Fripp, nel frattempo, ha visto esibirsi i Clouds al Marquee Club di Londra, che lo ha ispirato a incorporare melodie classiche e improvvisazioni jazz in il suo songwriting.  Non più interessato a perseguire lo stile pop più stravagante di Peter Giles, Fripp raccomandò al suo amico, cantante e chitarrista  Greg Lake di unirsi e sostituire Peter Giles. In seguito Peter Giles la definì una delle “mosse politiche carine” di Fripp.  Ma era rimasto deluso dalla mancanza di successo della band e se n’era andato, lasciando Lake a diventare bassista e cantante.

La prima incarnazione del re Crimson si è formata a Londra il 30 novembre 1968 e provata per la prima volta il 13 gennaio 1969.
Il nome della band fu coniato da Sinfield, sebbene non intendesse essere sinonimo di Beelzebub, principe dei demoni.  (Secondo Fripp, Beelzebub sarebbe una forma anglicizzata della frase araba “B’il Sabab”, che significa “l’uomo con uno scopo”.) Storicamente ed etimologicamente, un “re cremisi” era un monarca durante il cui regno ci furono disordini civili e copiosi spargimenti di sangue; l’album ha debuttato al culmine dell’opposizione mondiale al coinvolgimento militare degli Stati Uniti nel sud-est asiatico. A questo punto, McDonald fu il principale compositore del gruppo, sebbene con contributi di Lake e Fripp, mentre Sinfield scrisse i testi, progettò e gestì l’illuminazione del palco della band, ricevendo il merito di “suoni e visioni”. McDonald suggerì alla band di acquistare un Mellotron e iniziarono a usarlo per creare un suono rock orchestrale, ispirato ai The Moody Blues. Sinfield ha descritto i  Crimson in questo modo: “Se suonava del tutto popolare, era fuori. Quindi doveva essere complicato, dovevano esserci più accordi, doveva avere strane influenze. Se suonava, come, troppo semplice, noi ‘ lo renderemo più complicato, lo suonavamo in 7/8 o 5/8, solo per metterci in mostra “.
I King Crimson hanno fatto il loro debutto dal vivo il 5 luglio 1969  suonando al concerto gratuito dei Rolling Stones a Hyde Park, Londra, nel luglio 1969, davanti a circa 500.000 persone.  L’album di debutto, In the court of the crimson king., fu pubblicato nell’ottobre 1969 su Island Records.

In seguito Fripp lo avrebbe descritto come “un successo immediato” e “l’album acido di New York del 1970” (nonostante l’affermazione di Fripp e Giles secondo cui la band non ha mai usato droghe psichedeliche). L’album ha ricevuto complimenti pubblici da Pete Townshend, il chitarrista dei The Who, che ha definito l’album “un capolavoro misterioso”.  Il suono dell’album, incluso il brano di apertura “21st Century Schizoid Man”, è stato descritto come impostazione senza  precedente per il rock alternativo e grunge, mentre le tracce più morbide sono descritte come “eteree” e “quasi sacre”. Contrariamente all’hard rock a base blues delle scene contemporanee britanniche e americane, King Crimson ha presentato un approccio più europeizzato che ha unito antichità e modernità. La musica della band ha attinto a una vasta gamma di influenze fornite da tutti e cinque i membri del gruppo. Questi elementi includevano musica classica di epoca romantica e modernista, il rock psichedelico guidato da Jimi Hendrix, folk, jazz, musica militare (parzialmente ispirato al periodo di McDonald come musicista dell’esercito), improvvisazione ambientale, Vittoriana e pop britannico.
Dopo aver suonato in spettacoli in tutta l’Inghilterra, la band ha fatto un tour negli Stati Uniti con vari spettacoli pop e rock. Il loro primo spettacolo è stato al Goddard College di Plainfield, nel Vermont. Mentre il loro sound originale ha stupito il pubblico e la critica contemporanei,  le tensioni creative si stavano già sviluppando all’interno della band. Giles e McDonald, che si sforzano ancora di far fronte al rapido successo di King Crimson e alle realtà della vita da tour si sentirono a disagio con la direzione della band. Sebbene non fosse né il compositore dominante nella band né il frontman, Fripp è stato la forza trainante e il portavoce della band, portando King Crimson in aree musicali progressivamente più oscure e più intense. McDonald e Giles, che ora preferivano uno stile musicale più leggero e più romantico e si sono sempre più sentiti a disagio con la loro posizione e si sono dimessi dalla band durante il tour negli Stati Uniti. Per salvare quelli che considerava gli elementi più importanti di King Crimson, Fripp si offrì di rassegnare le dimissioni, ma McDonald e Giles dichiararono che la band era “più (lui) di loro” e che quindi dovevano essere loro a lasciare.
La formazione ha suonato il loro ultimo spettacolo al Fillmore West di San Francisco il 16 dicembre 1969.
Le registrazioni live del tour sono state rilasciate nel 1997 su Epitaph.
Dopo il loro primo tour negli Stati Uniti, i King Crimson erano in uno stato di flessione con vari cambi di line-up, ostacolando i piani del tour e creando difficoltà a trovare una direzione musicale soddisfacente. Questo periodo è stato successivamente definito “interregnum” – un soprannome che implica che il “Re” (re Crimson) non era correttamente in atto durante questo periodo.
Fripp divenne l’unico musicista rimasto nella band, con Sinfield che espandeva il suo ruolo creativo nel suonare sintetizzatori.

Fripp e Sinfield registrarono il secondo album dei King Crimson, In the Wake of Poseidon, nel 1970 con i fratelli Giles assunti come sezione ritmica della sessione, e con il pianista jazz Keith Tippett e il sassofonista dei Circus  Mel Collins come musicisti ospiti. Il gruppo ha preso in considerazione l’assunzione di Elton John come cantante, ma la cosa non andò in porto.
Lake, che stava partendo per formare quello che sarebbe diventato Emerson, Lake & Palmer., ha quindi accettato di cantare sull’album in cambio della ricezione dell’attrezzatura PA  dei King Crimson su tutte le canzoni tranne “Cadence and Cascade”, che alla fine fu cantata da Fripp  e Gordon Haskell.
Sebbene a Tippett venisse offerta l’appartenenza alla band, preferiva rimanere come collaboratore in studio, esibendosi con la band per un singolo concerto. 
Alla sua uscita nel maggio 1970, In the Wake of Poseidon raggiunse il n. 4 nel Regno Unito e il n. 31 negli Stati Uniti. Ha ricevuto alcune critiche da coloro che pensavano che suonasse troppo simile al loro primo album.  Senza musicisti che si esibissero nel loro nuovo album, Fripp e Sinfield persuasero Haskell a unirsi come cantante e bassista e reclutarono Andrew McCulloch come batterista, mantenendo Collins come sassofonista, flautista e tastierista occasionale.
Durante le sessioni di scrittura per il terzo album, Lizard,  Haskell e McCulloch non hanno avuto voce in capitolo nella direzione del materiale, dal momento che Fripp e Sinfield hanno scritto l’album da soli, portando Tippett, Mark Charig sulla cornetta, Nick Evans sul trombone, e Robin Miller su oboe e corno inglese come musicisti aggiuntivi.
Haskell ha cantato e suonato il basso.
Anche  Jon Anderson degli  Yes è stato ingaggiato per cantare la prima parte del brano dell’album, “Prince Rupert Awakes”,  che Fripp e Sinfield consideravano fuori dalla gamma e dallo stile di Haskell.
Lizard presentava influenze jazz e da camera classica d’avanguardia più forti rispetto agli album precedenti, nonché esperimenti iniziali di Sinfield con elaborazione e distorsione del suono attraverso il sintetizzatore EMS VCS 3. Presenta anche testi complessi di Sinfield, tra cui una canzone in codice sulla rottura dei Beatles, con quasi l’intera seconda parte occupata da una suite da camera prevalentemente strumentale che descrive una battaglia medievale e il suo risultato. Rilasciato nel dicembre 1970, Lizard raggiunse il n. 29 nel Regno Unito e il n. 113 negli Stati Uniti.
Descritto retrospettivamente come un “giusto acquisito”,  Lizard non era certamente per il gusto dei più orientati al r&b di Haskell e McCulloch, entrambi i quali trovavano difficile correlare la musica. Di conseguenza, Haskell lasciò la band in modo acerbo dopo aver rifiutato di cantare dal vivo con distorsione ed effetti elettronici. Anche McCulloch è partito,  lasciando Fripp e Sinfield per reclutare nuovi membri ancora una volta.

Dopo una ricerca di nuovi musicisti, Fripp e Sinfield si sono assicurati un ritorno di Collins e Ian Wallace alla batteria.
Le audizioni per un cantante includevano quelle di Bryan Ferry e John Gaydon, il manager della band.
La posizione è andata a Boz Burrell.
Il bassista John Wetton fu invitato a unirsi, ma rifiutò (all’epoca) per suonare con i Family.
Rick Kemp ha rifiutato un’offerta di unirsi, lasciando Fripp e Wallace che insegnavano a Burrell a suonare il basso piuttosto che continuare le audizioni. Sebbene non avesse mai suonato il basso prima, Burrell aveva suonato abbastanza chitarra ritmica per aiutarlo nell’apprendimento dello strumento.
Con la formazione completa, i King Crimson fecero un tour nel 1971 per la prima volta dal 1969.
I concerti furono ben accolti, ma le differenze musicali e di stile di vita di Collins, Wallace e Burrell iniziarono ad allontanare il Fripp senza droghe, che iniziò a ritirarsi socialmente dai suoi compagni di band, creando ulteriore tensione.
Nel 1971, la nuova formazione King Crimson registrò Islands.

Liberamente influenzato dalle collaborazioni orchestrali di Miles Davis con Gil Evans , l’album ha anche mostrato segni di una divisione negli stili tra Sinfield (che ha favorito l’approccio jazz-folk più morbido e strutturale e voleva che la band si muovesse nella direzione di Miles Davis) e Fripp (che era più attratto dallo stile strumentale più aspro esemplificato dalla strumentale “Sailor’s Tale”, con il suo Mellotron drammatico e la tecnica della chitarra ispirata al banjo). Islands presentava anche l’unico esperimento della band con un ensemble d’archi in “Prelude: Song of the Gulls” e il volgare “Ladies of the Road” ispirato al rhythm and blues.
Un accenno di guai arrivò quando un membro della band avrebbe descritto le parti più delicate e meditative di Islands come “merda ariosa e fatata”.
Rilasciato nel dicembre 1971, Islands si è classificata al numero 30 nel Regno Unito e al 76 negli Stati Uniti.
Dopo un periodo di tournée, Fripp chiese a Sinfield di lasciare la band, citando differenze musicali e una perdita di fiducia nelle idee del suo partner.
La band rimanente si sciolse aspramente durante le prove poco dopo, a causa del rifiuto di Fripp di incorporare le composizioni di altri membri nel repertorio della band. In seguito lo citò come “controllo di qualità”, con l’idea che i King Crimson avrebbero eseguito il “giusto tipo” di musica.
I King Crimson si riformarono per adempiere agli impegni di tournée nel 1972, con l’intenzione di sciogliersi in seguito.
Registrazioni da varie date nordamericane tra gennaio e febbraio 1972 furono pubblicate come Earthbound nel giugno 1972, noto e criticato per la sua qualità del suono scadente e lo stile che a volte virava verso il funk, con canti scat sui pezzi improvvisati.
A questo punto esisteva una netta frattura musicale tra Fripp e il resto della band, poiché Wallace, Burrell e Collins prediligevano uno stile più r&b.
Sebbene le relazioni personali fossero migliorate durante il tour del 1972 (al punto in cui la maggior parte della band desiderava continuare), Fripp scelse di separarsi dalla band esistente e di ristrutturare i King Crimson con nuovi membri, poiché sentiva che i membri attuali non sarebbero stati in grado di riprodurre il nuovo materiale che aveva in mente.
La terza formazione principale dei King Crimson era radicalmente diversa dalle due precedenti.
Le quattro nuove reclute di Fripp erano il percussionista libero improvvisatore Jamie Muir , il batterista Bill Bruford, che lasciò gli Yes a un nuovo picco commerciale nella loro carriera a favore dei “più oscuri” King Crimson, il bassista e cantante John Wetton, e il violinista e tastierista David Cross che Fripp aveva incontrato lavorando con colleghi di musica.
La maggior parte delle composizioni musicali erano collaborazioni tra Fripp e Wetton, che ciascuno componeva segmenti in modo indipendente e adattava quelli che trovavano compatibili.
Con Sinfield andato, la band ha reclutato l’amico di Wetton Richard Palmer-James come il loro nuovo paroliere.
A differenza di Sinfield, Palmer-James non ha avuto alcun ruolo nella direzione artistica, visiva o sonora; i suoi unici contributi furono i suoi testi, inviati a Wetton per posta dalla sua casa in Germania.
Dopo un periodo di prove, i King Crimson ripresero il tour il 13 ottobre 1972 allo Zoom Club di Francoforte e fu con la propensione della band per l’improvvisazione e la sorprendente presenza scenica di Muir che guadagnarono una rinnovata attenzione della stampa.
Nel gennaio e febbraio 1973, i King Crimson registrarono Larks ‘Tongues in Aspic a Londra, che fu pubblicato a marzo.

Il nuovo sound della band è stato esemplificato dalla title track in due parti dell’album – un cambiamento significativo rispetto a ciò che i King Crimson avevano fatto prima,  enfatizzando gli strumentali e tracciando influenze dalla musica classica, libera e heavy metal. 
Il disco mostrava l’approccio libero di  Jamie Muir alle percussioni, che includeva l’uso di una batteria, parti di biciclette, giocattoli, un bullroarer, colpire un gong con catene e scherzi meccanici.
Ha anche usato capsule di sangue finto applicate alla sua testa, diventando un unico esempio di tale attività teatrale teatrale nella storia della band.
L’album ha raggiunto il numero 20 nel Regno Unito e il numero 61 negli Stati Uniti. Dopo un periodo di ulteriori tour, Muir partì nel 1973, abbandonando del tutto l’industria musicale.
Sebbene inizialmente si pensasse che questo fosse stato motivato da un infortunio sul palco causato da un gong caduto su un piede, 
fu successivamente rivelato che Muir aveva attraversato una crisi spirituale personale e si era ritirato per diventare un monaco. 
Con Muir andato, i membri rimanenti si riunirono di nuovo nel gennaio 1974 per produrre Starless e Bible Black, usciti nel marzo 1974

che ha guadagnato loro una recensione positiva su Rolling Stone. 
Sebbene la maggior parte dell’album sia formata da esibizioni dal vivo del tour della fine del 1973,  le registrazioni sono state accuratamente modificate per suonare come un disco in studio, con “The Great Deceiver” e “Lament” le uniche tracce registrate interamente in studio. . 
L’album ha raggiunto il numero 28 nel Regno Unito e il 64 negli Stati Uniti.
Dopo l’uscita dell’album, la band ha iniziato a dividersi ancora una volta, questa volta per le prestazioni.
Musicalmente, Fripp si è trovato posizionato tra Bill Bruford e  John Wetton, che suonavano con tale forza e volume crescente che Fripp una volta li paragonò a “un muro di mattoni volante”,  e Cross, il cui violino acustico amplificato veniva sempre più soffocato dal ritmo sezione, portandolo a concentrarsi maggiormente sulle tastiere.
Un Cross sempre più frustrato iniziò a ritirarsi musicalmente e personalmente, con il risultato che fu escluso dal gruppo dopo il tour del 1974 in Europa e America della band. 

Nel luglio 1974 Fripp, Bruford e Wetton iniziarono a registrare Red. 
Prima che iniziasse la registrazione, Fripp, ora sempre più disilluso dal mondo della musica, rivolse la sua attenzione alle opere del mistico russo George Gurdjieff  e sperimentò una crisi spirituale con risveglio; in seguito lo descrisse come se “la parte superiore della mia testa fosse esplosa”.
Sebbene la maggior parte dell’album fosse già stata scritta, Fripp si ritirò in se stesso in studio e “ritirò la sua opinione”, lasciando Bruford e Wetton a dirigere la maggior parte delle sessioni di registrazione.
L’album contiene materiale registrato in studio con un brano dal vivo, “Providence”, registrato il 30 giugno 1974 con Cross nel gruppo.
Diversi musicisti, inclusi alcuni alcuni delle passate formazioni dei King Crimson, contribuiscono all’album. Rilasciato nell’ottobre 1974, Red è arrivato al numero 45 nel Regno Unito e al numero 66 negli Stati Uniti. AllMusic ha definito “un risultato impressionante” per un gruppo in procinto di sciogliersi, con una chimica musicale “intensamente dinamica” tra i membri della band.

Due mesi prima dell’uscita di Red, il futuro dei King Crimson sembrava luminoso (con colloqui sul membro fondatore Ian McDonald che si è unito al gruppo).  Tuttavia, Fripp desiderava non andare in tour poiché si sentiva sempre più disincantato dal gruppo e dall’industria musicale.
Sentiva anche che il mondo sarebbe finito nel 1981 e che doveva prepararsi per questo. 
Nonostante una riunione della band durante un tour negli Stati Uniti in cui Fripp espresse il desiderio di porre fine alla band,  il gruppo si sciolse formalmente il 25 settembre 1974 quando Fripp annunciò che i King Crimson avevano “cessato di esistere” ed erano “completamente finiti per sempre “. 
Successivamente è stato rivelato che Fripp aveva tentato di interessare i suoi manager a un King Crimson senza di lui, ma l’idea è stata respinta.
Dopo lo scioglimento della band, l’album live USA fu pubblicato nel maggio 1975, formato dalle registrazioni del loro tour nordamericano del 1974.
Ha ricevuto alcune recensioni positive,  tra cui “un must” per i fan della band e “follia che faresti meglio ad avere”. 
Problemi con alcuni nastri rendevano impercettibili alcuni violini di Cross, così Eddie Jobson fu assunto per eseguire sovraincisioni di violino e tastiere in uno studio; sono state apportate ulteriori modifiche per consentire alla musica di adattarsi a un singolo LP. 
Tra il 1975 e il 1980, i King Crimson sono rimasti completamente inattivi.

Nel 1981, dopo aver trascorso sette anni in attività spirituali e progetti più piccoli (dal suonare la chitarra per David Bowie,  Peter Gabriel e Daryl Hall a perseguire una carriera da solista sperimentale fino a guidare la band strumentale The League of Gentlemen, che includeva membri di vari post-punk gruppi)
Fripp decise di formare un nuovo gruppo rock di “prima divisione” ma non aveva alcuna intenzione di riformare i King Crimson. 
Dopo aver reclutato Bill Bruford come batterista,  Fripp ha chiesto al cantante e chitarrista Adrian Belew ( la prima volta che Fripp era in una band con un altro chitarrista e quindi indicativo del desiderio di Fripp di creare un suono diverso da qualsiasi suo lavoro precedente). 
Dopo essere stato in tour con i Talking Heads, Belew ha accettato di unirsi e diventare anche il paroliere della band.
Il suggerimento di Bruford di Jeff Berlin come bassista fu rifiutato perché il suo modo di suonare era “troppo impegnato”, quindi le audizioni si tennero a New York: il terzo giorno, Fripp se ne andò dopo circa tre audizioni, solo per tornare diverse ore dopo con Tony Levin (che ha ottenuto il lavoro dopo aver suonato un solo ritornello di “Red”). 
Fripp in seguito ha confessato che, se inizialmente avesse saputo che Levin era disponibile e interessato, lo avrebbe scelto come bassista  senza tenere audizioni. Fripp ha chiamato il nuovo quartetto Discipline e la band è andata in Inghilterra per provare e scrivere nuovo materiale.
Fecero il loro debutto dal vivo al Moles Club di Bath, nel Somerset, il 30 aprile 1981, e completarono un tour nel Regno Unito  supportati dai Lounge Lizards. 
Nell’ottobre 1981, la band aveva deciso di cambiare il proprio nome e tornare King Crimson.

Nel 1981, i King Crimson registrarono Discipline con il produttore Rhett Davies. L’album mostrava una versione molto diversa della band, con influenze più recenti tra cui post-punk, new wave, funk degli ultimi giorni  e poliritmi in stile africano. 
 Con un suono descritto in The New Rolling Stone Album Guide come avente una “tecnica sbalorditiva” di “allenamenti nodosamente ritmici, armonicamente impegnativi”, Fripp intendeva creare il suono di un “gamelan rock”, con una qualità ritmica ad un incastro delle chitarre accoppiate che trovava simili gli ensemble gamelan indonesiani. 
Fripp si è concentrato sulla riproduzione di arpeggi complessi e selezionati, mentre Belew ha fornito un arsenale di suoni di chitarra inclusi rumori animali, trame industriali e urla di chitarra con una gamma di pedali per effetti elettronici.
Oltre al basso, Levin ha usato il Chapman Stick, uno strumento polifonico a dieci corde  che ha suonato in uno “stile assolutamente originale”. 
Bruford ha sperimentato con kit acustici senza piatti e una batteria elettronica Simmons SDS-V.
Le canzoni della band erano più brevi rispetto ai precedenti album dei King Crimson, e molto modellate dalla sensibilità pop di Belew e dall’approccio stravagante alla scrittura dei testi
.Sebbene il precedente gusto per l’improvvisazione della band fosse ormai strettamente frenato, uno strumentale (“The Sheltering Sky”) emerse dalle prove di gruppo; mentre il rumoroso, mezzo parlato / mezzo gridato “Indiscipline” era un pezzo parzialmente scritto e parzialmente improvvisato creato per dare a Bruford la possibilità di sfuggire alle rigide richieste ritmiche del resto dell’album e di suonare controtempo in ogni modo possibile. 
Rilasciato nel settembre 1981, Discipline ha raggiunto il numero 41 nel Regno Unito e il 45 negli Stati Uniti.

Nel giugno 1982, i King Crimson seguirono con Beat (il primo album dei King Crimson registrato con la stessa formazione di band dell’album precedente).  Nessuno dei membri del gruppo ha prodotto il disco; Davies si è occupato personalmente della produzione. 
L’album aveva un tema vagamente legato alla Beat Generation e ai suoi scritti,  riflesso nei titoli di canzoni come “Neal and Jack and Me” (ispirata a Neal Cassady e Jack Kerouac), “The Howler” (ispirata da Allen Ginsberg “Howl”) e “Sartori in Tangier” (ispirato a Paul Bowles).
Fripp chiese a Belew di leggere il romanzo di Kerouac On the road  per trarne ispirazione, e l’album conteneva temi di viaggio, disorientamento e solitudine. Sebbene l’album fosse notevolmente più pop di Discipline, conteneva il “Requiem” aspro, atonale e improvvisato.
La registrazione Beat ha dovuto affrontare la tensione con Belew che soffriva di alti livelli di stress per i suoi doveri di frontman, cantante e autore principale. In un’occasione, si è scontrato con Fripp che gli ha ordinato di lasciare lo studio. 
Dopo che le differenze furono risolte, e mentre Beat raggiunse il numero 39 nel Regno Unito e il numero 52 negli Stati Uniti, i King Crimson ripresero il tour. “Heartbeat” è stato rilasciato come singolo che ha raggiunto il numero 57 nella classifica Billboard Mainstream Rock.
In questo periodo la band pubblicò “The Noise: Live in Frejus” (DGMVC2) in solo VHS, una registrazione di uno spettacolo suonato all’Arena, Frejus, Francia il 27 agosto 1982. (Questo video è ora in DVD come parte della compilation Neal and Jack and Me.)

Il successivo album dei King Crimson, Three of a Perfect Pair, fu registrato nel 1983 e pubblicato nel marzo 1984.
Avendo incontrato difficoltà sia nello scrivere che nel determinare una direzione per l’album, la band scelse di registrarlo e sequenziarlo come un “lato sinistro” – quattro delle canzoni più pop della band più una strumentale – e un “lato destro” (lavoro sperimentale che include improvvisazioni estese e atonali nella tradizione della band di metà degli anni ’70, più come terza parte di “Larks ‘Tongues in Aspic”).
Three of a Perfect Pair ha raggiunto il numero 30 nel Regno Unito e il numero 58 negli Stati Uniti, con “Three of a Perfect Pair” e “Sleepless” usciti come singoli.
La rimasterizzazione dell’album del 2001 includeva “the other side”, una raccolta di remix e out-take di improvvisazione più il pezzo vocale ironico di Levin, “The King Crimson Barbershop”.
L’ultimo concerto del tour Three of a Perfect Pair, allo Spectrum di Montreal, in Canada, l’11 luglio 1984, fu registrato e pubblicato nel 1998 come Absent Lovers: Live in Montreal.
Dopo il tour del 1984, Fripp sciolse i King Crimson per la seconda volta, essendo insoddisfatto dei suoi metodi di lavoro.
Bruford e Belew hanno espresso una certa frustrazione per questo; Belew ha ricordato che la prima volta che aveva sentito parlare della separazione fu quando ne lesse in un articolo sulla rivista Musician.
Nonostante queste circostanze, i musicisti rimasero in rapporti abbastanza amichevoli.
Belew in seguito si riferì alla band “in una pausa” che alla fine durò dieci anni.

All’inizio degli anni ’90, Belew incontrò Fripp in Inghilterra con un interesse per i King Crimson riformati.
Due anni dopo, nel 1992, Fripp fondò l’etichetta discografica Discipline Global Mobile (DGM) con il produttore David Singleton: questa sarebbe stata successivamente la sede principale per il lavoro di Fripp, con le uscite principali dell’album distribuite a case discografiche più grandi, offrendo a Fripp e ai suoi soci una maggiore libertà e maggiore controllo sul proprio lavoro.
Dopo un tour con David Sylvian nel 1993 (che ha rifiutato un’offerta per unirsi ai Crimson), Fripp ha iniziato a montare una nuova versione della band, un’unione tra la precedente incarnazione della band e il gruppo Sylvian & Fripp: si è unito a Belew, Levin , Bruford, il suonatore di Chapman Stick Trey Gunn (un alunno di Guitar Craft) e il batterista Pat Mastelotto (che ha sostituito la prima scelta, Jerry Marotta). Fripp ha spiegato che la formazione di sei membri doveva essere un “Double Trio” con due chitarristi, due bassisti e due batteristi, per esplorare uno stile musicale diverso. Bruford in seguito disse di aver fatto pressioni per entrare nella band, credendo che i King Crimson fossero il “suo concerto”, e che Fripp avesse trovato la spiegazione filosofica più tardi. Una delle condizioni che Fripp aveva imposto a Bruford riguardo al suo ritorno era quella di cedere ogni controllo creativo a Fripp. 
Dopo le prove a Woodstock, New York, il gruppo pubblicò il brano esteso Vrooom nell’ottobre 1994.
Questo rivelò il nuovo sound dei King Crimson, che comprendeva elementi delle chitarre interconnesse su Discipline e la sensazione heavy rock di Red,  ma coinvolgeva anche un maggiore utilizzo del suono elettronico ambientale e delle idee della musica industriale.
Al contrario, molte delle canzoni reali – per lo più scritte o finalizzate da Belew – mostravano elementi più forti del pop degli anni ’60 rispetto a prima – in particolare, un’influenza dei The Beatles  (sebbene Bruford si riferisse anche alla band come suona come “gli Shadow dissonanti con gli steroidi” ).
Come con le precedenti formazioni, è stata utilizzata una nuova tecnologia tra cui MIDI e la chitarra tap Warr con cui Gunn ha sostituito lo Stick.
I King Crimson hanno registrato l’album dal 28 settembre 1994 a Buenos Aires, in Argentina; i seguenti concerti furono pubblicati sul doppio live B’Boom: Live in Argentina nel 1995.

Nell’ottobre e nel dicembre del 1994, i King Crimson registrarono il loro undicesimo album in studio, Thrak.
Formato da versioni riviste della maggior parte delle tracce su Vrooom, più nuove tracce, l’album è stato descritto dalla rivista Q come “strutture rock profumate di jazz, caratterizzate da rumorose, spigolose, squisite interazioni di chitarra” e un “atletica, sempre inventiva sezione ritmica, ”  pur essendo in sintonia con il suono del rock alternativo della metà degli anni ’90. 
Esempi degli sforzi della band per integrare i loro molteplici elementi possono essere ascoltati nelle complesse canzoni post-prog “Dinosaur” e “Sex Sleep Eat Drink Dream” così come nelle più dirette “One Time” e nel funk-pop “People” .
I King Crimson hanno ripreso i tour nel 1995 e nel 1996; le date di ottobre e novembre 1995 furono registrate e pubblicate nell’album live Thrakattak nel maggio 1996, consistente in improvvisazioni da esibizioni di “THRAK” e del partner DGM di Fripp, David Singleton, in un’improvvisazione estesa di un’ora.
Una registrazione dal vivo più convenzionale del periodo è stata successivamente resa disponibile sul doppio CD del 2001 Vrooom Vrooom, così come un concerto del 1995 sul DVD Déjà Vrooom del 2003.
Quando nuove prove di scrittura iniziarono a metà del 1997 a Nashville, nel Tennessee, Fripp era insoddisfatto della qualità della nuova musica sviluppata dalla band; lo sviluppo di attriti e disaccordi tra lui e Bruford portò quest’ultimo a decidere di lasciare King Crimson. 
L’atmosfera risultante e la mancanza di materiale musicale utilizzabile hanno quasi distrutto la band.
Invece, i sei membri (incluso Bruford) hanno scelto di lavorare in quattro gruppi più piccoli (o “fraKctalisations”, secondo Fripp) noti come ProjeKcts.
Ciò ha permesso al gruppo di continuare a sviluppare idee musicali e cercare la prossima direzione di Crimson senza la difficoltà pratica e la spesa di convocare tutti e sei i membri contemporaneamente.
Nel 1998 e nel 1999, i primi quattro ProjeKcts suonarono dal vivo negli Stati Uniti, in Giappone e nel Regno Unito e pubblicarono registrazioni che mostravano un alto grado di libera improvvisazione. 
Questi sono stati collettivamente descritti dal critico musicale J. D. Considine come “spesso sorprendenti” ma privi di melodia e forse troppo difficili per un ascoltatore occasionale. 

Alla fine delle quattro esecuzioni del ProjeKct, Bruford lasciò i King Crimson per riprendere il suo lavoro nel jazz.
Allo stesso tempo, gli impegni di Levin come musicista di session e touring lo hanno costretto a prendersi una pausa indefinita dalla band.
I restanti membri (Fripp, Belew, Gunn e Mastelotto) si sono riuniti di nuovo come “Double Duo” per scrivere e registrare The Construkction of Light  nel seminterrato e nel garage di Belew vicino a Nashville.
Pubblicato nel maggio 2000, l’album ha raggiunto il numero 129 nel Regno Unito. Tutti i pezzi erano metallici e dal suono aspro, simile al lavoro del metal alternativo contemporaneo.
Presentavano una texture elettronica distinta, un suono di batteria pesante elaborato da Mastelotto, Gunn che continuava su Warr Guitar ma anche nel  ruolo di basso, e una diversa interpretazione del suono di chitarra interbloccata che la band aveva usato dagli anni ’80.
Con l’eccezione di un blues industriale parodico (cantato da Belew attraverso un cambia voce sotto lo pseudonimo di “Hooter J. Johnson”), le canzoni erano inesorabilmente complesse e stimolanti per l’ascoltatore, con abbondanza di spostamento ritmico da aggiungere alle dure trame .
L’album contiene la quarta puntata di “Larks ‘Tongues in Aspic”.
Ha ricevuto un’accoglienza negativa per mancanza di nuove idee.
La band ha registrato un album allo stesso tempo, sotto il nome di ProjeKct X, chiamato Heaven and Earth. 
Concepito e guidato da Mastelotto e Gunn, con Fripp e Belew in ruoli secondari, è stato un ulteriore sviluppo dell’approccio alla musica poliritmica / dance adottato nei ProjeKcts.
I King Crimson sono stati in tour per supportare entrambi gli album, inclusi i concerti a doppia fattura con i Tool.
Il tour è stato documentato nel triplo album live Heavy Construkction, pubblicato nel dicembre 2000.
Questo mostrava che la band passava costantemente tra i pezzi strutturati dell’album e le feroci improvvisazioni Soundscape-and-percussion in stile ProjeKct.  Il bassista John Paul Jones ha supportato la band in alcuni spettacoli dal vivo. 
Il 9 novembre 2001, i King Crimson pubblicarono un’edizione limitata live estesa chiamata Level Five, con tre nuovi brani: nuove tracce precedentemente non registrate “Dangerous Curves”, “Level Five” title track e “Virtuous Circle”, più versioni di “The Construkction of Light” e “Deception of the Thrush” del 1998 di ProjeKct Two seguiti dalla traccia non in elenco “ProjeKct 12th and X” dopo un minuto di silenzio. 
Un secondo EP è seguito nell’ottobre 2002, Happy with what you have to be happy with. 
Questo comprendeva undici tracce inclusa una versione live di “Larks ‘Tongues in Aspic, Part IV”.
Metà delle tracce erano brevi frammenti vocali elaborati cantati da Belew, e le canzoni stesse variavano tra gamelan pop, sonic landscape e interpretazioni leggermente parodiche di heavy metal e blues.

I King Crimson hanno pubblicato il loro tredicesimo album, The Power to Believe, nell’ottobre 2003. 
Fripp lo ha descritto come “il culmine di tre anni di Crimsonizzazione”.
L’album incorporava versioni rielaborate e / o ribattezzate di “Deception of the Thrush”, tracce dei loro due precedenti EP e una traccia del 1997 con strumentazione e voce aggiunte.
The Power to Believe ha raggiunto il numero 162 nel Regno Unito e il numero 150 negli Stati Uniti. I King Crimson andarono in tour nel 2003 per supportare l’album; le registrazioni da esso sono state utilizzate per l’album live EleKtrik: Live in Japan.
Il 2003 vide anche l’uscita del DVD Eyes Wide Open, una compilation degli spettacoli della band Live at the Shepherds Bush Empire (Londra, 3 luglio 2000) e Live in Japan (Tokyo, 16 aprile 2003).
Nel novembre 2003, Gunn ha lasciato il gruppo per perseguire progetti solisti ed è stato sostituito dal ritorno di Tony Levin.
La band si è riunita di nuovo all’inizio del 2004 per le prove, ma dalle sessioni non si è sviluppato nulla.
A questo punto, Fripp stava rivalutando pubblicamente il suo desiderio di lavorare con i King Crimson e all’interno dell’industria musicale, citando spesso gli aspetti antipatici della vita di un musicista in tournée.
Nonostante questo, una nuova formazione King Crimson è stata annunciata nel 2007:
Fripp, Belew, Levin, Mastelotto, e un nuovo secondo batterista, Gavin Harrison,   il primo nuovo membro dal Regno Unito dal 1972.
In Nell’agosto 2008, dopo un periodo di prove,  i cinque hanno completato il 40th Anniversary Tour della band.
Le scalette non presentavano nuovo materiale, attingendo invece al repertorio esistente dell’era Discipline / Double Trio / Double Duo, sebbene diversi pezzi ricevessero nuovi arrangiamenti sorprendenti con percussioni.
Altri spettacoli erano previsti per il 2009, ma sono stati cancellati a causa di scontri di programmazione.
I King Crimson hanno iniziato un’altra pausa dopo il 40th Anniversary Tour. 
Belew ha continuato a fare pressioni per rilanciare la band e ne ha discusso con Fripp diverse volte nel 2009 e nel 2010.
Tra i suggerimenti di Belew c’era una riunione temporanea della formazione degli anni ’80 per un tour per il trentesimo anniversario: un’idea declinata sia da Fripp che da Bruford,  quest’ultimo commentando “Sarei altamente improbabile se provassi a ricreare la stessa cosa, una missione che temo destinata al fallimento.” 
 Nel dicembre 2010, Fripp ha scritto che il King Crimson “switch” era stato impostato su “off”, citando diversi motivi per questa decisione. 
(continua)

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: