Fiati e d’intorni : Wayne Shorter

711Q7zrTbJLWayne Shorter è nato a Newark, New Jersey, Stati Uniti,  e ha frequentato la Newark Arts High School, dalla quale si è laureato nel 1952. Amava la musica, essendo incoraggiato da suo padre a prendere il clarinetto come un adolescente; suo fratello maggiore Alan suonava il sassofono contralto prima di passare alla tromba al college. Durante il liceo Wayne si esibì anche con la Nat Phipps Band a Newark, New Jersey. Dopo essersi laureato alla New York University in educazione musicale nel 1956, Shorter ha trascorso due anni nell’esercito degli Stati Uniti, durante il quale ha suonato brevemente con Horace Silver. Dopo la sua dimissione, ha suonato con Maynard Ferguson. In gioventù Shorter aveva acquisito il soprannome di “Mr. Gone”, che in seguito divenne il titolo di un album dei Weather report. Le sue prime influenze includono Sonny Rollins John Coltrane e Coleman Hawkins . Nel 1959, Shorter si unì a Jazz Messengers di Art Blakey, dove rimase per quattro anni, e alla fine divenne il direttore musicale della band. Insieme fecero tournée negli Stati Uniti, in Giappone e in Europa, registrarono numerosi album riconosciuti e compose anche brani per la band. Durante questo periodo Shorter “si affermò come uno dei più dotati dei giovani sassofonisti” e ricevette riconoscimenti internazionali.
Herbie Hancock disse del mandato di Shorter nel secondo grande quintetto di Miles Davis: “Lo scrittore principale per me, in quel gruppo, era Wayne Shorter. È ancora un maestro. Wayne era una delle poche persone che portarono musica a Miles che non ottenne cambiato. ”
Davis ha detto:” Wayne è un vero compositore. Scrive colonne sonore, scrive le parti per tutti come vuole che suonino … Wayne ha anche suscitato una sorta di curiosità nel lavorare con le regole musicali. Se non funzionavano, le infrangeva, ma con un senso musicale; ha capito che la libertà nella musica era la capacità di conoscere le regole al fine di piegarle alle proprie soddisfazioni e gusti. ”
Ian Carr, musicista e autore della Rough Guide, afferma che con Davis, Shorter ha trovato la sua voce come musicista e compositore. “I ritmi accaniti e diretti di Blakey avevano messo in evidenza la muscolosità del modo di suonare in tenore di Shorter, ma la maggiore libertà della sezione ritmica di Davis gli ha permesso di esplorare nuove dimensioni emotive e tecniche.” Shorter rimase nella band di Davis dopo la rottura del quintetto nel 1968, suonando nelle prime registrazioni di fusion jazz tra cui In a Silent Way e Bitches Brew (entrambi 1969). Le sue ultime date dal vivo e le registrazioni in studio con Davis risalgono al 1970.Fino al 1968 suonava esclusivamente il sassofono tenore. L’ultimo album su cui ha suonato il tenore nella sequenza regolare degli album di Davis è stato Filles de Kilimanjaro. Nel 1969, ha suonato il sassofono soprano nell’album Davis In a Silent Way e nel suo Super Nova (registrato con gli attuali sidemen di Davis Chick Corea e John McLaughlin). Quando si esibì dal vivo con Davis e in registrazioni dall’estate 1969 all’inizio della primavera 1970, suonò sia sassofoni soprano che tenore; all’inizio degli anni ’70, tuttavia, suonava principalmente soprano.
Discografia :
Introducing Wayne Shorter– 1960
Second Genesis– 1960
Wayining moments – 1962
Night Dreamer– 1964

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...