Vai al contenuto

Fiati e d’intorni : King Curtis

Curtis Montgomery è nato a Fort Worth, in Texas, figlio di Ethel Montgomery, ed è stato adottato, con sua sorella Josephine Allen (morta nel 2019), da Josie e William Ousley.
Curtis frequentò la I.M. Terrell High School e studiò e suonò musica con il compagno di scuola Ornette Coleman.
Curtis ha iniziato a suonare il sassofono all’età di dodici anni nella zona di Fort Worth.
Si interessò a molti generi musicali tra cui jazz, rhythm and blues e musica popolare. Come studente alla ricerca di musica, ha rifiutato le borse di studio del college per unirsi alla  Lionel Hampton Band.
Durante il suo periodo con Hampton, è stato in grado di scrivere e arrangiare musica e imparare la chitarra.
Nel 1952 Curtis decise di trasferirsi a New York e divenne un musicista di sessione, registrando per etichette come Prestige, Enjoy, Capitol e Atco. Ha registrato con Nat Adderley, Wynton Kelly, Buddy Holly, Waylon Jennings e Andy Williams. Stilisticamente, Curtis si ispirò ai sassofonisti Lester Young , Louis Jordan, Illinois Jacquet , Earl Bostic e Gene Ammons .
Conosciuto per il suo stile sincopato e percussivo, era sia versatile che potente come musicista.
Ha messo insieme un gruppo durante il suo periodo come musicista di sessione che includeva Richard Tee, Cornell Dupree, Jerry Jemmott e Bernard Purdie.
A Curtis piaceva suonare sia jazz che rhythm and blues ma decise che avrebbe guadagnato più soldi come musicista rhythm e blues. In un’intervista del 1971 a Charlie Gillett disse: “Adoro  il blues autentico più di ogni altra cosa, e mi piace anche vivere bene”. Dagli anni ’50 fino alla metà degli anni ’60, ha lavorato come musicista di sessione, registrando sotto il proprio nome e con altri come The Coasters, con cui ha registrato “Yakety Yak” e “Charlie Brown”, tra gli altri. Buddy Holly lo ha assunto per il lavoro di sessione, durante il quale hanno registrato “Reminiscing”. Holly ha scritto questa canzone, ma ha dato a Curtis il merito di scrivere una canzone per aver volato giù alla sessione. I suoi singoli più noti di questo periodo sono “Soul Twist”, il singolo più alto, che raggiunge il numero uno nella classifica R&B e il numero 17 nella classifica pop di Billboard, e “Soul Serenade”. Ha fornito supporto per un certo numero di canzoni per LaVern Baker, incluso il suo singolo di successo del 1958 “I Cried a Tear”, in cui il suo sassofono divenne “una seconda voce”.
Nel 1965 si trasferì alla Atlantic Records e registrò i suoi singoli di maggior successo, “Memphis Soul Stew” e “Ode to Billie Joe” (1967). Nel 1966 Curtis registrò 3 canzoni con Jimi Hendrix, “Linda Lou”, “Baby How About You” e “I Can’t Take It”. Sessione Senza problemi, i nastri furono successivamente distrutti in un incendio nella biblioteca della Atlantic.
Ha lavorato con The Coasters e ha guidato i Kingpins nella band di supporto di Aretha Franklin. I Kingpins aprirono per i Beatles durante la loro esibizione del 1965 allo Shea Stadium. Curtis ha prodotto dischi, lavorando spesso con Jerry Wexler e registrato per la Groove Records durante questo periodo, tra cui la canzone di Joe South “Games People Play” con il chitarrista Duane Allman.
Una sessione unica arrivò nel 1963, quando Curtis fornì il supporto del sax per suonare sul nuovo album di Mad Magazine, “It’s a Gas”.
Nel marzo 1971 è apparso con Aretha Franklin e i Kingpins al Fillmore West, che ha prodotto due album dal vivo: Aretha Live at Fillmore West e il live di Curtis a Fillmore West. Nel luglio 1971, Curtis registrò assoli di sassofono in “It’s So Hard” e “I Don’t Wanna Be a Soldier” di John Lennon’s Imagine.
Insieme ai Rimshots, ha registrato la colonna sonora originale dello show televisivo Soul Train del 1971, intitolato “Hot Potatoes”.Il 17 giugno 1971 Curtis suonò al Montreux Jazz Festival, al Casino Kursaal, con il campione Jack Dupree, con il sostegno di Cornell Dupree alla chitarra, Jerry Jemmott al basso e Oliver Jackson alla batteria. La registrazione del concerto fu successivamente pubblicata come album del 1973 King Curtis  Blues a Montreux sull’etichetta atlantic.
Curtis fu pugnalato il 13 agosto 1971, durante una discussione con una coppia di spacciatori che scoprì sui gradini fuori dal suo appartamento di Manhattan. Curtis stava tentando di portare un condizionatore d’aria nel suo appartamento quando Juan Montanez si rifiutò di spostarsi dall’ingresso. Ne conseguì una rissa e Montanez accoltellò Curtis. Curtis fu trasferito al Roosevelt Hospital, dove morì.  Nel marzo 1972, Montanez è stato ridotto della sua accusa da omicidio di secondo grado a omicidio colposo di secondo grado in cambio di una dichiarazione di colpevolezza. Fu rilasciato il 5 dicembre 1977 dal Wallkill State Correctional per un buon comportamento.
Discografia :
Have tenor sax, will blow– 1959

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: