Vai al contenuto

Le bands : The Crazy World of Arthur Brown

Arthur Brown si guadagnò rapidamente una reputazione sia per la sua potente voce operistica (che si estendeva su quattro ottave) sia per le sue esibizioni stravaganti, incluso l’uso di un elmetto di metallo che bruciava, causando occasionali incidenti. Durante una prima apparizione al Windsor Festival nel 1967, Brown indossava uno scolapasta in testa imbevuto di metanolo. Il carburante versato sulla sua testa per caso prese fuoco; due astanti hanno spento le fiamme versando la birra sulla testa di Brown, prevenendo lesioni gravi.
La testa fiammeggiante divenne quindi una firma di Arthur Brown. A volte si spogliava anche nudo mentre si esibiva, in particolare in Italia, dove, dopo aver incendiato i capelli, fu arrestato e rimpatriato.
Era anche famoso per il trucco estremo che indossava sul palco, che si sarebbe poi riflesso negli atti teatrali di Alice CooperPeter GabrielGeorge ClintonBruce Dickinson  tra gli altri .Nel 1968, l’album di debutto, The crazy world of Arthur Brown divenne un successo su entrambe le sponde dell’Atlantico.

 

Prodotto dal manager di The Who, Kit Lambert, e prodotto da  Pete Townshend su Track Records, l’etichetta iniziata da Lambert e Chris Stamp, ha dato il via a un singolo di successo altrettanto sorprendente, “Fire”, e conteneva una versione di “I Put a Spell on You “di Screaming Jay Hawkins, uno showman altrettanto bizzarro. “Fire” ha venduto oltre un milione di copie e gli è gli è stato assegnato un disco d’oro.
Da allora la canzone ha visto la sua linea di apertura “I am the God of Hellfire” campionata in numerosi altri luoghi, in particolare nell’inno rave di “The Prodigy” del 1992 “Fire”, e più recentemente in “Lord of the Game” dei Death Grips, dal 2011 .Theaker è stato sostituito a causa della sua aviophobia nel 1968 da Chris Farlowe e il batterista dei Thunderbirds Carl Palmer, in seguito di Atomic RoosterEmerson, Lake & Palmer. e Asia per il secondo tour americano della band nel 1969, nel quale lasciò anche il tastierista Vincent Crane, anche se tornò poi.  La band ha registrato un secondo album, intitolato Strangelands, destinato a essere pubblicato nel 1969 ma accantonato dalla loro etichetta per timori che mancasse di potenziale di vendita. L’album presentava un suono più sperimentale e all’avanguardia che liberava la sensibilità pop del debutto dei Crazy World. Strangelands non è stato rilasciato fino al 1988.La nuova formazione praticamente si dissolse nel tour statunitense della band nel giugno 1969. Crane e Palmer lasciarono il gruppo Atomic Rooster, Greenwood, noto come Sean Nicholas durante il suo periodo nella band, andò a Khan  dove si esibì sotto il nome di Nick Greenwood. Theaker si unì a Love e poi a Rustic Hinge, e Arthur Brown alla fine si unì a Kingdom Come.La band si riformò nel 2000 e pubblicò Tantric Lover. Nel 2013, a seguito di una campagna di promesse di successo su PledgeMusic, la band pubblicò l’album Zim Zam Zim, registrato nella yurta di Brown a Lewes.

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: