Esplorando i dischi : Deep Purple – Deep Purple ★

Deep Purple, noto anche come Deep Purple III, è il terzo album in studio della rock band inglese Deep Purple, pubblicato nel giugno 1969 su Tetragrammaton Records negli Stati Uniti e solo nel settembre 1969 su Harvest Records nel Regno Unito. La sua uscita è stata preceduta dal singolo “Emmaretta” e da un lungo tour nel Regno Unito, le cui date sono state intervallate tra le sessioni di registrazione dell’album.
La musica di questo album è per lo più originale e una combinazione di rock progressivo, hard rock e rock psichedelico, ma con un bordo più duro e con le parti di chitarra in più prove rispetto al passato. Ciò è dovuto sia alla crescita del chitarrista Ritchie Blackmore come autore, sia ai conflitti all’interno della band sulla fusione di musica classica e rock proposti dal tastierista Jon Lord e ampiamente implementati nelle precedenti uscite della band.
La band iniziò il suo secondo tour negli Stati Uniti nell’aprile del 1969 con poco supporto dalla loro etichetta americana quasi in bancarotta e senza un album da promuovere, a causa di un ritardo nella produzione del nuovo LP. Durante il tour, i Deep Purple hanno mostrato un notevole progresso come esecutori e una direzione musicale più orientata verso un suono più pesante e più forte di prima. I dubbi sulla compatibilità del cantante Rod Evans con la musica hard rock che altri membri della band volevano perseguire hanno portato alla decisione di cercare un sostituto, che è stato trovato in Ian Gillan della band Episode Six.
Gillan formò un duo di compositori con il bassista della band Roger Glover, che fu anche invitato a unirsi ai Deep Purple e rimpiazzò Nick Simper. La nuova formazione della band, identificata come Mark II, ha debuttato dal vivo a Londra il 10 luglio 1969.Commercialmente, questo album ebbe il minor successo tra i tre album pubblicati dall’allineamento della band Mark I e fu ignorato dalla critica al momento della sua uscita. Le recensioni moderne sono generalmente positive e osservano la varietà di stili all’interno dell’album e l’audacia degli arrangiamenti delle canzoni.
(è l’ultimo album con la formazione Mark I)
Tracklist :
No.
“Chasing Shadows”
“Lalena” (Donovan cover)
“Fault Line” (instrumental)
“The Painter”
“Why Didn’t Rosemary?”
“Bird Has Flown”
“April”
Line Up :
Rod Evans – lead vocals
Ritchie Blackmore – guitars
Jon Lord – Hammond organ, piano, harpsichord, backing vocals, strings arrangement on
Nick Simper – bass, backing vocals
Ian Paice – drums, percussion

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...