Vai al contenuto

Le bands : The Rolling Stones

Keith Richards e Mick Jagger sono diventati amici nell’infanzia e compagni di classe nel 1950 a Dartford, nel Kent.
La famiglia Jagger si trasferì a Wilmington, nel Kent, a 8,0 km di distanza, nel 1954.
A metà degli anni ’50, Jagger formò una band da garage con il suo amico Dick Taylor; il gruppo ha principalmente suonato materiale di Muddy Waters, Chuck Berry, Little Richard Howlin Wolf e Bo Diddley.
Jagger incontrò di nuovo Richards il 17 Ottobre 1961 sulla piattaforma due della stazione ferroviaria di Dartford.
I dischi di Chuck Berry e Muddy Waters che Jagger stava trasportando rivelarono un interesse condiviso.
Una collaborazione musicale è iniziata poco dopo.
Richards e Taylor incontrarono spesso Jagger a casa sua.
Gli incontri si trasferirono a casa di Taylor alla fine del 1961, dove Alan Etherington e Bob Beckwith si unirono al trio; il quintetto si chiamava Blues Boys.
Nel marzo del 1962, i Blues Boys hanno letto dell’Ealing Jazz Club nel giornale Jazz News, che menzionava la band r&b di Alexis Korner, i Blues Incorporated.
Il gruppo ha inviato una registrazione delle loro migliori registrazioni a Korner, che è stato favorevolmente impressionato.
Il 7 aprile, hanno visitato l’Ealing Jazz Club dove hanno incontrato i membri dei Blues Incorporated, tra cui il chitarrista slide Brian Jones, il tastierista Ian Stewart e il batterista Charlie Watts.
Dopo un incontro con Korner, Jagger e Richards iniziarono a fare jam con il gruppo.
Jones, non più in una band, cercò per compagni di band su Jazz Weekly, mentre Stewart trovò loro uno spazio di pratica; insieme decisero di formare una band che suonava il blues di Chicago.
Poco dopo, Jagger, Taylor e Richards lasciarono la Blues Incorporated per unirsi a Jones e Stewart.
La prima prova includeva il chitarrista  Geoff Bradford e il cantante Brian Knight, entrambi i quali decisero di non unirsi alla band.
Hanno obiettato a suonare le canzoni di Chuck Berry e Bo Diddley preferite da Jagger e Richards.
Nel giugno 1962 l’aggiunta del batterista Tony Chapman completò la formazione di Jagger, Richards, Jones, Stewart e Taylor.
Secondo Richards, Jones ha chiamato così la band durante una telefonata a Jazz News. Quando è stato chiesto a un giornalista il nome della band, Jones ha visto un LP di Muddy Waters steso sul pavimento; uno dei brani era “Rollin ‘Stone”.
Jones, Jagger, Richards, Stewart e Taylor hanno suonato in un concerto come  “The Rollin ‘Stones” il 12 luglio 1962, al Marquee Club di Londra.
Poco dopo, la band continuò con un primo tour nel Regno Unito, che hanno definito un  “campo di allenamento”, perché è stata una nuova esperienza per tutti.
Il loro materiale includeva il blues di Chicago e le canzoni di Chuck Berry e Bo Diddley. La sezione ritmica originale della band non includeva il bassista Bill Wyman, che si unì nel dicembre 1962, o il batterista Charlie Watts, che si unì nel gennaio 1963.
Nel 1963 trovarono il loro passo musicale e la loro popolarità.
Nel 1964 due sondaggi di opinione hanno valutato la band come il gruppo più popolare della Gran Bretagna, superando anche i The Beatles.
Il nome della band fu cambiato poco dopo il loro primo concerto in “The Rolling Stones”.  L’allora direttore del gruppo, Giorgio Gomelsky, si assicurò una residenza nel pomeriggio al Crawdaddy Club di Richmond, a Londra, nel febbraio del 1963.
Ha affermato che ciò ha innescato un “rinascimento internazionale per il blues”.
Nel maggio del 1963, i Rolling Stones misero sotto contratto Andrew Loog Oldham come loro manager.
Poiché Oldham aveva solo diciannove anni e non aveva raggiunto la maggiore età – era anche più giovane di chiunque altro nella band – non poteva ottenere la licenza di un agente o firmare alcun contratto senza che sua madre fosse co-firmata.
Per necessità, si unì all’agente di prenotazione Eric Easton  per assicurarsi un finanziamento record e fornire assistenza nelle sedi di prenotazione.
Gomelsky, che non aveva un accordo scritto con la band, non fu consultato.
Inizialmente, Oldham provò ad applicare la strategia usata da Brian Epstein, il manager dei Beatles, e fece indossare abiti ai membri della band.
In seguito cambiò idea e immaginò una band in contrasto con i Beatles, con abiti ineguagliabili, capelli lunghi e un aspetto sporco.
Voleva rendere gli Stones “un gruppo volgare, imprevedibile ed indesiderabile” e “stabilire che gli Stones fossero minacciosi, crudeli e animaleschi”.
Stewart lasciò la formazione ufficiale, ma rimase road manager e tastierista itinerante.
A proposito della decisione di Stewart, Oldham in seguito disse: “Beh, non sembra proprio nella parte, e sei sono troppi per [i fan] per ricordare i volti nella foto.”
Più tardi, Oldham ha ridotto le età dei membri della band in materiale pubblicitario per farli apparire come adolescenti.
Decca Records, che aveva rifiutato di firmare un accordo con i Beatles, diede ai Rolling Stones un contratto discografico a condizioni favorevoli. La band ha ottenuto un tasso di  royalty tre volte più alto del tipico di un nuovo act, il pieno controllo artistico delle registrazioni e la proprietà dei nastri master di registrazione.
L’accordo consentiva anche alla band di utilizzare studi di registrazione non Decca. Regent Sound Studios, una struttura mono dotata di scatole per uova sul soffitto per il trattamento del suono, divenne la loro posizione preferita. Oldham, che non aveva esperienza di registrazione ma si è fatto produttore della band, ha dichiarato che Regent aveva un suono che “trapelava da strumento a strumento, nel modo giusto” creando un “muro di rumore” che funzionava bene per la band.
A causa delle basse tariffe di prenotazione di Regent, la band poteva registrare per periodi prolungati piuttosto che i soliti blocchi di tre ore comuni in altri studi.
Tutti i brani del primo album dei Rolling Stones, The Rolling Stones, sono stati registrati lì.
Oldham contrappose l’indipendenza dei Rolling Stones con l’obbligo dei Beatles di registrare negli studi della EMI, dicendo che li faceva apparire come “semplici mortali … sudati in studio per l’uomo”.
Ha promosso i Rolling Stones come il cattivo contrappunto ai Beatles facendo posare la band senza sorridere sulla copertina del loro primo album.
Ha anche incoraggiato la stampa a usare titoli provocatori come: “Vorresti che tua figlia sposasse un Rolling Stone?”
Al contrario, Wyman dice: “La nostra reputazione e immagine come  Bad Boys arrivarono più tardi, completamente lì , per caso … [Oldham] non l’ha mai progettato. 

Lo ha semplicemente sfruttato in modo esauriente. ”
In un’intervista del 1972, Wyman dichiarò:” Siamo stati il ​​primo gruppo pop a staccarci dall’intera faccenda di Cliff Richard dove le band facevano piccoli passi di danza, indossavano uniformi identiche e avevano uno scalpiccio scattante. ”
Una versione cover di “Come On” di Chuck Berry fu il primo singolo dei Rolling Stones, pubblicato il 7 giugno 1963.
La band si rifiutò di suonarlo ai concerti dal vivo e Decca acquistò solo una pubblicità per promuovere il disco.
Con la direzione di Oldham, i membri del fan club acquistarono copie nei negozi di dischi sondati dalle classifiche,  aiutando “Come On” a salire al n. 21 della UK Singles Chart.
Il fatto di avere un singolo per la creazione di grafici ha dato alla band l’entusiasmo per suonare fuori Londra, iniziando con una prenotazione all’Outlook Club di Middlesbrough il 13 luglio, condividendo la fatturazione con gli Hollies.
Più tardi nel 1963 Oldham ed Easton organizzarono il primo tour della band  nel Regno Unito come atto di supporto per star americane tra cui Bo Diddley e Little Richard.
Il tour ha dato alla band l’opportunità di affinare il loro stagecraft.
Durante il tour la band registrò il loro secondo singolo, un numero scritto da Lennon-McCartney dal titolo “I Wanna Be Your Man”.
La canzone è stata scritta e consegnata agli Stones quando  John Lennon Paul McCartney li hanno visitati in studio mentre ai due Beatles piaceva regalare i diritti d’autore ai brani dei loro amici.
Raggiunse il numero 12 nelle classifiche del Regno Unito.
L’album dei Beatles del 1963, With the Beatles, include la loro versione della canzone.
Il 1 ° gennaio 1964, “I Wanna Be Your Man” degli Stones è stata la prima canzone mai eseguita sul Top of the Pops della BBC.
Il terzo singolo degli Stones, “Not Fade Away” di Buddy Holly, che rifletteva lo stile di Bo Diddley, fu pubblicato nel febbraio del 1964 e raggiunse il numero 3.
Oldham ha visto ben poco futuro per un act che ha perso importanti diritti d’autore, suonando canzoni di quelli che ha descritto come “neri di mezza età”, limitando l’appeal al pubblico adolescente. Jagger e Richards hanno deciso di scrivere canzoni insieme. Oldham ha descritto il primo lotto come “soppy and imitative”.
Poiché il songwriting della band si è sviluppato lentamente, le canzoni del loro primo album  The Rolling Stones (1964; pubblicato negli Stati Uniti come Newest Hit Makers in Inghilterra), erano principalmente cover, con un solo originale di Jagger / Richards: “Tell Me (I’m Coming Back ) “- e due numeri accreditati a Nanker Phelge, il nome di penna usato per le canzoni scritte da tutto il gruppo.

Il primo tour americano dei Rolling Stones nel giugno 1964 fu “un disastro” secondo Wyman. “Quando siamo arrivati, non avevamo un disco di successo [lì] o qualcosa che potesse succedere per noi.” Quando la band apparve nello spettacolo di varietà The Hollywood Palace, l’ospite o di quella settimana, Dean Martin,  derise  i capelli e la loro performance. Durante il tour registrarono per due giorni ai Chess Studios di Chicago, incontrarono molte delle loro influenze più importanti, tra cui Muddy Waters.
Queste sessioni includevano quello che sarebbe diventato il primo successo numero 1 dei Rolling Stones nel Regno Unito, la loro versione di cover di “It’s All Over Now” di Bobby e Shirley Womack.

 

 

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: