Vai al contenuto

Le bands : The Doors

I The Doors iniziarono con un incontro tra i conoscenti Jim Morrison e Ray Manzarek, entrambi i quali avevano frequentato la Scuola di teatro, cinema e televisione dell’UCLA, a Venice Beach nel luglio del 1965. Morrison disse a Manzarek che stava scrivendo canzoni (Morrison disse: “Io ero prendendo appunti per un fantastico concerto di rock’n’roll in corso nella mia testa “)  e con l’incoraggiamento di Manzarek ha cantato” Moonlight Drive “. I membri provenivano da un variegato background musicale di jazz, rock, blues e linguaggio  folk. Il tastierista Manzarek era in una band chiamata Rick & the Ravens con i suoi fratelli Rick e Jim, mentre il batterista John Densmore suonava con i Psychedelic Ranger e conosceva Manzarek per via delle lezioni di meditazione.  Nell’agosto del 1965, Densmore si unì al gruppo, che era stato ribattezzato The Doors. I cinque (Morrison dopo essersi unito alla band), insieme alla bassista Patty Sullivan, registrarono una demo di sei canzoni il 2 settembre 1965 ai World Pacific Studios, Los Angeles, California (ufficialmente resa disponibile molto più tardi nell’ottobre 1997 sulla confezione del CD ‘Release CD). Questo è circolato ampiamente da allora come una registrazione bootleg. La band prese il nome dal titolo del libro di Aldous Huxley The Doors of Perception, a sua volta derivato da una frase di The Marriage of Heaven and Hell di William Blake: “Se le porte della percezione fossero ripulite, tutto sembrerebbe all’uomo com’è: infinito”. A metà del 1965, dopo che i due fratelli di Manzarek se ne furono andati, si unì il chitarrista Robby Krieger.
Da febbraio a maggio 1966, il gruppo ebbe una residenza al “fatiscente” e “squallido” club di Los Angeles London Fog, apparendo sul conto con “Rhonda Lane Exotic Dancer”.  L’esperienza ha dato a Morrison la sicurezza di esibirsi di fronte a un pubblico dal vivo, e la band nel suo insieme per sviluppare e, in alcuni casi, allungare le loro canzoni e lavorare su “The End” e “Light My Fire” , pezzi che sarebbero apparsi su il loro album di debutto. Ray Manzarek avrebbe in seguito affermato che alla London Fog la band “divenne questa entità collettiva, questa unità di unità … ecco dove la magia iniziò a verificarsi”.I Doors presto passarono al più stimato Whisky a Go Go, dove furono la  house band (a partire dal maggio 1966), sostenendo acts come il gruppo The Van di Van Morrison. L’ultima notte insieme le due band si sono unite per “In the Midnight Hour” e per una jam session di venti minuti su”Gloria”. Il 10 agosto 1966 furono individuati dal presidente della Elektra Records Jac Holzman, che era presente su raccomandazione del cantante dei Love Arthur Lee, il cui gruppo era con la Elektra Records. Dopo che Holzman e il produttore Paul A. Rothchild hanno visto due set della band suonare al Whiskey a Go Go, li hanno messi sotto contratto  per l’etichetta Elektra Records il 18 agosto – l’inizio di una lunga e proficua collaborazione con Rothchild e l’ingegnere del suono Bruce Botnick. Vennero licenziati dal Whisky il 21 agosto 1966 quando Morrison aggiunse una versione esplicita di retelling e carica di volgarità del mito greco di Edipo durante “The End”.
La band registrò il loro primo album dal 24 al 31 agosto 1966, ai Sunset Sound Recording Studios. L’album di debutto, The Doors, fu pubblicato nella prima settimana di gennaio 1967. Comprendeva la maggior parte delle canzoni più importanti del loro set, incluso il dramma musicale di quasi 12 minuti “The End”. Nel novembre del 1966, Mark Abramson diresse un film promozionale per il singolo principale “Break On Through (To the Other Side)”. Per promuovere il singolo, i Doors fecero diverse apparizioni televisive come su Shebang, uno show televisivo di Los Angeles, simile a “Break On Through”.  All’inizio del 1967, i Doors apparvero su The Clay Cole Show (che andò in onda su Sabato sera alle 18:00 su WPIX Channel 11 da New York) dove hanno suonato il loro singolo “Break On Through”. Poiché “Break on Through” non ebbe molto successo alla radio, la band si rivolse a “Light My Fire”. “Light My Fire” è diventato il primo singolo della Elektra Records a raggiungere il numero uno nella classifica dei singoli di Billboard Hot 100, vendendo oltre un milione di copie

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: