Vai al contenuto

Le bands : Rage Against The Machine

Nel 1991, in seguito allo scioglimento dei Lock Up, l’ex band del chitarrista Tom Morello, l’ex batterista dei Lock Up Jon Knox incoraggiò Tim Commerford e Zack de la Rocha a intrufolarsi con Tom Morello mentre stava cercando di creare un nuovo gruppo.  Morello contattò presto Brad Wilk, che ebbe audizioni senza successo sia per Lock Up  che per la band che sarebbe poi diventata Pearl Jam.  Questa formazione si chiamò Rage Against the Machine, dopo che una canzone de la Rocha aveva scritto per la sua ex band punk hardcore underground Inside Out (che doveva anche per essere il titolo dell’album non registrato Inside Out).  Kent McClard, al quale erano associati gli Inside Out, aveva coniato la frase “rabbia contro la macchina” in un articolo del 1989 nella sua rivista No Answers. Poco dopo la formazione, hanno fatto la loro prima esibizione pubblica il 23 ottobre 1991, al Quad of California State University, Northridge.  Il progetto era un al’album di debutto  major del gruppo e il demo tape Rage Against the Machine, è stato spacciato su una cassetta autoprodotta di dodici canzoni, la cui immagine di copertina presentava ritagli di giornale della sezione del mercato azionario con una sola corrispondenza legata sull’intarsio carta. Non tutte le 12 canzoni sono arrivate all’album finale: due sono state infine incluse come lati B, mentre altre tre non hanno mai visto un’uscita ufficiale.  Diverse etichette discografiche manifestarono interesse e la band alla fine firmò con la Epic Records. Morello ha dichiarato: “Epic ha acconsentito a tutto ciò che abbiamo chiesto e hanno seguito … Non abbiamo mai visto un conflitto  [ideologico] finché abbiamo mantenuto il controllo creativo”.
L’album di debutto della band, Rage Against The Machine, raggiunse il triplo stato di platino, guidato dalla pesante riproduzione radiofonica della canzone “Killing in the Name”, una traccia pesante  con solo otto righe di testo.

La versione “Fuck You”, che contiene 17 iterazioni della parola fuck, una volta è stata suonata per caso nello show dei singoli 40 Top 40 della BBC Radio il 21 febbraio 1993. La copertina dell’album mostrava la fotografia del vincitore del Premio Pulitzer di Malcolm Browne di Thích Quảng Đức, un monaco buddista vietnamita, bruciato a morte a Saigon nel 1963 in segno di protesta per l’omicidio di buddisti da parte del primo ministro Ngô Đình Diệm, sostenuto dagli Stati Uniti. L’album è stato prodotto da Garth Richardson.  Per promuovere l’album, la band andò in tournée, suonando a Lollapalooza 1993 e come supporto per Suicidal Tendencies in Europa.

Dopo il loro album di debutto, la band è apparsa nella colonna sonora del film Higher Learning con la canzone “Year of tha Boomerang”. Una prima versione di “Tire Me” è apparsa anche nel film. Successivamente, hanno registrato nuovamente la canzone “Darkness” dalla loro demo originale per la colonna sonora di The Crow, mentre “No Shelter” è apparso nella colonna sonora di Godzilla.

Nonostante le voci di una rottura per diversi anni, il secondo album dei Rage Against the Machine, Evil Empire, entrò nella Top 200 della classifica Billboard al numero uno nel 1996, e successivamente salì al triplo del platino.

La canzone “Bulls on Parade” è stata eseguita il Saturday Night Live nell’aprile del 1996. La loro prevista esibizione in due brani è stata tagliata su una canzone quando la band ha tentato di appendere le bandiere americane invertite dai loro amplificatori (“un segno di angoscia o di grande pericolo” ),  una protesta contro il candidato presidenziale repubblicano Steve Forbes come ospite  del programma quella notte.

Nel 1997, la band aprì per gli U2 nel loro PopMart Tour, per il quale tutti i profitti di Rage andarono a sostenere organizzazioni  come Union of Needletrades, Industrial and Textile Employees, Women Alive e Zapatista Front for National Liberation. Rage successivamente iniziò un  tour degli Stati Uniti con ospiti speciali Clan Wu-Tang. La polizia di diverse giurisdizioni ha tentato senza successo di cancellare i concerti, citando tra l’altro le “filosofie violente e anti-legge” delle bands. Il clan Wu-Tang fu infine rimosso dall’allineamento e rimpiazzato con The Roots, quando il clan Wu-Tang fece un no show durante un concerto a Riverport. Sulla tappa giapponese del loro tour che promuove Evil Empire, un album di compilation composto dalle registrazioni del lato B della band intitolato Live & Rare è stato pubblicato dalla Sony Records. Un video dal vivo, anche intitolato Rage Against the Machine, è stato rilasciato alla fine dello stesso anno.
Nel 1999 Rage Against the Machine suonò al concerto di Woodstock ’99. La seguente uscita, The Battle of Los Angeles, ha anche debuttato al numero uno nel 1999, vendendo 450.000 copie nella prima settimana e poi andando in doppio platino.

Nello stesso anno la canzone “Wake Up” è stata inserita nella colonna sonora del film The Matrix. La traccia “Calm Like a Bomb” è stata successivamente inserita nel sequel del film, The Matrix Reloaded del 2003. Nel 2000, la band progettò di supportare i Beastie Boys nel tour “Rhyme and Reason”; tuttavia, il tour fu annullato quando il batterista dei Mike Beastie Mike D subì un grave infortunio.
Nel 2003, The Battle of Los Angeles è stato classificato al numero 426 nell’elenco dei Rolling Stone dei 500 migliori album di tutti i tempi.

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: