Vai al contenuto

Bass Corner – Jaco Pastorius ★

John Francis Pastorius è nato il 1 dicembre 1951 a Norristown, in Pennsylvania.
Era il più grande di tre ragazzi nati da Stephanie, sua madre finlandese, e Jack Pastorius, un cantante e batterista jazz che ha trascorso gran parte del suo tempo sulla strada.
La sua famiglia si trasferì a Oakland Park vicino a Fort Lauderdale quando aveva otto anni.
Il soprannome di Pastorius, “Jaco”, fu adottato e fu parzialmente influenzato dal suo amore per lo sport e dall’arbitro Jocko Conlan.
Nel 1974, ha iniziato a scrivere “Jaco” dopo che è stato scritto male dal suo vicino, il pianista Alex Darqui.
Suo fratello lo chiamò “Mowgli” come il ragazzo selvaggio di The Jungle Book perché era energico e trascorreva gran parte del suo tempo senza camicia sulla spiaggia, arrampicandosi sugli alberi, correndo attraverso i boschi e nuotando nell’oceano.
Ha frequentato la scuola cattolica di St. Clement a Wilton Manors ed era un chierichetto nella chiesa di St. Clement.
Il suo nome di battesimo era Anthony, espandendo così il suo nome a John Francis Anthony Pastorius.
Era intensamente competitivo ed eccelleva nel baseball, nel basket e nel calcio.
Ha suonato la batteria fino a quando si è ferito al polso giocando a calcio quando aveva tredici anni.
Il danno era abbastanza grave da giustificare un intervento chirurgico correttivo e inibire la sua capacità di suonare la batteria.
Nel 1968-1969, all’età di 17 anni, Pastorius inizia ad apprezzare il jazz e risparmia abbastanza denaro per acquistare un upright bass.
Il suo tono profondo e dolce lo attirava, sebbene mettesse a dura prova le sue finanze.
Ha avuto difficoltà a mantenere lo strumento, che ha attribuito all’umidità in Florida. Quando si svegliò un giorno per scoprire che si era rotto, lo scambiò con un Fender Jazz Bass del 1962.
Nella sua adolescenza ha suonato il basso per Wayne Cochran & The  C.C. Riders.
All’inizio degli anni ’70, Pastorius ha insegnato basso all’Università di Miami, dove ha stretto amicizia con il chitarrista jazz Pat Metheny, che era anche membro della facoltà.
Con Paul Bley, Pastorius e Metheny registrarono un album, successivamente intitolato Jaco (Improvising Artists, 1974).
Pastorius ha quindi suonato nell’album di debutto dei Metheny,  Bright Size Life (ECM, 1976).
Ha registrato il suo album solista di debutto,  Jaco Pastorius. (Epic, 1976) con Michael Brecker, Randy Brecker Herbie Hancock .  Hubert Laws .Pat Metheny Sam & Dave, David Sanborn  e Wayne Shorter.

Prima di registrare il suo album di debutto, Pastorius ha partecipato a un concerto a Miami della band jazz fusion Weather report.
Dopo il concerto, si è avvicinato al tastierista Joe Zawinul, che guidava la band. Come era sua abitudine, si presentò dicendo: “Sono John Francis Pastorius III. Sono il bassista più grande del mondo”.
Zawinul ammirò la sua volgarità e chiese un nastro dimostrativo.
Dopo aver ascoltato il nastro, Zawinul si rese conto che Pastorius aveva una notevole abilità.
Corrispondettero e Pastorius mandò a Zawinul un ruvido mix del suo album solista.Dopo che il bassista Alphonso Johnson lasciò i Weather Report, Zawinul chiese a Pastorius di unirsi alla band. Pastorius ha fatto il suo debutto con la band nell’album Black Market (Columbia, 1976), in cui ha condiviso la bass chair con Johnson.
Pastorius è stato affermato come bassista solo della band per la registrazione di Heavy Weather (Columbia, 1977), che conteneva il successo nominato ai Grammy “Birdland”.
Durante il suo periodo con Weather Report, Pastorius ha iniziato ad abusare di alcol e droghe illegali, che hanno esacerbato i problemi mentali esistenti e portato a comportamenti irregolari.
Ha lasciato Weather Report nel 1982 a causa di scontri con impegni del tour per altri suoi progetti, oltre a una crescente insoddisfazione per l’approccio sintetizzato e orchestrato di Zawinul alla musica della band.
Warner Bros. mise sotto contratto Pastorius con un contratto favorevole alla fine degli anni ’70, basato sulla sua abilità rivoluzionaria e sulla sua qualità da star, che speravano avrebbe portato a grandi vendite.
Usò questo contratto per fondare la sua big band  Word of Mouth  che consisteva in Chuck Findley alla tromba,  Howard Johnson alla tuba, Wayne Shorter, Michael Brecker e Tom Scott ai fiati, Toots Thielemans all’armonica, Peter Erskine e Jack DeJohnette alla batteria e Don Alias ​​alle percussioni.
Questo è stato il gruppo che ha registrato il suo secondo album da solista, Word of Mouth (Warner Bros)

Nel 1982, Pastorius andò in tournée con la big band di 21 pezzi.
Mentre era in Giappone, con grande preoccupazione dei membri della sua band, si rasò la testa, si dipinse di nero e gettò il suo basso nella baia di Hiroshima.
Gli fu diagnosticato il disturbo bipolare alla fine del 1982 dopo il tour.
Pastorius aveva mostrato segni di disturbo bipolare prima della sua diagnosi, ma questi segni erano stati respinti come eccentricità, difetti del carattere e dallo stesso Pastorius come parte normale della sua personalità a ruota libera.
Nonostante l’attenzione della stampa, Word of mouth ha venduto male. Warner Bros. non è rimasta impressionata dai nastri dimostrativi di Holiday for Pans.
Pastorius pubblicò un terzo album, Invitation (1983), una registrazione dal vivo del tour in Giappone.

 

Dato che i problemi di alcol e droghe hanno dominato la sua vita, ha avuto difficoltà a trovare lavoro, a trovare persone che avrebbero tollerato i suoi shenanigans e ha finito per rimanere senza casa.
Nel 1985, durante le riprese di un video didattico, Pastorius disse all’intervistatore, Jerry Jemmott, che sebbene fosse stato elogiato spesso per le sue capacità, desiderava che qualcuno gli desse un lavoro.
Pastorius ha sviluppato l’abitudine autodistruttiva di provocare risse da bar e lasciarsi picchiare.
Dopo essere entrato furtivamente sul palco di un concerto di Carlos Santana al Sunrise Musical Theatre di Sunrise, in Florida, l’11 settembre 1987 ed essere stato espulso dai locali, si è recato al Midnight Bottle Club di Wilton Manors, in Florida, e , secondo quanto riferito, dopo aver preso a calci una porta di vetro dopo che gli fu rifiutato l’ingresso al club ebbe un violento confronto con Luc Havan, il manager del club che era un esperto di arti marziali.
Pastorius è stato ricoverato in ospedale per fratture facciali multiple e lesioni all’occhio destro e al braccio sinistro ed è caduto in coma. 
C’erano segnali incoraggianti che sarebbe uscito dal coma e si sarebbe ripreso, ma presto svanirono.
Un’emorragia cerebrale pochi giorni dopo lo ha portato alla morte cerebrale.
Fu tolto il supporto vitale e morì il 21 settembre 1987 all’età di 35 anni presso il Broward General Medical Center di Fort Lauderdale.
Luc Havan è stato accusato di omicidio di secondo grado.
Si è dichiarato colpevole di omicidio colposo ed è stato condannato a ventidue mesi di carcere e cinque anni di libertà vigilata.
Dopo aver scontato quattro mesi di prigione, è stato rilasciato sulla parola per buona condotta. 

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: