Le bands : Iron Maiden

iron maidenGli Iron Maiden si sono formati il ​​giorno di Natale, il 25 dicembre 1975, dal bassista Steve Harris poco dopo aver lasciato il suo gruppo precedente, Smiler. Harris ha attribuito il nome della band a un adattamento cinematografico di The Man in the Iron Mask dal romanzo di Alexandre Dumas, il cui titolo gli ricordava il dispositivo di tortura inaugurale di ferro.
Dopo mesi di prove,gli Iron Maiden fecero il loro debutto alla St. Nicks Hall di Poplar il 1 ° maggio 1976,  prima di intraprendere una semi-residenza al Cart and Horses Pub nel Maryland, Stratford.
La formazione originale ebbe vita breve, con il cantante  Paul Day che fu la prima vittima in quanto, secondo Harris, gli mancava “energia o carisma sul palco”.
È stato sostituito da Dennis Wilcock, un fan dei Kiss che ha usato il trucco e il sangue finto durante le esibizioni dal vivo.
L’amico di Wilcock, Dave Murray, fu invitato a unirsi, con grande sgomento dei chitarristi della band Dave Sullivan e Terry Rance.
La loro frustrazione portò Harris a sciogliere temporaneamente gli Iron Maiden nel 1976, sebbene il gruppo si riformò poco dopo con Murray come unico chitarrista. Harris e Murray rimangono i membri più longevi della band e si sono esibiti in tutte le loro uscite.

I Maiden reclutarono un altro chitarrista nel 1977, Bob Sawyer, che fu licenziato per aver imbarazzato la band sul palco fingendo di suonare la chitarra con i denti.
La tensione è di nuovo seguita, causando una frattura tra Murray e Wilcock, che ha convinto Harris a licenziare Murray,  così come il batterista originale Ron Matthews.
È stata messa insieme una nuova formazione, tra cui il futuro membro dei Cutting Crew ,Tony Moore alla tastiera, Terry Wapram alla chitarra e il batterista Barry Purkis (meglio conosciuto oggi come Thunderstick). Una performance scadente al Bridgehouse, un pub situato a Canning Town,  nel novembre 1977 fu il primo e unico concerto della line-up. Successivamente,gli  Iron Maiden licenziarono Purkis e lo sostituirono con Doug Sampson.
Allo stesso tempo, a Moore fu chiesto di andarsene poiché Harris decise che le tastiere non si adattavano al suono della band.
Alcuni mesi dopo, Dennis Wilcock decise di lasciare gli Iron Maiden per formare la sua band, i V1, e Dave Murray fu immediatamente reintegrato.
Dato che preferiva essere l’unico chitarrista della band, Wapram disapprovava il ritorno di Murray e fu anch’egli licenziato.
Harris, Murray e Sampson trascorsero le prove dell’estate e dell’autunno del 1978 mentre cercavano un cantante per completare la nuova formazione della band.
Un incontro casuale al pub Red Lion a Leytonstone nel novembre 1978 si è trasformato in un’audizione di successo per il cantante Paul Di’Anno.
Steve Harris dichiarò: “C’è una sorta di qualità nella voce di Paul, una qualcosa di roco nella sua voce, o come la si voglia chiamare, che gli ha dato questo grande vantaggio”.
A quel tempo, Murray in genere agiva come il loro unico chitarrista ed  Harris commentò : “Davey era così bravo da poter fare molto da solo. Il piano era sempre quello di ottenere un secondo chitarrista, ma trovarne uno che potesse eguagliare Davey era davvero difficile.”
Alla vigilia di Capodanno del 1978, gli Iron Maiden registrarono una demo, composta da quattro canzoni, presso gli Spaceward Studios di Cambridge.
Sperando che la registrazione li avrebbe aiutati a ottenere più concerti,  la band ne presentò una copia a Neal Kay, gestore di un club heavy metal chiamato “Bandwagon Heavy Metal Soundhouse”, situato a Kingsbury Circle, a nord-ovest di Londra.
Dopo aver ascoltato il nastro, Kay iniziò a mandare la demo regolarmente al Bandwagon, e una delle canzoni, “Prowler”, alla fine andò al numero 1 delle classifiche Soundhouse, che venivano pubblicate settimanalmente sulla rivista Sounds.
Una copia fu acquisita anche da Rod Smallwood, che divenne presto il manager della band,  e, con l’aumentare della popolarità degli Iron Maiden, pubblicarono la demo sulla loro etichetta discografica come The Soundhouse Tapes, che prese il nome del club.
Con solo tre tracce (una canzone, “Strange World”, fu esclusa in quanto la band non era soddisfatta della sua produzione)  tutte le cinquemila copie furono esaurite in poche settimane.
Nel dicembre 1979, la band ottenne un importante contratto discografico con EMI  e chiese all’amico d’infanzia di Dave Murray, Adrian Smith degli Urchin, di unirsi al gruppo come secondo chitarrista.
A causa del suo impegno con gli Urchin, Smith rifiutò e fu invece assunto Dennis Stratton.
Poco dopo, Doug Sampson lasciò a causa di problemi di salute, e fu sostituito dall’ex batterista dei Samson Clive Burr su suggerimento di Stratton il 26 dicembre 1979.  La prima apparizione degli Iron Maiden in un album fu nella compilation dei Metal for Muthas ( pubblicato il 15 febbraio 1980) con due prime versioni di “Sanctuary” e “Wrathchild”.
L’uscita portò ad un tour che ne seguì, caratterizzato da diverse altre band legate alla nuova ondata di heavy metal britannico.
Gli Iron Maiden pubblicarono il loro album omonimo nel 1980, che debuttò al numero 4 della UK Albums Chart.

Oltre alla title track (una versione live della quale sarebbe uno dei primi video musicali trasmessi su MTV),  l’album includeva altri fan favourites come “Running Free”, “Transylvania”, “Phantom of the Opera “e” Sanctuary “.
La band si è imbarcata in un tour del Regno Unito per  aprire per i Kiss nella loro tappa europea del 1980 Unmasked Tour e di supportare i Judas Priest in date selezionate. Gli Iron Maiden sono apparsi, con grande successo, al Reading Festival del 1980, di sabato e secondi in vetta alla classifica, con headliner UFO. Dopo il tour dei Kiss, Dennis Stratton fu licenziato dalla band a causa di differenze creative e personali e fu sostituito da Adrian Smith nell’ottobre 1980.
Nel 1981, gli Iron Maiden pubblicarono il loro secondo album in studio, Killers.

Contiene molti brani scritti prima della loro uscita di debutto, solo due nuove canzoni sono state scritte per il disco: “Prodigal Son” e “Murders in the Rue Morgue”  (il titolo di quest’ultimo è stato tratto dal racconto di Edgar Allan Poe) .  Insoddisfatto della produzione del loro album di debutto,  la band assunse il produttore veterano Martin Birch, che avrebbe continuato a lavorare per Iron Maiden fino al suo ritiro nel 1992.  Il disco è stato seguito dal primo tour mondiale della band, che includeva la loro esibizione di debutto negli Stati Uniti, aprendo per Judas Priest al The Aladdin Casino di Las Vegas.
Nel 1981, Paul Di’Anno stava dimostrando un comportamento sempre più autodistruttivo, in particolare a causa del suo consumo di droghe,  su cui Di’Anno commenta, “non era solo che stavo sbuffando un po ‘di coca, lo facevo senza sosta, 24 ore al giorno, tutti i giorni … la band aveva accumulato impegni che andavano avanti per mesi, anni e non riuscivo a vedere la mia strada fino alla fine. Non sarei mai durato l’intero tour. Era troppo. ”
Con le sue esibizioni in calo, Di’Anno fu immediatamente licenziato dopo il Killer World Tour e, a quel punto la band aveva già scelto il suo sostituto.
Dopo un incontro con Rod Smallwood al Festival di Reading, Bruce Dickinson, precedentemente dei Samson, fece un provino per Iron Maiden nel settembre 1981 e fu immediatamente assunto.
Il mese seguente, Dickinson uscì in tour con la band per un piccolo tour in Italia, oltre a uno spettacolo unico al Rainbow Theatre nel Regno Unito.
Per l’ultimo spettacolo, e in previsione del loro prossimo album, la band ha suonato “Children of the Damned” e “22 Acacia Avenue”, introducendo i fan al suono verso il quale stavano avanzando.
Nel 1982, pubblicarono il loro terzo album in studio, The number of the beast, che diede alla band il loro primo disco nel Regno Unito nella classifica degli album n. 1  e divenne inoltre uno dei dieci migliori successi in molti altri paesi.

All’epoca, Dickinson era nel mezzo di difficoltà legali con la gestione  Samson, e non gli fu permesso di aggiungere il suo nome a nessuno dei crediti di compositore, sebbene continuasse a dare quello che descrisse come un “contributo morale” a “Children of the Damned” “,” The Prisoner “e” Run to the Hills “. Per la seconda volta la band si è imbarcata in un tour mondiale, soprannominato The Beast on the Road, durante il quale hanno visitato il Nord America, il Giappone, l’Australia e l’Europa, inclusa un’apparizione principale al Festival di Reading.
È stato cementato un nuovo capitolo di grande successo nel futuro di Iron Maiden; nel 2010 il New York Times ha riferito che l’album aveva venduto oltre 14 milioni di copie in tutto il mondo.
La leg americana di The Beast on the Road si è dimostrata controversa quando un gruppo di pressione politico conservatore americano ha affermato che gli Iron Maiden erano satanici a causa del titolo del nuovo album,  al punto in cui un gruppo di attivisti cristiani ha distrutto i dischi di Iron Maiden come protesta contro la band.  Negli ultimi anni, Dickinson dichiarò che la band veniva trattata come “stupida”,  e che le dimostrazioni in effetti davano loro “un sacco di pubblicità”.
Nel dicembre 1982, il batterista Clive Burr fu licenziato dalla band e sostituito da Nicko McBrain, che in precedenza suonava per i Trust.
Sebbene Harris affermasse che il suo licenziamento avveniva perché le sue esibizioni dal vivo erano influenzate da attività fuori dal palcoscenico,  Burr si oppose a questo e affermò di essere stato ingiustamente espulso dalla band.  Poco dopo, la band si recò per la prima volta alle Bahamas per registrare il primo dei tre album consecutivi ai Compass Point Studios. Nel 1983, pubblicarono il loro quarto album in studio, Piece of Mind, che raggiunse lo spot numero 3 nel Regno Unito,  e fu il debutto della band nelle classifiche nordamericane, raggiungendo il numero 70 nella Billboard 200.

Piece of Mind include i singoli di successo, “The Trooper” e “Flight of Icarus”, l’ultimo dei quali è particolarmente noto come una delle poche canzoni della band a ottenere sostanziali airplay negli Stati Uniti.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...