I batteristi : Earl Palmer

Nato in una famiglia dello show-business a New Orleans e cresciuto nel distretto di Tremé, Palmer ha iniziato la sua carriera a cinque anni come ballerino di tip tap, unendosi a sua madre e sua zia sul circuito del vaudeville nero nel suo crepuscolo e girando il paese ampiamente con Darktown di Ida Cox. Si pensa che suo padre fosse il pianista e capofila locale Walter “Fats” Pichon.
Palmer aveva 12 anni quando ha diretto uno spettacolo al piano al Rhythm Club di New Orleans, “un posto molto bello dove si può godere di uno spettacolo al piano, guidato da Alvin Howey e Little Earl Palmer”.
Palmer prestò servizio nell’esercito degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale e suonò nei teatri europei.
Dopo la fine della guerra Palmer studiò pianoforte e percussioni alla Gruenwald School of Music di New Orleans, dove imparò anche a leggere musica. Ha iniziato a suonare la batteria con la Dave Bartholomew Band alla fine degli anni ’40. Palmer era noto per aver suonato nelle sessioni di registrazione di New Orleans, tra cui “The Fat Man” di Fats Domino e “I’m Walkin” (e molti altri successi di Domino), “Tipitina” del Professor Longhair, “Tutti Frutti” di Little Richard ( e la maggior parte dei successi di Richard), “Lawdy Miss Clawdy” di Lloyd Price e “I Hear You Knockin ‘” di Smiley Lewis.
La sua interpretazione di “The Fat Man” ha caratterizzato il backbeat che è diventato l’elemento più importante del rock and roll. Palmer ha detto: “Quella canzone ha richiesto un forte afterbeat in tutto il brano. Con Dixieland hai avuto un forte afterbeat solo dopo essere arrivato all’urlo dell’ultimo coro … Era una sorta di nuovo approccio alla musica ritmica.” Secondo quanto riferito, è stato il primo a usare la parola funky, per spiegare ad altri musicisti che la loro musica dovrebbe essere resa più sincopata e ballabile.
Palmer lasciò New Orleans per Hollywood nel 1957, inizialmente lavorando per Aladdin Records. Iniziò presto a lavorare con Wrecking Crew, un gruppo affiatato di musicisti di sessione che registrarono senza sosta durante il loro periodo di massimo splendore dal 1962 al 1968.
Il sindacato dei musicisti ha rintracciato che Palmer suonando in 450 date nel solo 1967.
Per più di 30 anni ha suonato la batteria nelle colonne sonore di molti film e programmi televisivi. Tra i molti artisti con cui ha lavorato c’erano Frank Sinatra, Phil Spector, Ricky Nelson, Bobby Vee, Ray Charles, Sam Cooke, Eddie Cochran, Ritchie Valens, Bobby Day, Don e Dewey, Jan e Dean, Beach Boys, Larry Williams, Gene McDaniels, Bobby Darin, Neil Young, the Pets, The Byrds quando erano ancora conosciuti come The Beefeaters e B. Bumble and the Stingers. Ha anche suonato in sessioni jazz con David Axelrod, Dizzy Gillespie, Earl Bostic, Onzy Matthews e Count Basie, e ha contribuito alle registrazioni di blues di B. B. King.
Palmer ha suonato la batteria in una sessione di registrazione con il cantautore folk West Coast Jim Sullivan intorno al 1969 o 1970. L’album è stato pubblicato due volte con diversi mix audio. Nell’album della Monnie Records, U.F.O., i tamburi di Palmer possono essere chiaramente ascoltati, ma nel Century City Record, Jim Sullivan, la batteria, le percussioni e il basso sono stati spostati indietro nel mix.
Rimase molto richiesto come batterista negli anni ’70 e ’80, suonando per le registrazioni degli album di Randy Newman, Tom Waits, Bonnie Raitt, Tim Buckley, Little Feat ed Elvis Costello.
Nel 1982, Palmer è stato eletto tesoriere del Local 47 della American Federation of Musicians. Ha servito fino a quando è stato sconfitto nel 1984. È stato rieletto nel 1990.
Una biografia, Backbeat: Earl Palmer’s Story, di Tony Scherman, è stata pubblicata nel 1999.
Negli anni successivi, Palmer ha suonato con un trio jazz a Los Angeles.
Palmer è morto nel settembre 2008, a Banning, in California, dopo una lunga malattia. È sepolto al Riverside National Cemetery a Riverside, in California.
Discografia
Willie Dixon –  Hidden Charms – 1988

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...