Vai al contenuto

Guitar corner (ma NON solo) : Frank Zappa

Zappa è nato il 21 dicembre 1940 a Baltimora, nel Maryland. Sua madre, Rosemarie (nata Collimore), era di origine italiana (napoletana e siciliana) e francese; suo padre, il cui nome era anglicizzato da Francis Vincent Zappa, era immigrato da Partinico, in Sicilia, con origini greche e arabe.
Frank, il maggiore di quattro figli, è cresciuto in una famiglia italo-americana in cui l’italiano veniva parlato spesso con i suoi nonni.
La famiglia si trasferì spesso perché suo padre, chimico e matematico, lavorava nella difesa. Dopo un periodo trascorso in Florida negli anni ’40, la famiglia tornò nel Maryland, dove il padre di Zappa lavorava presso la struttura di guerra chimica Edgewood Arsenal dell’Aberdeen Proving Ground gestita dall’esercito degli Stati Uniti. A causa della vicinanza della loro casa all’arsenale, che immagazzinava gas di senape, le maschere antigas furono mantenute in casa in caso di incidente.
Questa sistemazione abitativa ebbe un profondo effetto su Zappa e riferimenti a germi, guerra batteriologiche e i disturbi e l’industria della difesa si trovano frequentemente durante il suo lavoro.
Zappa era spesso malato da bambino, soffriva di asma, mal d’orecchi e problemi al seno. Un medico ha curato la sua sinusite inserendo una pallina di radio in ciascuna delle narici di Zappa. All’epoca non si sapeva molto sui potenziali pericoli anche di piccole quantità di radiazioni terapeutiche  e sebbene da allora sia stato affermato che il trattamento del radio nasale ha connessioni causali con il cancro, nessuno studio ha fornito prove sufficienti per confermare questo.
Le immagini e i riferimenti nasali compaiono nella sua musica e nei suoi testi, così come nelle copertine degli album collage create dal suo collaboratore di lunga data Cal Schenkel. Zappa credeva che le sue malattie infantili potessero essere dovute all’esposizione al gas mostarda, rilasciato dalla vicina struttura di guerra chimica, e la sua salute peggiorò quando visse a Baltimora.
Nel 1952, la sua famiglia si trasferì per motivi di salute a Monterey, in California, dove suo padre insegnava metallurgia alla Naval Postgraduate School.
Si trasferirono presto a Claremont, California  e poi a El Cajon, prima di stabilirsi definitivamente a San Diego.
Zappa si unì alla sua prima band alla Mission Bay High School di San Diego come batterista.
Circa nello stesso periodo, i suoi genitori comprarono un fonografo, che gli permise di sviluppare il suo interesse per la musica e di iniziare a costruire la sua collezione  di dischi.
Secondo The Rough Guide to Rock (2003), “da adolescente Zappa è stato contemporaneamente affascinato dall’R & B  (Johnny ‘Guitar’ Watson, Guitar Slim), doo-wop (The Channels, The Velvets) , il modernismo di Igor Stravinsky e Anton Webern e i dissonanti esperimenti sonori di Edgard Varese.
I singoli R&B furono i primi acquisti per Zappa, iniziando una grande collezione che conservò per il resto della sua vita.
Era interessato ai suoni per in se stessi, in particolare i suoni di batteria e altri strumenti a percussione. All’età di 12 anni, aveva ottenuto un rullante e ha iniziato a imparare le basi delle percussioni orchestrali.
Il profondo interesse di Zappa per la musica classica moderna è iniziato  quando ha letto un articolo della rivista LOOK sulla catena di negozi di dischi Sam Goody che ha lodato la sua capacità di vendere un LP oscuro come The Complete Works di Edgard Varèse, Volume Uno.
L’articolo descriveva la composizione di percussioni di Varèse Ionisation, prodotta da EMS Recordings, come “uno strano miscuglio di tamburi e altri spiacevoli suoni”. Zappa decise di cercare la musica di Varèse. Dopo aver cercato per oltre un anno, Zappa ne trovò una copia (notò l’LP a causa dello “scienziato pazzo” quando era in cerca della foto di Varèse sulla copertina). Non avendo abbastanza soldi con lui, persuase il venditore a vendergli il disco con uno sconto.
Iniziò così la sua passione per la vita per la musica di Varèse e quella di altri compositori classici moderni. Gli piaceva anche la musica classica italiana ascoltata dai nonni, in particolare le arie d’opera di Puccini.
Nel 1956, la famiglia Zappa si trasferì a Lancaster, una piccola città aerospaziale e agricola nella valle  del deserto del Mojave vicino alla base aeronautica di Edwards; in seguito si riferirà al Sun Village (una città vicino a Lancaster) nel brano del 1973 “Village of the Sun”.  La madre di Zappa lo incoraggiò nei suoi interessi musicali. Sebbene non le piacesse la musica di Varèse, era abbastanza indulgente da far fare a suo figlio una telefonata interurbana al compositore come regalo per il 15 ° compleanno.  Sfortunatamente, all’epoca Varèse era in Europa, quindi Zappa parlò alla moglie del compositore e lei gli suggerì di richiamare più tardi. In una lettera Varèse lo ringraziò per il suo interesse e gli raccontò di una composizione a cui stava lavorando chiamata “Déserts”. Vivendo nella città deserta di Lancaster, Zappa l’ha trovato molto eccitante. Varèse lo invitò a incontrarlo se fosse mai venuto a New York. L’incontro non ebbe mai luogo (Varèse morì nel 1965), ma Zappa incorniciò la lettera e la tenne in mostra per il resto della sua vita.
Alla Antelope Valley High School, Zappa conobbe Don Glen Vliet (che in seguito cambiò il suo nome in Don Van Vliet e adottò il nome d’arte Captain Beefheart). Zappa e Vliet sono diventati amici intimi, condividendo l’interesse per i dischi R&B e influenzandosi reciprocamente musicalmente durante la loro carriera.
Nello stesso periodo, Zappa ha iniziato a suonare la batteria in una band locale, i Blackouts.
Il gruppo era eterogeneo dal punto di vista razziale e includeva Euclid James “Motorhead” Sherwood che in seguito divenne un membro delle Mothers of Invention. L’interesse di Zappa per la chitarra crebbe e nel 1957 gli fu dato il suo primo strumento. Tra le sue prime influenze vi furono Johnny “Guitar” Watson, Howlin ‘Wolf e Clarence “Gatemouth” Brown. (Negli anni ’70 / ’80, invitò Watson a esibirsi in diversi album.) Zappa considerava il solo come l’equivalente della formazione di “sculture aeree” e sviluppò uno stile eclettico, innovativo e altamente personale.
Fu anche influenzato dal compositore egiziano Halim El-Dabh.
L’interesse di Zappa per la composizione e l’arrangiamento si è sviluppato negli ultimi anni del liceo. Nel suo ultimo anno, stava scrivendo, organizzando e dirigendo pezzi di performance d’avanguardia per l’orchestra della scuola.
Si laureò alla Antelope Valley High School nel 1958, e in seguito ringraziò due dei suoi insegnanti di musica sulla manica della Album del 1966 Freak Out!
A causa dei frequenti movimenti della sua famiglia, Zappa frequentava almeno sei diverse scuole superiori e come studente si annoiava spesso e si dava alla distrazione del resto della classe con buffonate giovanili.
Nel 1959, frequentò il Chaffey College ma se ne andò dopo un semestre, e in seguito mantenne uno sdegno per l’istruzione formale, portando i suoi figli a scuola a 15 anni e rifiutando di pagare per il loro college.
Zappa lasciò casa nel 1959 e si trasferì in un piccolo appartamento a Echo Park, a Los Angeles. Dopo aver incontrato Kathryn J. “Kay” Sherman durante il suo breve periodo di studio di composizione privata con il Prof. Karl Kohn del Pomona College, si trasferirono insieme in Ontario e si sposarono il 28 dicembre 1960.
Zappa lavorò per un breve periodo  come copywriter. Il suo soggiorno nel mondo commerciale fu breve, ma gli diede preziose intuizioni sul suo funzionamento.   Durante tutta la sua carriera, si interessò molto alla presentazione visiva del suo lavoro, progettando alcune copertine dei suoi album e dirigendo i suoi film e video.Zappa ha tentato di guadagnarsi da vivere come musicista e compositore e ha suonato in diversi concerti da discoteca, alcuni con una nuova versione dei Blackout. [12]: 59 le prime registrazioni professionali di Zappa, due colonne sonore per i film a basso budget The World’s Greatest Sinner ( 1962) e Run Home Slow (1965) furono più gratificanti dal punto di vista finanziario. La prima colonna sonora è stata commissionata dall’attore-produttore Timothy Carey e registrata nel 1961. Contiene molti temi apparsi su dischi successivi della Zappa. [12]: 63 Quest’ultima colonna sonora è stata registrata nel 1963 dopo che il film è stato completato, ma è stato commissionato da uno degli ex insegnanti di scuola superiore di Zappa nel 1959 e Zappa potrebbe averci lavorato prima che il film fosse girato. [12]: 55 Estratti dalla colonna sonora possono essere ascoltati nell’album postumo The Lost Episodes (1996).
All’inizio degli anni ’60, Zappa scrisse e produsse canzoni per altri artisti locali, lavorando spesso con il cantautore Ray Collins e il produttore Paul Buff. Il loro “Memories of El Monte” è stato registrato dai Penguins, sebbene sia stato presentato solo Cleve Duncan del gruppo originale. Buff possedeva il piccolo Pal Recording Studio di Cucamonga, che includeva un registratore a cinque tracce unico che aveva costruito. A quel tempo, solo una manciata dei più sofisticati studi commerciali aveva strutture multi-traccia; lo standard del settore per gli studi più piccoli era ancora mono o a due tracce.
Sebbene nessuna delle registrazioni del periodo raggiunse un grande successo commerciale, Zappa guadagnò abbastanza soldi per permettergli di mettere in scena un concerto della sua musica orchestrale nel 1963 e per trasmetterlo e registrarlo.  È apparso nello spettacolo sindacale a tarda notte di Steve Allen dello stesso anno, in cui ha suonato una bicicletta come strumento musicale. Usando un arco preso in prestito dal basso della band , oltre alle bacchette, ha proceduto a pizzicare, battere e piegare i raggi della bici, producendo strani suoni comici dal suo nuovo strumento trovato. Con Captain Beefheart, Zappa ha registrato alcune canzoni con il nome di Soots. Sono stati respinti da Dot Records per “nessun potenziale commerciale”, un verdetto che Zappa ha successivamente citato sulla copertina di Freak Out!
Nel 1964, dopo che il suo matrimonio iniziò a rompersi, si trasferì nello studio Pal e iniziò a lavorare regolarmente 12 ore o più al giorno registrando e sperimentando la sovraincisione e la manipolazione del nastro audio. Ciò stabilì un modello di lavoro che durò per gran parte della sua vita. Aiutato dalle sue entrate dalla composizione cinematografica, Zappa rilevò lo studio da Paul Buff, che ora lavorava con Art Laboe presso Original Sound. Fu ribattezzato Studio Z che però veniva raramente prenotato per le registrazioni di altri musicisti. Invece, gli amici si trasferirono, in particolare James “Motorhead” Sherwood.
Zappa iniziò a esibirsi nei bar locali come chitarrista con un power trio, i Muthers, per sostenersi.
Un articolo sulla stampa locale che descriveva Zappa come “il re dei film di Cucamonga” indusse la polizia locale a sospettare che stesse realizzando film pornografici.
Nel marzo del 1965, Zappa fu avvicinato da un ufficiale sotto copertura della squadra, e accettò un’offerta di $ 100 (equivalente a $ 811 nel 2019) per produrre un nastro audio suggestivo per un presunto addio al celibato. Zappa e un’amica hanno registrato un episodio erotico falso. Quando Zappa stava per consegnare il nastro, è stato arrestato e la polizia ha spogliato lo studio di tutto il materiale registrato.

Zappa fu accusato di “cospirazione per commettere pornografia”.
Questa accusa di crimini fu ridotta e fu condannato a sei mesi di prigione per un reato, con tutti i dieci giorni sospesi : la prigionia ha lasciato un segno permanente ed è stata fondamentale per la formazione della sua posizione anti-autoritaria.
Zappa ha perso diverse registrazioni fatte allo Studio Z nel processo, poiché la polizia ha restituito solo 30 delle 80 ore di nastro sequestrate.  Alla fine, non potendosi più permettersi di pagare l’affitto dello studio , fu sfrattato.
Zappa riuscì a recuperare alcuni dei suoi beni prima che lo studio venisse demolito nel 1966.
Nel 1965, Ray Collins chiese a Zappa di assumere il ruolo di chitarrista nella band R&B locale, i Soul Giants, a seguito di una rissa tra Collins e il chitarrista originale del gruppo. Zappa accettò e presto assunse la leadership e il ruolo di cantante co-protagonista (anche se non si considerava un cantante). Ha convinto gli altri membri che avrebbero dovuto suonare la sua musica per aumentare le possibilità di ottenere un contratto discografico.  La band è fu ribattezzata Mothers, per coincidenza il giorno della mamma.
Hanno aumentato le loro prenotazioni dopo iniziando un’associazione con il manager Herb Cohen, mentre gradualmente acquisivano attenzione sulla fiorente scena musicale underground di Los Angeles.
All’inizio del 1966, furono individuati dal principale produttore discografico Tom Wilson mentre suonavano “Trouble Every Day”, una canzone sulle rivolte di Watts.
Wilson si era guadagnato il plauso come produttore di Bob Dylan e Simon & Garfunkel, ed era noto come uno dei pochi afro-americani che lavoravano come uno dei principali produttori di musica pop dell’etichetta in quel momento. Wilson mise sotto contratto la band nella divisione Verve di MGM, che aveva costruito una forte reputazione per le sue uscite di modern jazz negli anni ’40 e ’50, ma stava tentando di diversificare il pubblico pop e rock. Verve ha insistito sul fatto che la band si ribattezzasse ufficialemnte Mothers of Invention, in quanto Mother era l’abbreviazione di figlio di puttana, un termine che, a parte i suoi significati profani, può indicare un abile musicista.
Con Wilson accreditato come produttore, le Mothers of Invention, arricchita da un’orchestra di studio, ha registrato l’innovativo  Freak Out! (1966), che, dopo Blonde on Blonde di Bob Dylan, è stato il secondo doppio album rock mai pubblicato. Mescolava R&B, doo-wop, musique concrete e collage sonori sperimentali che catturarono la subcultura “freak” di Los Angeles a quel tempo.
Anche se non  soddisfatto del prodotto finale, Freak Out affermò immediatamente Zappa come una nuova voce radicale nella musica rock, fornendo un antidoto alla “implacabile cultura di consumo americana”.
Il suono era crudo, ma gli arrangiamenti erano sofisticati. Durante la registrazione in studio, alcuni dei musicisti della sessione aggiuntiva sono rimasti scioccati dal fatto  che leggessero le note sugli spartiti dalle chart con Zappa che le conduceva, poiché non era standard quando si registrava musica rock.
I testi sono stati elogiati nell’anticonformità, autorità denigrate e con elementi dadaisti. Eppure, c’era posto per canzoni d’amore apparentemente convenzionali.
La maggior parte delle composizioni sono di Zappa, che costituirono un precedente per il resto della sua carriera discografica. Aveva il pieno controllo degli arrangiamenti e delle decisioni musicali e faceva la maggior parte degli overdub. Wilson ha fornito il peso e le connessioni del settore ed è stato in grado di fornire al gruppo le risorse finanziarie necessarie.
Sebbene Wilson fosse in grado di fornire a Zappa e alle Mothers un eccezionale grado di libertà artistica per l’epoca, la registrazione non ha andare interamente come previsto. In un’intervista radiofonica sopravvissuta nel 1967, Zappa spiegò che la stravagante traccia di chiusura di 11 minuti dell’album, “Return of the Son of Monster Magnet”, era in realtà un pezzo incompiuto. La traccia (come appare sull’album) è stata creata per fungere da base per un lavoro molto più complesso, ma MGM ha rifiutato di approvare il tempo di registrazione aggiuntivo necessario a Zappa per completarlo, quindi (con suo grande dispiacere) è stato pubblicato in questa forma incompiuta.
Durante la registrazione di Freak Out !, Zappa si trasferì in una casa nel Laurel Canyon con l’amica Pamela Zarubica, che apparve sull’album.
La casa divenne un luogo di incontro (e di vita) per molti musicisti e gruppi di Los Angeles del tempo, nonostante la disapprovazione di Zappa del loro uso illecito di stupefacenti.
Dopo un breve tour promozionale dopo l’uscita di Freak Out !, Zappa incontrò Adelaide Gail Sloatman. Si innamorò in “un paio di minuti”, e lei si trasferì in casa durante l’estate.  65–66 Si sposarono nel 1967, ebbero quattro figli e rimasero insieme fino alla morte di Zappa.
La Wilson produsse nominalmente il secondo album dei Mothers Absolutely Free (1967), che fu registrato nel novembre del 1966, e successivamente mixato a New York, anche se a quel punto Zappa aveva il controllo di fatto della maggior parte delle sfaccettature della produzione. Presentava un modo di suonare esteso delle Mothers of Invention e si concentrava su canzoni che definivano lo stile compositivo di Zappa di introdurre cambiamenti repentini  in brani costruiti da elementi diversi.
Esempi sono “Plastic People” e “Brown Shoes Don ‘ t Make It “, che conteneva testi critici sull’ipocrisia e sulla conformità della società americana, ma anche sulla controcultura degli anni ’60.
Come diceva Zappa,” [W] siamo satiristi, e noi sono pronti a satirizzare tutto “.
Allo stesso tempo, Zappa aveva registrato materiale per un album di opere orchestrali che sarebbe stato pubblicato con il suo nome, Lumpy Gravy, pubblicato dalla Capitol Records nel 1967. A causa di problemi di contratto, l’album è stato sospeso. Zappa ha colto l’occasione per ristrutturare radicalmente i contenuti, aggiungendo dialoghi improvvisati e appena registrati. Dopo che i problemi contrattuali furono risolti, l’album fu ristampato da Verve nel 1968 , un “incredibile progetto musicale ambizioso” un “monumento a John Cage”, che intreccia temi orchestrali, parole pronunciate e rumori elettronici attraverso tecniche radicali di editing audio.

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: