Vai al contenuto

Guitar corner – Luther Allison ★

Annunci

La grande occasione di Allison arrivò nel 1957, quando Howlin Wolf lo invitò sul palco. Freddie King prese Allison sotto la sua ala, e dopo che King ebbe un contratto discografico, Allison prese lavoro nella  house band di un club nel West Side di Chicago. Ha lavorato nel circuito dei club alla fine degli anni ’50 e all’inizio degli anni ’60 e ha registrato il suo primo singolo nel 1965. Ha firmato un contratto discografico con la Delmark Records nel 1967 e ha pubblicato il suo album di debutto, Love Me Mama, l’anno successivo. Si è esibito in un set ben accolto all’Ann Arbor Blues Festival del 1969 e di conseguenza gli è stato chiesto di esibirsi lì in ciascuno dei successivi tre anni.  Ha fatto un tour a livello nazionale. Nel 1972, ha firmato con Motown Records, uno dei pochi artisti blues su quella etichetta.  A metà degli anni ’70 ha girato l’Europa. Si trasferisce in Francia nel 1977.
Allison era noto per le sue potenti esibizioni da, lunghi assoli di chitarra soul e le sue camminate sulla folla con la sua Gibson Les Paul. Ha vissuto brevemente durante questo periodo a Peoria, nell’Illinois, dove ha firmato con la Rumble Records, pubblicando due registrazioni dal vivo “Gonna Be a Live One in Here Tonight”, prodotto da Bill Knight, e “Power Wire Blues”, prodotto da George Faber e Jeffrey P. Hess. Allison ha suonato nel circuito dei bar negli Stati Uniti durante questo periodo e ha trascorso otto mesi all’anno in Europa in locali di alto profilo, tra cui il Montreux Jazz Festival. Nel 1992, ha suonato con la star del rock and roll francese Johnny Hallyday in 18 spettacoli a Parigi, suonando anche durante l’intervallo.
Il direttore e agente europeo di Allison, Thomas Ruf, fondò la Ruf Records nel 1994. Firmando con la Ruf Records, Allison lanciò un ritorno in associazione con la Alligator Records. Il fondatore  Bruce Iglauer convinse Allison a tornare negli Stati Uniti. L’album Soul Fixin ‘Man è stato registrato e pubblicato nel 1994 e Allison ha fatto un tour negli Stati Uniti e in Canada. Ha vinto quattro W. C. Handy Awards nel 1994. Con il supporto della James Solberg Band, il tour senza sosta e l’uscita di Blue Streak (con la canzone “Cherry Red Wine”), Allison ha guadagnato più Handy Awards e ha ottenuto un più ampio riconoscimento. Ha vinto diversi Living Blues Awards ed è apparso sulle copertine delle pubblicazioni blues.
Durante il suo tour nell’estate del 1997, Allison si recò in ospedale per vertigini e perdita di coordinazione. Si è scoperto che aveva un tumore al polmone che si era metastatizzato al cervello.  Dentro e fuori dal coma, Allison morì il 12 agosto 1997, cinque giorni prima del suo 58esimo compleanno, a Madison, nel Wisconsin. Il suo album Reckless era appena stato pubblicato.
Discografia :
Love me mama-1969
Bad news is coming-1972
Luther’s blues– 1973
Night Life– 1976
Time –  1980
Soul Fixin Man –  1994
Blue Streak– 1995

Annunci

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: