Vai al contenuto

Le bands : The Yardbirds ★

La band si formò nella periferia sud-ovest di Londra nel 1963.  Keith RelfPaul Samwell-Smith erano originariamente in una band chiamata Metropolitan Blues Quartet. Dopo essere stati raggiunti da Dreja McCarty e Top Topham, si esibirono alla Kingston Art School alla fine di maggio 1963 come band di backup per Cyril Davies. Dopo un paio di concerti nel settembre del 1963 come Blue-Sounds, cambiarono il loro nome in Yardbirds. McCarty afferma che Relf è stato il primo a usare il nome, che potrebbe averlo preso dal romanzo di Jack Kerouac  On the road in cui si riferiva a hobos del cantiere ferroviario.  Aggiunge che Topham lo ha identificato come soprannome per il sassofonista jazz Charlie Parker.
Il quintetto ottenne notorietà sulla crescente scena ritmica e blues britannica quando subentrarono come band house al Crawdaddy Club di Richmond, succedendo ai The Rolling Stones. Il loro repertorio era preso dal blues di Chicago di Howlin Wolf, Muddy Waters, Bo DiddleySonny Boy Williamson II e Elmore James, tra cui “Smokestack Lightning”, “Good Morning Little School Girl”, “Boom Boom”, “I Wish You Would “,” Rollin ‘and Tumblin’ “,” Got Love if You Want It “e” I’m a Man “.
]Il chitarrista solista Topham lasciò il gruppo e fu sostituito da  Eric Clapton nell’ottobre del 1963. L’impresario del Crawdaddy Club Giorgio Gomelsky divenne il manager degli Yardbirds e il primo produttore discografico. Sotto la guida di Gomelsky, gli Yardbirds fecero tournée in Gran Bretagna come band di supporto per la leggenda del blues Sonny Boy Williamson II nel dicembre 1963 e all’inizio del 1964, registrando brani dal vivo l’8 dicembre e in altre date. Le registrazioni sarebbero state pubblicate due anni dopo, nel pieno della popolarità degli Yardbirds, sull’album Sonny Boy Williamson and the Yardbirds.
Dopo i tour con Williamson, gli Yardbirds firmarono per l’etichetta Columbia della EMI nel febbraio del 1964 e registrarono altri brani dal vivo il 20 marzo presso il leggendario Marquee Club di Londra. L’album risultante di blues e cover R&B per lo più americani, Five Live Yardbirds, è stato pubblicato dalla Columbia nove mesi dopo e non è riuscito a entrare nelle classifiche degli album nel Regno Unito.

Nel tempo Five Live ha guadagnato una posizione come una delle poche registrazioni live di qualità dell’epoca e come documento storico sia del “boom del rock and roll” britannico negli anni ’60 che del tempo di Clapton nella band.
La formazione di Clapton ha registrato due singoli, il blues “I Wish You Would” e “Good Morning, School Girl”, prima che la band segnasse il suo primo successo con “For Your Love”, una composizione di Graham Gouldman con una parte di clavicembalo di spicco di Brian Auger. “For Your Love” ha raggiunto la vetta delle classifiche nel Regno Unito e in Canada e ha raggiunto il sesto posto negli Stati Uniti, ma è scontento di Clapton, un purista blues la cui visione si è estesa oltre i singoli di tre minuti. Frustrato dall’approccio commerciale, lasciò bruscamente la band il 25 marzo 1965, il giorno in cui il singolo fu pubblicato.
Presto Clapton si unì a John Mayall e ai Bluesbreakers, ma non prima di raccomandare a Jimmy Page, un importante chitarrista giovane session, di sostituirlo. Contento del suo proficuo lavoro di sessioni e preoccupato sia della sua salute che della politica della partenza di Clapton, Page a sua volta raccomandò il suo amico Jeff Beck.  Beck ha suonato il suo primo concerto con gli Yardbirds solo due giorni dopo la partenza di Clapton.
L’esplorazione di Beck di  fuzz tone, riverbero, feedback, sustain, distorsione ed effetti vari si adatta bene allo stile sempre più grezzo della musica beat britannica. Gli Yardbirds iniziarono a sperimentare arrangiamenti eclettici che ricordano i canti gregoriani e vari stili europei e asiatici mentre Beck infondeva nel mix una pervasiva influenza mediorientale. Beck è stato eletto primo chitarrista del 1966 nella rivista musicale britannica Beat Instrumental.Gli Yardbirds dell’era Beck produssero una serie di registrazioni rivoluzionarie. Questi includevano i singoli di successo “Heart Full of Soul”, “Evil Hearted You” / “Still I’m Sad”, una cover di “I’m a Man” di  Bo Diddley (solo USA), “Shapes of Things” e ” Over Under Sideways Down “, e l’album Yardbirds (noto popolarmente come Roger the Engineer).Il riff di chitarra di Beck  su “Heart Full of Soul” contribuì a introdurre le classifiche di chitarra di influenza indiana nelle classifiche pop nell’estate del 1965.  Il seguito, “Evil Hearted You”, carico di riverbero, favorì l’influenza orientale, mentre il suo lato B, “Still I’m Sad”, presentava la band che cantava come monaci gregoriani. La cover di Diddley, “I’m a Man”, era hard blues rock, presentava la firma “rave-up” degli Yardbirds, in cui il tempo passava al doppio tempo e l’armonica di Relf e la chitarra graffiante di Beck correvano al culmine prima di ricadere in il ritmo originale.
La band iniziò il loro primo tour negli Stati Uniti alla fine di agosto del 1965. Un paio di album furono messi insieme per il mercato americano: For Your Love e Being a Rave Up, metà dei quali provenivano dal precedente album dei Five Live Yardbirds, combinato con nuove tracce.
Ci furono altri tre tour negli Stati Uniti durante il periodo di Beck con la band e un breve tour europeo nell’aprile del 1966.
Il singolo “Shapes of Things”, pubblicato nel febbraio del 1966, “può essere legittimamente classificato come il primo classico rock psichedelico”, secondo il giornalista musicale Richie Unterberger e ha annunciato l’arrivo della psichedelia britannica tre mesi prima dei The Beatles con ” Rain “.
Raggiungendo il numero tre nelle classifiche del Regno Unito  e 11 negli Stati Uniti,  “Shapes” è stato anche il primo successo autoportante degli Yardbirds, i tre precedenti A-side del Regno Unito sono stati scritti da Gouldman. I vaghi testi di protesta contro la guerra di Relf e l’assolo di Beck influenzato dal feedback mediorientale riflettono il crescente abbraccio della psichedelia da parte della band,  così come il lato B  e il singolo seguente , “Over Under Sideways Down Down”. Quest’ultimo è stato rilasciato a maggio e presenta testi più chiassosi di Keith Relf e un’altra linea di chitarra di ispirazione orientale di Beck.Le sessioni “Over Under Sideways Down” si svolsero nell’aprile 1966 e produssero l’album Yardbirds. Era comunemente indicato come “L’ingegnere Roger”, che era le parole scarabocchiate sotto un cartone animato di Dreja dell’ingegnere Roger Cameron che appare sulla copertina dell’uscita nel Regno Unito. Negli Stati Uniti, una versione ridotta dell’album, meno la copertina del fumetto, è stata pubblicata come Over Under Sideways Down. La sessione di registrazione ha segnato la divisione degli Yardbirds con il loro manager, Giorgio Gomelsky, quando lo scrittore Simon Napier-Bell ha assunto la direzione e ha condiviso il merito di produzione con Samwell-Smith.La band, guidata da Relf , evitò il materiale di cover, scrivendo l’intero album da soli. Sono stati impegnati “un’intera settimana” per registrare l’album, secondo Dreja,  risultante in molto “stipato” sebbene eclettico mix di blues, hard rock, canto monkish (“Turn into Earth”, “Ever Since the World Began “) e ritmi tribali africani (” Hot House of Omagararshid “). Le linee di chitarra di Beck sono state una costante unificante per tutto. Roger the Engineer è stato classificato al numero 350 in “500 Greatest Albums of All Time” della rivista Rolling Stone.
Roger the Engineer fu rilasciato nel giugno del 1966. Poco dopo, Samwell-Smith lasciò la band in un concerto ubriaco al Queen’s College di Oxford  e iniziò la sua carriera come produttore discografico. Jimmy Page , che era allo show, ha concordato quella sera di suonare il basso fino a quando il chitarrista ritmico Dreja ha potuto provare lo strumento.  La band andò in tournée con Page al basso e Beck e Dreja alla chitarra, suonando date a Parigi, nel Regno Unito, nel Midwest degli Stati Uniti e sulla costa della California. Beck si è ammalato tardi durante l’ultimo tour ed è stato ricoverato in ospedale a San Francisco. Page ha assunto il ruolo di chitarrista solista alla Carousel Ballroom (San Francisco) il 25 agosto e Dreja è passato al basso. Beck rimase a San Francisco per recuperare  con la sua ragazza Mary Hughes,  mentre il resto della band completò il tour. Dopo che gli Yardbirds si riunirono a Londra, Dreja rimase al basso e nacque l’attacco a doppia chitarra del gruppo. Il tandem di chitarra principale Beck-Page ha creato il singolo rock psichedelico d’avanguardia “Happenings Ten Years Time Ago” (con il futuro bassista dei Led Zeppelin John Paul Joness al basso anziché Dreja), che la band ha registrato a luglio e settembre 1966. Il singolo è nel Regno Unito Il lato B era “Psycho Daisies”, due minuti di fango embrionale di garage punk  con Beck alla voce e chitarra solista, e Page al basso. Il lato B del singolo negli Stati Uniti, “The Nazz Are Blue”, presenta anche una rara voce solista di Beck.
Gli Yardbirds hanno anche registrato “Stroll On”, una rielaborazione di “Train Kept A-Rollin ‘” di Tiny Bradshaw, registrato per il film acclamato dalla critica Blow-Up di Michelangelo Antonioni. Relf ha cambiato il testo e il titolo della canzone per evitare di chiedere l’autorizzazione al detentore del copyright. La loro apparizione nel film, su un fotografo di moda alla moda (interpretato da David Hemmings) in crisi esistenziale a Swinging London, è arrivata dopo che i  The Who sono diminuiti e gli In-Crowd non sono stati in grado di assistere alle riprese. Anche la band “Factory” di Andy Warhol, The Velvet Underground, è stata presa in considerazione per la parte, ma non è stata in grado di acquisire permessi di lavoro nel Regno Unito.  Il regista Antonioni ha incaricato Beck di rompere la sua chitarra nell’emulazione di Pete Townshend.  La chitarra che Beck distrugge nel film era uno strumento Höfner economico.
La formazione Beck-Page ha registrato poco altro in studio. Non sono emerse registrazioni dal vivo della linea di chitarre dual-lead, ad eccezione di “Great Shakes”,  una pubblicità registrata per i frappè di Great Shakes usando il riff di apertura di “Over Under Sideways Down”, incluso in Little Games Sessions & Più compilation.Una registrazione fatta da Beck e Page nel maggio 1966, poche settimane prima che Page si unisse agli Yardbirds, fu “Beck’s Bolero”. Questo pezzo è stato ispirato dal “Bolero” di Ravel e accreditato a Page (anche se Beck afferma anche di aver scritto la canzone), con John Paul Jones al basso, Keith Moon alla batteria e Nicky Hopkins al piano. Intorno al periodo di questa sessione, è nata l’idea di un “supergruppo” che coinvolge Beck, Page, Moon e Who il bassista John Entwistle, con Entwistle che suggerisce che “andrebbe oltre come un pallone di piombo” e Moon che scherza sul fatto che potrebbero chiamare la band ” Lead Zeppelin “.  Sebbene tutti i musicisti siano rimasti con le rispettive band, Page ha ricordato la conversazione nel 1968 quando ha deciso il nome dei Led Zeppelin. “Beck’s Bolero” è stato pubblicato per la prima volta nel 1967 come B-side del primo singolo solista di Beck, “Hi Ho Silver Lining”, ed è stato incluso l’anno successivo nell’album di debutto del Jeff Beck Group, Truth.
La scena “Swinging London” raffigurata in Blow-Up si stava evolvendo verso la Londra psichedelica  ma gli Yardbirds mantennero un programma di tournée frenetico al loro ritorno. Aprirono per il tour nel Regno Unito dei  The Rolling Stones del 1966 , pubblicarono il singolo “Happenings”, girarono le loro scene in Blow-Up,  e poi presero il comando di nuovo negli Stati Uniti per uno spettacolo al Fillmore West di San Francisco, e uno slot sul American Bandstand ospita il tour “Caravan of Stars” di Dick Clark, a cui si sono uniti in Texas.  Dopo alcuni spettacoli con la Caravan, Beck uscì di corsa e tornò a San Francisco e Mary Hughes. La band, ancora in Texas, ha continuato il tour di Dick Clark come quartetto, con Page come unico chitarrista solista. Hanno raggiunto Beck alla fine di novembre, a quel punto Beck ha ufficialmente lasciato la band. La mancanza di professionalità di Beck, il suo temperamento, l’ubriachezza di Relf, ​​la faticosa e senza ricompensa Caravan di Dick Clark e altre pressioni furono citate, nessuna delle quali implicava che Beck fosse effettivamente licenziato.
La partenza ufficiale di Beck è stata annunciata il 30 novembre negli Stati Uniti.  Gli Yardbirds finirono le loro restanti date negli Stati Uniti con Page come unico chitarrista solista e tornarono nel Regno Unito per altri spettacoli programmati da Napier-Bell. Beck ha continuato come artista solista.
Page ha successivamente introdotto il suonare lo strumento con un arco per violoncello (suggerito dal violinista David McCallum Sr.)  e la combinazione di un pedale wah-wah in aggiunta a un fuzzbox di distorsione. Altre innovazioni includevano l’uso di un loop di rumore registrato in ambientazioni dal vivo (sul dirge psichedelico “Glimpses”) e chitarra a accordatura aperta per migliorare i suoni simili a sitar per cui gli Yardbirds erano famosi.Nel frattempo, le fortune commerciali dell’atto stavano diminuendo. “Happenings Ten Years Time Ago” aveva raggiunto il n. 30 solo negli Hot 100 statunitensi ed era andato peggio in Gran Bretagna. La band lasciò Napier-Bell ed entrò in una partnership con il produttore di successo della Columbia Records, Mickie Most, noto per il suo lavoro con gli Animalis  e il cantante scozzese Donovan, ma questa mossa non riuscì a riaccendere il loro successo in classifica. Dopo le vendite deludenti di “Happenings”, il singolo “Little Games”, pubblicato nel marzo 1967, si presentò così male nel Regno Unito (dove era sostenuto da “Puzzle”) che EMI non pubblicò un altro disco degli Yardbirds fino a quando la band non si sciolse . Un’uscita nel Regno Unito del 1968 del singolo “Goodnight Sweet Josephine” fu pianificata ma cancellata. Una versione di “Ha Ha Said the Clown” di Tony Hazzard – su cui si esibiva solo Relf – sostenuta dall’originale “Tinker Tailor, Soldier Sailor” di Relf – McCarty, è stato l’ultimo singolo della band ad entrare nella top 50 degli Stati Uniti, con un picco al n. 44 nelle classifiche di Billboard nell’estate del 1967.
Epic ha compilato i sei precedenti successi del lato A e dei lati B (“New York City Blues”, “Still I’m Sad”) con il materiale più pesante di For Your Love (“I’m Not Talking”) e Having a  rave Up (“Smokestack Lightning”), e pubblicato The Yardbirds Greatest Hits negli Stati Uniti nel marzo 1967. L’album presentava la prima apparizione di “Happenings” e “Shapes of Things” in un album. Sebbene omettesse “Psycho Daisies”, che era stato pubblicato nel Regno Unito solo come lato B, Greatest Hits descrisse al crescente pubblico americano degli Yardbirds un quadro quasi completo di “ciò che rese gli Yardbirds una grande band”, secondo AllMusic critico Bruce Eder. Nella descrizione dell’autore Greg Russo, la compilation ha anche presentato ai giovani musicisti rock garage dell’era psichedelica un pratico libro di testo sul lavoro della band nel periodo 1965-1966. Greatest Hits è stato il disco più venduto degli Yardbirds negli Stati Uniti, raggiungendo il numero 28 nelle classifiche di Billboard.La band trascorse la prima metà del 1967 in tournée in Australia, Nuova Zelanda, Danimarca e Francia (inclusa una sosta a Cannes per aiutare a promuovere Blow-Up). Hanno anche suonato in una manciata di spettacoli nel Regno Unito a giugno, prima di dirigersi a Vancouver per iniziare il loro quarto tour in Nord America con Page. Il loro ultimo album, Little Games, fu pubblicato nel luglio 1967, ancora una volta solo negli Stati Uniti. Era una non-entità commerciale e critica. Una copertina dei “Dieci piccoli indiani” di Harry Nilsson è stata brevemente tracciata negli Stati Uniti.
Con tempo, parleremo anche della reunion

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: