Vai al contenuto

Gli organisti : Earl Van Dyke

Van Dyke, nato a Detroit, nel Michigan, negli Stati Uniti, è stato preceduto come tastierista e capofila dei Funk Brothers da Joe Hunter. All’inizio degli anni ’60, a anche registrato come organista jazz con i sassofonisti Fred Jackson e Ike Quebec per l’etichetta Blue Note.
Oltre al suo lavoro come tastierista di sessione su successi di Motown come “Bernadette” di The Four Tops, “I Heard It Through the Grapevine” di Marvin Gaye e “Runaway Child, Running Wild” di The Temptations, Van Dyke si è esibito con una band come act di apertura per diversi artisti Motown, e ha pubblicato singoli e album strumentali. Molte delle registrazioni di Van Dyke lo mostrano mentre suona  tracce strumentali originali per i successi dei Motown; altre sono cover complete di canzoni  Motown.
Il suo successo del 1967 “6 x 6” è uno stimolo molto amato sulla scena musicale della Northern Soul. Fu soprannominato “Big Funk” e “Chunk o Funk”.
Van Dyke ha suonato il pianoforte a coda Steinway, l’organo Hammond B-3, il piano elettrico Wurlitzer, il Fender Rhodes e il clavicembalo. Ha suonato un pianoforte giocattolo per l’introduzione del successo di Temptations, “It’s Growing”. Le sue influenze musicali includevano Tommy Flanagan, Hank Jones e Barry Harris.
Van Dyke è morto di cancro alla prostata a Detroit, nel Michigan, all’età di 62 anni.

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: