Vai al contenuto

I batteristi – Ian Paice

Nato il 29 giugno 1948 a Nottingham, in Inghilterra, Paice iniziò a suonare il violino prima di passare alla batteria all’età di 15 anni. Dalla metà alla fine degli anni ’60, Paice suonò in una varietà di oscure band locali, inclusi nomi come Georgie e i Rave Ons, gli Shindigs, MI 5, il Maze, i Soul Brothers e Boz, così come il futuro eroe della chitarra Albert Lee. Fu mentre suonava con uno di questi gruppi ad Amburgo, in Germania, che il rispettato chitarrista di sessione Ritchie Blackmore prese nota di Paice e organizzò il batterista in un’audizione per il suo gruppo, Roundabout, all’inizio del 1968. Paice ottenne il concerto, quando i Roundabout si trasformarono presto in Deep Purple, insieme ad  Rod Evans (voce), Jon Lord (tastiere) e Nick Simper (basso). Fu questa formazione che registrò album come Shades of Deep Purple del 1968 e Book of Taliesyn, oltre all’omonimo rilascio del 1969, ma oltre a segnare un enorme successo mondiale con “Hush”, questa prima formazione di Purple non riuscì davvero ad accendersi.

Sia Evans che Simper furono allontanati dalla band poco prima dell’alba degli anni ’70, sostituiti rispettivamente da Ian Gillan e Roger Glover. La nuova formazione ha avuto un esordio vertiginoso con il Concerto sperimentale per gruppo e orchestra, ma subito dopo è stata questa versione dei Purple che sarebbe stata considerata quella definitiva del gruppo. Insieme alla chitarra fluida di Blackmore e alla voce di Gillan,  il potente drumming di Paice  è stato un ingrediente importante per la nuova direzione rock più violenta dei Purple. Nel corso di cinque album, In Rock degli anni ’70, Fireball del 1971, Machine Head del 1972 e Made in Japan, oltre a Who Do You Think We Are del 1973, i Deep Purple sono diventati una delle migliori band rock del mondo, ma un programma estenuante di tournée e attrito interbanda ha portato alla partenza di Gillan e Glover. Tra il 1974 e il 1976, si sono verificati numerosi cambi di formazione, con Paice e Lord  unici membri originali rimasti presenti. Altri quattro album apparvero durante questo periodo turbolento (Burn and Stormbringer del 1974, Come Taste the Band del 1975 e Made in Europe del 1976), prima che i Purple venissero finalmente messi a riposo.
Durante il suo mandato con i Deep Purple, Paice si abbandonò costantemente al lavoro di sessione, suonando su album di artisti come Velvet Underground, Eddie Hardin, Pete York, Elf e Bobby Harrison, tra gli altri. Con i Purple ormai dormienti, a Paice fu permesso di suonare ancora più registrazioni di artisti alla fine degli anni ’70 e all’inizio degli anni ’80, comprese le uscite di Maggie Bell, Kirby, Bernie Marsden e Ken Hensley. Paice accettò anche diversi inviti a unirsi alle band a tempo pieno, come dimostrano brevi periodi nel trio Paice, Ashton & Lord (Malice in Wonderland del 1977), Whitesnake (Ready an ‘Willing, 1980’s Come an’ Get It e 1982’s Saints and sinners del 1982) e la band di Gary Moore (Corridors of Power del 1982, Victims of the Future del 1983, Rockin ‘Every Night del 1983 e We Want Moore del 1984!). Voci di un’imminente ri-formazione della classica formazione Gillan / Glover Deep Purple erano emerse da diversi anni a questo punto e, nel 1984, la riunione fu finalmente confermata. Lo stesso anno ha visto un nuovo album del quintetto, il sorprendente Perfect Strangers, nonché un tour di supporto esaurito. Sfortunatamente, non passò molto tempo prima che gli stessi vecchi problemi che avevano rotto la band apparissero di nuovo inizialmente, poiché la scaletta riuscì a gestire solo un’altra uscita, la poco brillante House of Blue Light, nel 1987.
Nel 1989  la batteria di Paice finì su diverse canzoni registrate dall’ex Beatle George Harrison per la colonna sonora del film Lethal Weapon II, prima di tornare ai Deep Purple. La band ha continuato per tutti gli anni ’90, con ulteriori pubblicazioni come Slaves and Masters degli anni ’90, The Battle Rages On del 1993, Purpendicular del 1996 e Abandon del 1998, nonostante la continua giocoleria della formazione. Nel 1999, Paice ha avuto l’opportunità di suonare al fianco di un altro ex Beatle, Paul McCartney, nell’uscita per lo più cover, Run Devil Run, così come il video / DVD live dal vivo, Live at the Cavern Club. Nel corso degli anni Paice ha anche registrato alcuni video didattici per colleghi batteristi, tra cui un episodio del programma televisivo Rock School degli anni ’80 e, nel 2002, il DVD Not for the Pros.
Discografia
Deep Purple – Shades of Deep Purple.(1968)
Deep Purple The book of Taliesyn– (1968)
Deep Purple – Deep Purple(1969)

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: