Vai al contenuto

I pianisti : Otis Spann

otis spannLe fonti differiscono riguardo i primi anni di Spann. Molte fonti affermano che è nato a Jackson, nel Mississippi, nel 1930, ma i ricercatori Bob Eagle ed Eric LeBlanc hanno concluso, sulla base dei registri del censimento e di altre informazioni ufficiali, che è nato nel 1924 a Belzoni , Mississippi.
Il padre di Spann era, secondo alcune fonti, un pianista chiamato Friday Ford. Sua madre, Josephine Erby, era una chitarrista che aveva lavorato con Memphis Minnie e Bessie Smith, e il suo patrigno, Frank Houston Spann, era un predicatore e musicista. Uno dei cinque figli, Spann iniziò a suonare il piano all’età di sette anni, con alcune istruzioni di Friday Ford, Frank Spann e Little Brother Montgomery.

All’età di 14 anni, suonava in gruppi nella zona di Jackson. Si trasferisce a Chicago nel 1946, dove è stato mentore da Big Maceo Merriweather. Spann si esibì come solista e con il chitarrista Morris Pejoe, lavorando regolarmente al Tic Toc Lounge.
Spann divenne noto per il suo stile distintivo di pianoforte. Sostituì Merriweather come pianista di Muddy Waters alla fine del 1952 e partecipò alla sua prima sessione di registrazione con la band il 24 settembre 1953.
Ha continuato a registrare come artista solista e session player con altri musicisti, tra cui Bo Diddley e Howlin ‘Wolf, durante il suo mandato con il gruppo. Rimase con Muddy Waters fino al 1968.
Il lavoro di Spann per la Chess Records include il singolo “It Must Have Been the Devil” del 1954 con “Five Spot”, con B.B. King e Jody Williams alla chitarra. Durante la sua permanenza a Chess, ha suonato in alcuni dei primi dischi di Chuck Berry, inclusa la versione in studio di “You Can’t Catch Me”. Nel 1956, registrò due brani inediti con Walter Horton e Robert Lockwood. Ha registrato una sessione con il chitarrista Robert Lockwood, Jr. e il cantante St. Louis Jimmy a New York il 23 agosto 1960, che è stato pubblicato negli album Otis Spann Is the Blues e Walking the Blues. Una sessione del 1963 per Storyville Records fu registrata a Copenaghen. Ha lavorato con Muddy Waters ed Eric Clapton per le registrazioni per Decca e con James Cotton per Prestige nel 1964.

The Blues Is Where It’s At, l’album di Spann del 1966 per ABC-Bluesway, include contributi di George “Harmonica” Smith, Muddy Waters e Sammy Lawhorn. The Bottom of the Blues (1967), con la moglie di Spann, Lucille Spann (23 giugno 1938 – 2 agosto 1994), è stato rilasciato da Bluesway. Ha lavorato agli album con Buddy Guy, Big Mama Thornton, Peter Green e Fleetwood Mac alla fine degli anni ’60. Nel 2012, i Silk City Records pubblicarono Someday che presentò esibizioni dal vivo e in studio del 1967 prodotte dal noto chitarrista blues Son Lewis.
Le registrazioni in DVD di Spann includono le sue esibizioni al Newport Jazz Festival (1960), all’American Folk Blues Festival (1963), ai Blues Masters (1966) e al Copenhagen Jazz Festival (1968).
Discografia :
The blues of Otis Spann(1964)
The blues Never Die(1965)
Otis Spann’s Chicago Blues(1966)

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: