Vai al contenuto

I pianisti : Dave Brubeck

Dave Brubeck è nato nella città di Concord, in California, nella zona della Baia di San Francisco, ed è cresciuto in una città situata nella Mother Lode chiamata Ione, in California.
Suo padre, Peter Howard “Pete” Brubeck, era un allevatore di bestiame, e sua madre Elisabetta (nata Ivey), che aveva studiato pianoforte in Inghilterra con Myra Hess e intendeva diventare pianista da concerto, insegnò al pianoforte per soldi extra.
Suo padre aveva origini svizzere (il cognome della famiglia era originariamente Brodbeck) e probabilmente lignaggio dei nativi americani Modoc mentre i suoi nonni materni erano inglesi e tedeschi.
Originariamente Brubeck non intendeva diventare un musicista (i suoi due fratelli maggiori, Henry e Howard, erano già su quella traccia), ma prese lezioni da sua madre.
Non riuscì a leggere la musica durante queste prime lezioni, attribuendo questa difficoltà alla vista scarsa, ma questa carenza passò quasi inosservata.
Con l’intenzione di lavorare con suo padre nel loro ranch, Brubeck entrò al College of the Pacific di Stockton, in California (ora University of the Pacific), studiando scienze veterinarie.
Passò alla musica su sollecitazione del capo della zoologia, il dottor Arnold, che gli disse “Brubeck, la tua mente non è qui. È attraverso il prato nel giardino d’inverno. Per favore, vai lì. Smetti di sprecare il mio tempo e il tuo.”
Più tardi, Brubeck fu quasi espulso quando uno dei suoi professori scoprì che non poteva leggere la musica a vista.
Molti dei suoi professori si sono fatti avanti, sostenendo che la sua capacità di scrivere contrappunto e armonia più che compensata ha dimostrato la sua familiarità con la notazione musicale.
Il college aveva ancora paura che potesse provocare uno scandalo e accettò di lasciare che Brubeck si diplomasse solo dopo aver promesso di non insegnare mai il piano.
Dopo la laurea nel 1942, Brubeck fu arruolato nell’esercito degli Stati Uniti.
Ha servito in Europa nella terza armata.
Si è offerto volontario di suonare il piano in uno spettacolo della Croce Rossa ed è stato un tale successo che è stato risparmiato dal servizio di combattimento e gli è stato ordinato di formare una band.
Ha creato una delle prime bande razzialmente integrate delle forze armate statunitensi, “The Wolfpack”.
Durante il servizio militare, Brubeck conobbe Paul Desmond all’inizio del 1944. Tornò al college dopo aver prestato servizio per quasi quattro anni nell’esercito, questa volta frequentando il Mills College di Oakland.
Ha studiato con Darius Milhaud, che lo ha incoraggiato a studiare la fuga e l’orchestrazione, ma non il piano classico.
Mentre era in servizio attivo, ricevette due lezioni da Arnold Schoenberg alla UCLA nel tentativo di connettersi con la teoria e la pratica moderniste.
Tuttavia, l’incontro non si concluse in buoni rapporti poiché Schoenberg credeva che ogni nota dovesse essere presa in considerazione, un approccio che Brubeck non poteva accettare, anche se secondo suo figlio Chris Brubeck, c’è una riga di dodici toni in The Light in the Wilderness , Primo oratorio di Dave Brubeck. In esso, vengono introdotti i dodici discepoli di Gesù che cantano ciascuno le proprie note individuali; è descritto come “abbastanza drammatico, specialmente quando Giuda inizia a cantare” Pentiti “su una nota dissonante alta e tesa.”
Jack Sheedy possedeva la Coronet Records di San Francisco, che aveva precedentemente registrato band di Dixieland. (Questa Coronet Records non dovrebbe essere confuso né con l’etichetta di bilancio con sede a New York alla fine degli anni ’50, né con la Coronet Records con sede in Australia.)
Nel 1949, Sheedy fu chiamato a realizzare la prima registrazione dell’ottetto di Brubeck e successivamente il suo trio.
Ma Sheedy non fu in grado di pagare le sue bollette e nel 1949 affidò i suoi padroni alla sua casa discografica, la Circle Record Company, di proprietà di Max e Sol Weiss.
I fratelli Weiss cambiarono presto il nome della loro attività in Fantasy Records.
Questi dischi iniziali di Brubeck furono venduti bene e registrò e pubblicò nuovi dischi per Fantasy.
Presto la compagnia cominciò a spedire da 40.000 a 50.000 copie dei dischi di Brubeck ogni trimestre, ottenendo enormi profitti

Nel 1951, Brubeck si è danneggiato diverse vertebre del collo e il suo midollo spinale durante le immersioni nelle onde delle Hawaii.
In seguito avrebbe osservato che i soccorritori che avevano risposto lo avevano descritto come un “DOA” (morto all’arrivo).
Brubeck si è ripreso dopo pochi mesi, ma ha sofferto per anni di dolore al nervo residuo alle mani.
L’infortunio ha anche influenzato il suo stile  verso accordi complessi e irregolari piuttosto che veloci, ad alta destrezza, con singole note.
Brubeck organizzò il Dave Brubeck Quartet nel 1951, con Paul Desmond al sassofono contralto.
Hanno preso una lunga residenza al nightclub Black Hawk di San Francisco e hanno guadagnato grande popolarità visitando i campus universitari, registrando una serie di album con titoli come Jazz at Oberlin (1953), Jazz at the College of the Pacific (1953) e il debutto di Brubeck. su Columbia Records, Jazz Goes to College (1954).
(continua)

Annunci

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: