Vai al contenuto

I batteristi : Paul Motian

Annunci

Motian è nato a Filadelfia, Pennsylvania, ed è cresciuto a Providence, Rhode Island. È di origine armena. Dopo aver suonato la chitarra nella sua infanzia, Motian ha iniziato a suonare la batteria all’età di 12 anni, finendo in tour nel New England con una band swing. Durante la guerra di Corea si arruolò nella Marina.
Motian divenne un musicista professionista nel 1954, e per breve tempo suonò con il pianista Thelonius Monk. Divenne noto come batterista nel trio del pianista  Bill Evans (1959-64), inizialmente insieme al bassista  Scott LaFaro e più tardi con Chuck Israels.
Successivamente, ha suonato con i pianisti Paul Bley (1963-64) e Keith Jarrett (1967-1976). Altri musicisti con cui Motian si esibì e/o registrò all’inizio della sua carriera furono Lennie Tristano,  Warne Marsh, Lee Konitz, Joe Castro, Arlo Guthrie (Motian si esibì brevemente con Guthrie nel 1968-69, tra cui a Woodstock), Carla Bley Charlie Haden e Don Cherry. Motian successivamente ha lavorato con musicisti come Marilyn Crispell, Bill Frisell, Leni Stern, Joe Lovano, Gonzalo Rubalcaba, Alan Pasqua, Bill McHenry, Stéphan Oliva, Frank Kimbrough, Eric Watson e molti altri.
Più tardi nella sua carriera, Motian divenne un importante compositore e leader , registrando inizialmente per la ECM Records negli anni settanta e nei primi anni ottanta e poi per Soul Note, JMT e Winter & Winter prima di tornare alla ECM nel 2005. A partire dai primi anni ottanta ha guidato un trio con il chitarrista Bill Frisell e il sassofonista Joe Lovano, occasionalmente affiancato dai bassisti Ed Schuller, Charlie Haden, o Marc Johnson, e altri musicisti, tra cui Jim Pepper, Lee Konitz, Dewey Redman e Geri Allen. Oltre a suonare le composizioni di Motian, il gruppo registrò tributi a Thelonious Monk e Bill Evans, e una serie di album di Paul Motian a Broadway, con interpretazioni originali degli standard jazz.
Nonostante le sue importanti associazioni con i pianisti, il lavoro di Motian come leader dal 1970 raramente include un pianista nei suoi ensemble e si basava molto sui chitarristi. Il primo strumento di Motian fu la chitarra, e apparentemente mantenne un’affinità per lo strumento: oltre ai suoi gruppi con Frisell, i suoi primi due album da solista sulla ECM presentavano Sam Brown, e la sua Electric Bebop Band ne inseriva due e occasionalmente tre. Il gruppo è stato fondato nei primi anni ’90, e comprendeva una varietà di giovani chitarristi e sassofonisti, oltre al basso elettrico e alla batteria di Motian, tra cui i sassofonisti Joshua Redman, Chris Potter, Chris Cheek e Tony Malaby, e i chitarristi Kurt, e i chitarristi Kurt Rosenwinkel, Brad Shepik, Wolfgang Muthspiel, Steve Cardenas, Ben Monder e Jakob Bro.
Nel 2011 Motian ha partecipato a una serie di nuove registrazioni, tra cui Live at Birdland (con Lee Konitz, Brad Mehldau e Charlie Haden), Consort in Motion di Samuel Blaser, No Comment di Augusto Pirodda e Further Explorations con Chick Corea e Eddie Gàmez. Ghosts of the Sun di Bill McHenry fu rilasciato – per coincidenza – il giorno della morte di Motian. L’ultimo album di Motian come bandleader fu The Windmills of Your Mind, con Bill Frisell, Thomas Morgan e Petra Haden.
Motian è morto il 22 novembre 2011 al Mount Sinai Hospital di New York
Discografia :
Bill Evans – New Jazz Conceptions – 1956
Eddie Costa – Eddie Costa Quintet – 1956
Bill Evans  – Portrait in jazz  – 1960
Bill Evans  – Explorations – 1962
Bill Frisell – Rambler  – 1984

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: