Vai al contenuto

Guitar corner (e non solo) : Danny Barker ★

Danny Barker è nato da una famiglia di musicisti a New Orleans nel 1909, nipote del bandleader  Isidore Barbarin e nipote del batterista Paul Barbarin.
Ha suonatoo il clarinetto e la batteria prima di passare all’ukulele che sua zia gli regalò, e poi un banjo.
Barker ha iniziato la sua carriera come musicista in gioventù con il suo gruppo di strada, i Boozan Kings, e ha anche girato il Mississippi con il fratellino Montgomery. Nel 1930 si trasferì a New York City e passò alla chitarra. Il giorno del suo arrivo a New York, suo zio Paul lo portò al Rhythm Club, dove vide un’esibizione stimolante di Cotton Pickers di McKinney. Era la loro prima esibizione a New York come band.
BArker ha suonato con diversi acts quando si è trasferito a New York, tra cui  Billy Fowler e White Brothers. Ha lavorato con Buddy Harris nel 1933, Albert Nicholas nel 1935, Lucky Millinder dal 1937 al 1938 e Benny Carter nel 1938. Durante il suo periodo a New York, ha spesso suonato con musicisti delle Indie occidentali, attirati dalla sua origine creola.
Dal 1939 al 1946 ha spesso registrato con Cab Calloway e ha iniziato con il suo gruppo con sua moglie Blue Lu Barker dopo aver lasciato Calloway. Il 4 settembre 1945 registrò con il pianista jazz nativo dell’Ohio, Charles Thompson , e i sassofonisti Dexter Gordon e Charlie Parker. Nel 1947 si esibì di nuovo con Lucky Millinder e anche con Bunk Johnson. Tornò a lavorare con Al Nicholas nel 1948 e nel 1949 riunì gli sforzi con sua moglie in un gruppo.
Durante gli anni ’50 era principalmente un musicista indipendente, ma ha lavorato con suo zio Paul Barbarin dal 1954 al 1955. A metà degli anni ’50 andò in California per registrare di nuovo con Albert Nicholas. Si è esibito al Newport Jazz Festival del 1960 con Eubie Blake. Nel 1963 lavorava con Cliff Jackson, e poi nel 1964 apparve alla Fiera mondiale alla guida del suo gruppo. All’inizio degli anni ’60 formò un gruppo che chiamò Cinderella.
Nel 1965, Barker tornò a New Orleans e prese posizione come assistente del curatore del New Orleans Jazz Museum. Nel 1970 fondò e guidò una banda di ottoni sponsorizzati dalla chiesa per i giovani – la Marching Band di Fairview Baptist Church – che divenne popolare. Il reverendo Andrew Darby, Jr., pastore della chiesa battista di Fairview, incaricò il “Fratello” Barker di formare una band cristiana, e Barker attraversò il quartiere della chiesa per arruolare giovani musicisti. La band Fairview ha lanciato le carriere di numerosi musicisti professionisti che hanno continuato a esibirsi in brass band e contesti jazz mainstream, tra cui Leroy Jones, Wynton Marsalis, Branford Marsalis, Kirk Joseph, Nicholas Payton, Shannon Powell, Lucien Barbarin, Dr. Michael White e altri. Come lo descrisse Joe Torregano, un altro ex alunno della band Fairview, “Quel gruppo ha salvato il jazz per una generazione a New Orleans
Negli anni successivi la band divenne nota come la Dirty Dozen Brass Band. Durante quel periodo, ha anche guidato la French Market Jazz Band.
Barker ha suonato regolarmente in molti locali di New Orleans dalla fine degli anni ’60 ai primi anni ’90, oltre al tour. Durante la stagione del Mardi Gras del 1994, Barker regnò come re di Krewe du Vieux. Ha anche pubblicato un’autobiografia e molti articoli su New Orleans e la storia del jazz.
Save the bones – 1988

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: