Vai al contenuto

Fiati e d’intorni : Sonny Stitt

Edward Hammond Boatner Jr. è nato a Boston,nel Massachusetts ed cresciuto a Saginaw, nel Michigan. Aveva un background musicale: suo padre, Edward Boatner, era un cantante baritono, compositore e professore di musica universitaria; suo fratello era un pianista di formazione classica e sua madre era un’insegnante di pianoforte. Fu abbandonato nel 1924 da suo padre e adottato dalla famiglia Stitt di Saginaw.
In seguito ha iniziato a chiamarsi “Sonny”. Mentre era al liceo di Saginaw, suonava nella Len Francke Band, una popolare swing band locale.
Nel 1943, Stitt conobbe Charlie Parker. Come ricordava spesso, i due uomini avevano stili simili. Si presume che Parker abbia osservato “Beh, sarò dannato, mi sembri proprio come me”, a cui Stitt ha risposto, “Beh, non posso fare a meno di suonare così. È l’unico modo in cui so suonare ”  Kenny Clarke e disse di Stitt,” Anche se non ci fosse stato Bird, ci sarebbe stato un Sonny Stitt. ”
Durante gli anni ’40, suonò il sassofono contralto come membro della big band di Tiny Bradshaw, di Billy Eckstine con  Gene Ammons Dexter Gordon e con quella di Dizzy Gillespie.
Stitt fu leader dei Bebop Boys e Galaxy rispettivamente nel 1946 e nel 1948.
Stitt, quando suonava il sassofono tenore, sembrava liberarsi da alcune delle critiche riguardanti l’imitare lo stile di Parker, e iniziò a sviluppare un suono molto più distintivo sul tenore.
Ha suonato con altri musicisti di bop tra cui Horace Parlan, Bud Powell e Eddie “Lockjaw” Davis, un tenore con un tono decisamente duro rispetto a Stitt, negli anni ’50 e ha registrato una serie di parti per la Prestige Records e album per Argo, Verve e Roost. Stitt ha sperimentato il jazz afro-cubano alla fine degli anni ’50, e i risultati possono essere ascoltati nelle sue registrazioni per Roost and Verve, in cui ha collaborato con Thad Jones e Chick Corea per versioni latine di standard come “Autumn Leaves” “.
Nel 1952, Stitt ha suonato con il pianista Jimmy Jones e nel 1953 suonava musica orchestrale con Johnny Richards. Nel 1955, ha suonato sotto la guida di Quincy Jones, suonando uptempos e ballate come “My Funny Valentine” e “Star Dust” e nello stesso anno ha suonato “Afterwards” e “There Will Never Be Another You” con Hank Jones. Nel 1957, Stitt si unì a Dolo Coker per eseguire “Blues for Yard” e “Blue Moon”, prima di tornare a Hank per esibirsi in “Cherokee”.
Stitt si unì a Miles Davis per un breve periodo nel 1960, e le registrazioni con il quintetto di Davis si possono trovare solo in ambientazioni dal vivo nel tour del 1960.
Concerti a Manchester e Parigi sono disponibili in commercio e anche una serie di concerti (che includono set del quintetto precedente con John Coltrane) sul disco Live at Stockholm (Dragon), tutti con Wynton Kelly, Jimmy Cobb e Paul Chambers. Tuttavia, Miles licenziò Stitt a causa dell’eccessiva abitudine di bere che aveva sviluppato e lo sostituì con Hank Mobley. Più tardi negli anni ’60, Stitt rese omaggio a Parker nell’album Stitt Plays Bird, che vede Jim Hall alla chitarra.
Stitt registrò più volte con il suo amico Gene Ammons, interrotto dalla prigionia di Ammons per possesso di stupefacenti. I dischi registrati da questi due sassofonisti sono considerati da molti come alcuni dei migliori lavori di Ammons e Stitt, quindi la collaborazione Ammons / Stitt è passata ai posteri come una delle migliori partnership di duelli nel jazz, insieme a Zoot Sims e Al Cohn e Johnny Griffin con Eddie “Lockjaw” Davis. Stitt si avventurò nel soul jazz e registrò con il sassofonista tenore Booker Ervin nel 1964 sull’album Soul People. Stitt ha anche registrato con l’alunno di Duke Ellington Paul Gonsalves nel 1963 per Impulse! sull’album Salt and Pepper del 1964. In quel periodo apparve regolarmente al Ronnie Scott’s a Londra. Stitt è stato uno dei primi musicisti jazz a sperimentare con il sistema di amplificazione Selmer Varitone come ascoltato negli album New !!! nel 1966 e Parallel-a-Stitt nel 1967.
Negli anni ’70, Stitt rallentò leggermente le sue registrazioni e nel 1972 produsse un altro classico, Tune-Up !, che fu ed è tuttora considerato da molti critici jazz, come Scott Yanow, come il suo disco definitivo. In effetti, il suo assolo infuocato ed energico ricordava abbastanza il suo modo di suonare precedente. Nel 1971 riuscì a registrare quattro album; Turn it on! con Leon Spencer, Melvin Sparks, Idris Muhammad e Virgil Jones, Talk! con Gene Ammons e George Freeman come nuovi membri del gruppo, Just The Way It Was – Live At The Left Bank con Don Patterson e Billy James, e Black Vibrations che presentavano lo stesso gruppo di Turn It On!. Just The Way It Was – Live At The Left Bank, pubblicato nel 2000, presentava anche Stitt come sassofonista elettrico, fu il primo album che lo immortalò.
La produttività di Stitt è diminuita negli anni ’70 a causa dell’alcolismo. Stitt aveva beveva molto da quando aveva rinunciato all’eroina alla fine degli anni Cinquanta e l’abuso stava cominciando a farsi sentire. Una serie di convulsioni indotte dall’alcool fece sì che Stitt si astenesse e abbattesse definitivamente l’abitudine.
Nel 1975, Sonny si è esibito con Ron Burton, il maggiore Holley e John Lewis al Village Vanguard.
Stitt è entrato a far parte del gruppo all stars The Giants of Jazz (che comprendeva anche Art Blakey, Dizzy Gillespie, Thelonious Monk, Kai Winding e bassista Al McKibbon) e ha realizzato album per Atlantic, Concord ed EmArcy. Le sue ultime registrazioni sono state fatte in Giappone. Uno Stitt ringiovanito fece anche tournée con Red Holloway alla fine degli anni ’70, notando un netto miglioramento del suo modo di suonare.
Nel 1981, Stitt ha suonato con George Duvivier e Jimmy Cobb, sei settimane prima della sua morte, registrando due ultime sessioni consecutive con George Duvivier, Jimmy Cobb, Bill Hardman e con Junior Mance o Walter Davis Jr. al pianoforte.
Nel 1982, a Stitt fu diagnosticato un cancro e morì il 22 luglio a Washington, DC.
Discografia :
All God’s Children Got Rhythm– 1950
Stitt’s Bits– 1950
Kaleidoscope – 1950
Sonny Stitt Plays Arrangements from the Pen of Quincy Jones-1956

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: