Vai al contenuto

Fiati e d’intorni : Bud Freeman ★

bud freemanFreeman è nato il 13 aprile 1906 a Chicago. Nel 1922, lui e alcuni amici del liceo formarono un gruppo jazz, la Austin High School Gang in cui Freeman suonò il sassofono ( C ) insieme agli altri membri della band come  Jimmy McPortlandFrank Teschemacher prima di passare al sassofono tenore due anni dopo. Influenzato da artisti come New Orleans Rhythm Kings e Louis Armstrong  avrebbero iniziato a formulare il proprio stile, diventando parte dell’emergente Chicago Style di jazz.
Nel 1927, si trasferì a New York, dove lavorò come musicista di sessione e membro della band con Red Nichols, Ben Pollack e Joe Venuti tra gli altri. Una delle sue esibizioni più importanti fu un assolo della registrazione di Eddie Condon del 1933, The Eel, che divenne poi il soprannome di Freeman (per le sue lunghe improvvisazioni da serpente). Freeman suonò con la Tommy Dorsey‘s Orchestra (1936–1938) e per un breve periodo con la band di Benny Goodman nel 1938 prima di formare la sua band, la Summa Cum Laude Orchestra (1939–1940). Freeman si arruolò nell’esercito americano durante la seconda guerra mondiale e guidò una banda dell’esercito nelle Isole Aleutine.
Dopo la guerra, Freeman tornò a New York e guidò i propri gruppi, mantenendo comunque un legame stretto con le bande a ruota libera di Eddie Condon e lavorando in gruppi “mainstream” con artisti del calibro di Buck Clayton, Ruby Braff,   Vic Dickenson e Papa Jo Jones. Nel 1960, scrisse il libro e il testo (musica di Leon Pober) per il musical di Broadway “Beg, Borrow or Steal” che presentava la ballata “Zen Is When”, successivamente registrata dal Quartetto di  Dave Brubeck su Jazz Impressions of Japan (1964).
Nel 1974 si trasferisce in Inghilterra, dove realizza numerose registrazioni e spettacoli, come anche in Europa.
Più tardi nel decennio Freeman trascorse un po ‘di tempo sull’Isola di Man durante una parte della quale fu ospite del noto musicista e conduttore jazz, Jim Caine
Ritornato a Chicago nel 1980, ha continuato a lavorare nei suoi anni ottanta.
Ha anche pubblicato due memorie You Don’t Look Like a Musician (1974) e If You Know of a Better Life, Please Tell Me (1976), e ha scritto un’autobiografia con Robert Wolf, Crazeology (1989).
Nel 1992, Bud Freeman fu introdotto nella Big Band e nella Jazz Hall of Fame. È apparso nel libro di Studs Terkel, “Working”, pubblicato nel 1972.
Discografia :
Comes Jazz– 1950

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: