Vai al contenuto

Fiati e d’intorni : Buck Clayton

Clayton ha imparato a suonare il piano dall’età di sei anni.
Suo padre era un musicista dilettante associato alla chiesa locale della famiglia, che era responsabile per insegnare a suo figlio le scale su una tromba che non ha preso fino alla sua adolescenza.
Dall’età di diciassette anni, Clayton fu instruito alla tromba da Bob Russell, un membro della band di George E. Lee. All’età di vent’anni era residente in California, e per un breve periodo fu membro della Duke Ellington’s Orchestra e lavorò con altri leader. Clayton fu anche instruito a quel tempo dal trombettista Mutt Carey, che in seguito emerse come un importante revivalista della costa occidentale negli anni ’40. Dopo il liceo, si trasferisce a Los Angeles. In seguito ha formato una band chiamata “14 Gentlemen from Harlem” in cui era il capo dell’orchestra di 14 membri.
Da lì, ci sono più fonti che sostengono diversi modi in cui Clayton è finito a Shanghai. Alcuni affermarono che Clayton fu scelto da Teddy Weatherford per un lavoro nella sala da ballo del Canidrome nella Concessione francese a Shanghai.
Altri hanno affermato che è fuggito temporaneamente dagli Stati Uniti per evitare il razzismo.
Dal 1934 o 1935 (a seconda delle fonti), era un leader degli “Harlem Gentlemen” a Shanghai. Alcuni dei gruppi sociali burocratici con cui si trovava includevano la moglie di Chiang Kai-shek, Soong Mei-ling e sua sorella Ai-ling, che erano clienti abituali del Canidrome.
Clayton avrebbe suonato una serie di canzoni composte da Li Jinhui, adottando la scala musicale cinese su scala americana. Li ha imparato molto dall’influenza jazz americana portata da Clayton. Una guida del 1935 a Shanghai elencò Clayton e Teddy Weatherford come la principale attrazione jazz al Canidrome. Alla fine avrebbe lasciato Shanghai prima della Seconda Guerra sino-giapponese del 1937. Clayton è riconosciuto per aver contribuito a colmare il divario tra la musica tradizionale cinese e lo shidaiqu / mandopop. Li è ricordato soprattutto in Cina come vittima della Rivoluzione Culturale.
Più tardi quell’anno accettò un’offerta del bandleader Willie Bryant a New York, ma mentre si spostava verso est si fermò a Kansas City e fu convinto a rimanere da Count Basie, la cui orchestra aveva una residenza al Reno Club, e prese il posto recentemente liberata da Hot Lips Page. Dal 1937, l’orchestra di Basie aveva sede a New York, offrendo a Clayton l’opportunità di lavorare come freelance negli studi di registrazione, e partecipò a sessioni di registrazione con Billie Holiday ed era presente anche alle sessioni di Commodore (e in seguito Keynote Records) con Lester Young. Clayton rimase con Basie fino a quando non fu arruolato per il servizio di guerra nel novembre del 1943. Con base a Camp Kilmer vicino a New York, Clayton fu in grado di partecipare a varie sessioni a stella, alcune delle quali guidate da Sy Oliver.
Dopo l’onorevole dimissione nel 1946, preparò gli arrangiamenti per Count Basie, Benny Goodman e Harry James e divenne membro di Norman Granz , apparendo ad aprile in un concerto con Young, Coleman Hawkins e Charlie Parker, e in ottobre partecipò nel primo tour nazionale degli JATP negli Stati Uniti. Ha anche registrato in questo momento per la H.R.S.
Nel 1947 tornò a New York, e risiedette al Café Society, Downtown, e l’anno seguente ebbe una riunione con Jimmy Rushing, il suo collega Basie alumnus, nella Savoy Ballroom. Clayton e Rushing hanno lavorato insieme occasionalmente negli anni ’60.
Dal settembre 1949 Clayton fu in Europa per nove mesi, guidando la sua band in Francia. Clayton registrò a intermittenza negli ann successivi per l’etichetta francese Vogue, sotto il suo nome, quella del clarinettista Mezz Mezzrow e per una sessione, con il pianista Earl Hines. Nel 1953, era di nuovo in Europa, in tournée con Mezzrow; in Italia, al gruppo si unì Frank Sinatra.
Il critico inglese Stanley Dance ha coniato il termine “mainstream” negli anni ’50 per descrivere lo stile di quei musicisti dell’era dello swing che caddero nei campi revivalisti e quelli modernisti. Clayton fu precisamente uno dei musicisti a cui questa denominazione si applicava di più. Nel dicembre del 1953 Clayton iniziò una serie di album jam session per la Columbia, che era stata idea di John Hammond, sebbene George Avakian fosse il principale produttore. Le sessioni di registrazione per questi album durarono fino al 1956. I brani potevano durare per un lato LP, ed era stato il nuovo formato a dare l’idea di Hammond, ma a volte questo portava a sfortunate anomalie. La title track di Jumpin ‘at the Woodside è stata compilata da due riprese registrate a distanza di quattro mesi, ognuna con una sezione ritmica completamente diversa. Il disco Jazz Spectacular di Clayton di questa serie (con Kai Winding, J. J. Johnson e voce di Frankie Laine) è amato dai fan del jazz e del pop. Clayton ha anche registrato in questo periodo per Vanguard, con la produzione di Hammond, sotto il suo nome e in date guidate da Ruby Braff, Mel Powell e Sir Charles Thompson.
Nel 1955 è apparso in The Benny Goodman Story, lavorando anche con Goodman a New York al Waldorf-Astoria Hotel due anni dopo. Nel 1958 era alla fiera mondiale di Bruxelles per concerti con Sidney Bechet, e fece tournée in Europa l’anno seguente e ogni anno negli anni ’60. Per l’etichetta Swingville (una sussidiaria della Prestige Records) ha co-diretto due album con l’ex collega di Basie Buddy Tate e ha supportato Pee Wee Russell nella sua uscita per l’etichetta.
Nel 1964 si esibì in Giappone, Australia e Nuova Zelanda con Eddie Condon, con il quale aveva già occasionalmente lavorato per diversi anni. Nel 1965 fece un tour in Inghilterra con il trombonista Vic Dickenson e il cantante blues Big Joe Turner accompagnato dal trombettista britannico Humphrey Lyttelton e dalla sua band. Questo gruppo è apparso su Jazz 625 per la televisione della BBC (successivamente rilasciato su DVR). Successivamente fece numerose visite in Inghilterra e registrò tre album con Lyttelton. Al fine di ingannare il sindacato dei musicisti nel Regno Unito, è stato necessario sostenere che questi album sono stati registrati in Svizzera. Una registrazione audio dal vivo fatta in una data di club con Lyttelton è stata rilasciata sul labe del Calligraph Records
Poco dopo essere apparso al New Orleans Jazz Festival nel 1969, Clayton ha subito un intervento chirurgico alle labbra e ha dovuto rinunciare a suonare la tromba nel 1972. È stato in grado di riprendere a suonare nel 1977 per un tour dell’Africa sponsorizzato dal Dipartimento di Stato, ma ha dovuto fermarsi definitivamente nel 1979, sebbene abbia ancora lavorato come arrangiatore. Ha iniziato a insegnare all’Hunter College, CUNY dal 1975 al 1980 e di nuovo nei primi anni ottanta.
La semi-autobiografia Jazz World di Buck Clayton, co-autore di Nancy Miller Elliott, è apparsa per la prima volta nel 1986. Nello stesso anno, la sua nuova Big Band ha debuttato al Brooklyn Museum di New York, e Clayton ha fatto tournée a livello internazionale, contribuendo con 100 composizioni al libro della band.
Buck Clayton è morto tranquillamente nel sonno nel 1991.

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: