Vai al contenuto

Fiati e d’intorni : Bunk Johnson ★

buck johnsonJohnson ricevette lezioni da Adam Olivier e iniziò a suonare professionalmente nell’orchestra di Olivier. Johnson probabilmente ha svolto alcuni lavori da adolescente con Buddy Bolden, ma non era un membro regolare della Bolden’s Band (contrariamente a quanto affermato da Johnson). Johnson è stato considerato uno dei migliori trombettisti a New Orleans negli anni 1905-1915, e il fatto di aver lasciato ripetutamente la città per un tour con spettacoli di menestrelli e gruppi circensi (è certo che abbia suonato con “Baby” Dodds) lo dimostra.
Dopo un esecuzione fallimentare ad una parata del Mardi Gras di New Orleans nel 1915, apprese che i membri intendevano fargli del male fisico. Quindi, lasciò la città andando in tournée con spettacoli vari per poi nei primi anni del 1920 stabilirsi a New Iberia, in Louisiana.
Nel 1931 perse la tromba e i denti anteriori quando scoppiò una rissa in un ballo a Rayne, in Louisiana, mettendo fine alla sua carriera musicale. Successivamente ha lavorato nel lavoro manuale, dando lezioni di musica (ma solo occasionalmente).
Nel 1938 e nel 1939 gli autori di un primo libro di storia del jazz, Jazzmen, intervistarono diversi importanti musicisti dell’epoca, tra cui Louis Armstrong Sidney Bechet e Clarence Williams, che parlavano molto bene di Johnson ai vecchi tempi di New Orleans.  Gli autori hanno rintracciato l’indirizzo di Johnson e scambiato diverse lettere con lui, dove ha ricordato (e forse abbellito) la sua carriera iniziale. Johnson dichiarò che avrebbe potuto suonare di nuovo solo se avesse avuto solo nuovi denti e una nuova tromba. Una colletta fu raccolta da scrittori e musicisti, e fu dotato di una serie di protesi dal fratello dentista di Bechet, Leonard, e gli fu data una nuova tromba.  Ha realizzato le sue prime registrazioni nel 1942, per la Jazz Man Records.
Queste prime registrazioni hanno spinto Johnson (insieme al clarinettista George Lewis) all’attenzione del pubblico, attirando un seguito di culto. Johnson e la sua band suonarono a New Orleans, San Francisco, Boston e New York City e registrarono molte altre cose. Il lavoro di Johnson negli anni ’40 mostra perché è stato ben considerato dai suoi compagni musicisti – nei suoi giorni migliori suonando con grande immaginazione, sottigliezza e bellezza – oltre a suggerire perché non aveva raggiunto la fama prima, perché era imprevedibile, do temperamento duro, con una striscia passivo-aggressiva e una predilezione per bere alcolici fino al punto di compromissione.

andreabianchi85 Mostra tutti

Freelance drummer.
Musicaddicted.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: